laRegione
08.09.21 - 13:36
Aggiornamento: 14:32

Antenne e 5G: punto a favore per Capriasca Ambiente

Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso anche di 622 cittadini contro il progetto proposto da tre compagnie telefoniche

antenne-e-5g-punto-a-favore-per-capriasca-ambiente
Antenna (Ti-Press)

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di Capriasca Ambiente e di 622 cittadini che si erano schierati contro la decisione del Municipio di Capriasca di concedere la licenza edilizia per l’introduzione della tecnologia 5G, con la sostituzione di nove antenne e il montaggio di parabole su un’antenna già esistente in zona Sala Capriasca/Vaglio, progetto proposto dalle compagnie telefoniche Sunrise, Salt e Swisscom. In sostanza l’associazione aveva invocato la violazione dei principi pianificatori e di coordinamento, esprimendo per il resto preoccupazioni circa l’impatto della tecnologia 5G sulla salute.

Accogliendo il ricorso, il governo cantonale – come spiega alla nostra redazione il presidente di Capriasca Ambiente Fulvio Gianinazzi – "ha indicato che il Dipartimento del territorio era tenuto ad analizzare l’adempimento dei requisiti di cui all’art. 24 Lpt, in particolare l’ubicazione vincolata e la ponderazione degli interessi, essendo il fondo fuori zona edificabile. Nello specifico il governo ha rilevato che il dipartimento, nel preavviso trasmesso al Municipio e parte integrante della licenza edilizia, 'non poteva prescindere da una verifica tecnica della necessità funzionale del singolo impianto nel luogo previsto' per rapporto ai bisogni di copertura del territorio, ai limiti posti dall’Orni e ad altre ubicazioni possibili. E ciò anche se un importante impianto con una tecnologia però meno potente risulti già presente. Il CdS ha evidenziato inoltre che nella decisione impugnata il Dipartimento del territorio è venuto meno anche nell’analisi del secondo requisito, necessario per costruire fuori zona edificabile, ovvero la ponderazione tra interesse privato (delle compagnie telefoniche) e interesse pubblico; in particolare il CdS ha evidenziato che 'nell’ambito del presente giudizio è sufficiente rilevare che nella ponderazione degli interessi contrapposti vanno considerati anche gli aspetti paesaggistici e le esigenze di protezione del bosco. Valutazioni che il dipartimento ha appunto omesso di soppesare”.

Il Consiglio di Stato termina rilevando che in queste circostanze “il ricorso va dunque accolto, annullando la decisione municipale impugnata, siccome fondata su accertamenti insufficienti”. Sarebbe stato infatti compito del Municipio, annota ancora Gianinazzi, "rilevare come il preavviso dipartimentale era carente, scostandosi dallo stesso o rinviando gli atti al Territorio per approfondimenti. Alla luce del giudizio governativo e della forte opposizione della popolazione (622 cittadini), Capriasca Ambiente invita il Municipio, in futuro, a negare un’eventuale nuova richiesta di licenza edilizia, qualora le compagnie telefoniche, esperiti necessari approfondimenti, dovessero ripresentare domanda di costruzione. Va detto infatti che il Municipio può scostarsi da un eventuale futuro preavviso positivo del Dipartimento del territorio".

Leggi anche:

5G? No grazie da Capriasca Ambiente

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
7 ore
Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’
Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
7 ore
Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione
Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
Ticino
8 ore
Premi cassa malati, deduzioni in più per i figli verso il sì
Lega, Plr, Centro e Udc sottoscrivono il rapporto che dà via libera alla loro iniziativa. Il Ps: ‘Valutiamo il referendum, favorisce i più ricchi’
Ticino
8 ore
Preventivo, il sì borghese vincolato alla revisione della spesa
Lega, Plr, Centro e Udc sostengono la previsione per il 2023 del governo (-80 milioni), ma con dei paletti. Il Ps: ‘No a queste politiche neoliberiste’
Ticino
9 ore
Targhe, Centro e Udc firmano un rapporto senza maggioranza
Calcolo della nuova imposta di circolazione, la Lega per ora si defila mentre Plr e Ps confermano il loro no al testo Dadò/Pamini. E il clima è teso
Mendrisiotto
9 ore
Il Nebiopoli 2023 svela i suoi contenuti
Il Carnevale di Chiasso sarà in programma dal 2 al 5 febbraio. Ampliato il Villaggio, oltre ai consueti appuntamenti anche ospiti internazionali
Locarnese
9 ore
PCi, la guerra in Ucraina ‘rispolvera’ i rifugi atomici
Il Consorzio ha avviato su tutto il territorio controlli dei bunker in caso di catastrofe nucleare. Attese nuove ondate di rifugiati e novità per la sede
Bellinzonese
9 ore
Squadra esterna di Biasca, a processo per vie di fatto
La Procura ha firmato un Decreto d’accusa nei confronti di un operaio comunale, che si è opposto. Si va in Pretura penale
Bellinzonese
10 ore
La 19enne era al rave: con la conferma si cercano testimoni
La polizia grigionese invita quanti sono a conoscenza dello stato di salute della ragazza all’evento della diga della Roggiasca a contattare il comando
Mendrisiotto
17 ore
Da Berna un sostegno per il ‘centro di partenza’ di Rancate
Passa all’unanimità agli Stati la concessione di una somma forfettaria ai Cantoni che in situazioni straordinarie gestiscono centri asilanti provvisori
© Regiopress, All rights reserved