laRegione
cespugli-e-ligustro-cosi-lugano-combatte-il-co2
TI-PRESS
Il cespuglio di forsizia: toccasana contro l'inquinamento
21.09.21 - 15:56
Aggiornamento: 17:36

Cespugli e ligustro: così Lugano combatte il CO2

La Città, in un gemellaggio con Bolzano, ha avviato uno studio per calcolare la quantità di polveri sottili filtrate dagli arbusti più comuni sul territorio

La Città di Lugano collabora con Bolzano su strategie innovative per la gestione del verde pubblico attraverso il progetto ‘Interreg VerdeVale’. Tra gli obiettivi? Calcolare la quantità di polveri sottili che vengono filtrate dagli arbusti più comuni sul territorio. Ne dà notizia il Municipio di Lugano, che presenta i primi risultati.

I dati più significativi emersi finora

Ecco i risultati più importanti ottenuti per la Città di Lugano: la forsizia, cespuglio giallo che fiorisce fra i primi in primavera assorbe più CO2 di tutti gli altri, ovvero il 16% in più rispetto alla seconda specie più efficiente, l’eleagno. Il lauroceraso, a parità di superficie fogliare è invece il meno efficiente delle sei specie considerate: i sempreverdi alloro (Laurus nobilis), lauroceraso (Prunus laurocerasus), pitosforo (Pittosporum tobira), eleagno (Eleagnus ebbingei), i caducifogli forsizia (Forsythia x intermedia) e ligustro (Ligustrum vulgare). Inoltre, i dati di VerdeVale confermano l’impatto delle stagioni sugli arbusti: in inverno le piante riducono la fotosintesi al minimo e in estate limitano le loro attività a causa del caldo, in primavera e in autunno sono più attive. L’eleagno e il ligustro diventano addirittura più efficienti in autunno che in primavera: il primo poiché, essendo sempreverde, le foglie non sono in senescenza; mentre il secondo, essendo pianta da mezz’ombra, soffre il caldo e dà il meglio in autunno. L’alloro rimane pressoché costante durante tutto l’anno. Il ligustro è il miglior filtro dell’aria.


Riguardo all’assorbimento del particolato - evidenzia ancora il comunicato stampa del Municipio - il ligustro è risultato il più efficiente, con valori medi di Pm10 accumulati annualmente superiori del 34% rispetto a forsizia e alloro, che hanno mostrato i valori più bassi. Eleagno, pitosforo e lauroceraso hanno registrato valori annui intermedi. All’interno della frazione grossolana è compresa la frazione fine, ovvero il Pm2.5, costituita da particelle di dimensione minore o uguale a 2,5 micrometri. Si tratta della frazione ritenuta più pericolosa per la salute umana poiché penetra in profondità nell’apparato respiratorio, giungendo fino ai polmoni. Per tale frazione non sono state rilevate differenze significative tra le sei specie oggetto di studio, che hanno mostrato valori medi di accumulo annuo pari a 0,87 microgrammi per cm2 di area fogliare.

Lugano pianterà dunque solo ligustro e forsizia in futuro? In futuro - evidenzia il Municipio - i dati di VerdeVale aiuteranno la Città a selezionare le specie più adeguate per ogni luogo, per esempio il ligustro lungo le strade trafficate. Sono numerosi gli esempi di quanto gli arbusti rappresentino un toccasana contro l’inquinamento. In estate, per esempio, l’aria sotto un albero è da 4 a 6 gradi più fresca e, di conseguenza, una città con molti spazi verdi pubblici e privati consente un risparmio di energia per rinfrescare gli ambienti. Alberi e siepi sono, inoltre, di grande importanza per una buona qualità dell’aria: le particelle si attaccano alle foglie e hanno meno probabilità di entrare nei nostri polmoni quando respiriamo. ‘VerdeVale’ registra e visualizza i dati relativi a questi servizi ecosistemici. Il progetto è sostenuto dall’Ufficio cantonale per lo sviluppo economico e coordinato dallo studio Benicchio in collaborazione con la Città di Lugano.

Gestione innovativa degli spazi verdi: più efficienza e più sicurezza

Le Città di Lugano e Bolzano, come primo passo, hanno fatto un rilievo dettagliato di tutti gli spazi verdi pubblici. A Lugano sono stati contati oltre 23’600 elementi “verdi”, ovvero prati fioriti, aiuole, tetti verdi, diversi tipi di pavimentazione, panchine, fontane, attrezzature ludiche e 9’335 alberi. Questi dati sono la base di una pianificazione a lungo termine e della gestione efficiente dello spazio verde urbano. Anche la sicurezza dei cittadini aumenta, considerato che, per esempio, ogni elemento di un parco giochi e ogni albero sono regolarmente controllati e gli esiti sono documentati di conseguenza. La Città di Lugano ha così uno dei sistemi di gestione degli spazi verdi più aggiornati e dettagliati della Svizzera. Il censimento - si legge nella nota stampa - è infatti il presupposto affinché Lugano possa calcolare il contributo che gli arbusti e le siepi danno alla protezione del clima e all’aria pulita. Un compito pionieristico. A questo scopo sono state selezionate le sei specie di arbusti più comuni. Tre delle sei specie studiate crescono anche a Bolzano e le stesse misurazioni vengono effettuate nella città gemella in Alto Adige. Le misurazioni fatte riguardano la fotosintesi: più un cespuglio ne fa, più CO2 assorbe e quindi più aiuta nella lotta al cambiamento climatico. Lo studio si è inoltre chinato sulla quantità di polvere fine depositata sulle singole foglie.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
arbusti bolzano co2 forsizia ligustro lugano studio
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
18 ore
Finiscono le vacanze, torna la colonna: 10km al Gottardo sud
Fra Biasca e Airolo si arrivava nel primo pomeriggio di oggi a due ore di attesa
Ticino
22 ore
Furti per 5mila franchi nei distributori automatici, due arresti
Un 40enne e una 30enne avrebbero colpito le gettoniere di almeno 8 apparecchi soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie
Luganese
1 gior
È morto il motociclista coinvolto ieri in un incidente a Croglio
L’uomo, un 28enne italiano, ha urtato violentemente un’automobile all’altezza di Madonna del Piano, venendo sbalzato dal mezzo e rovinando a terra
Locarnese
1 gior
A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’
Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
Mendrisiotto
1 gior
InterCity a Chiasso, ‘Difenderemo sempre la nostra fermata’
Molti i temi in agenda per la seduta extra-muros che impegnerà il Municipio a fine mese. Il punto con il sindaco Bruno Arrigoni.
Gallery
Luganese
1 gior
Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave
Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
1 gior
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
1 gior
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
1 gior
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
1 gior
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
© Regiopress, All rights reserved