laRegione
26.08.21 - 12:51
Aggiornamento: 16:42

Lugano, potenziata la direzione scolastica

Il corpo docenti conta 18 nuovi insegnanti. Previsti vari progetti a favore degli allievi e una formazione continua per gli insegnanti

lugano-potenziata-la-direzione-scolastica
Ti Press

A pochi giorni dall’avvio del nuovo anno scolastico il Capodicastero Formazione, Sostegno e Socialità, Lorenzo Quadri e il Direttore generale dell’Istituto scolastico di Lugano Fabio Valsangiacomo hanno presentato le principali novità relative alle scuole
cittadine. Presente anche Paola Mäusli-Pellegatta del Servizio Linea del Dipartimento educazione cultura e sport (Decs).

Comprensorio del Bertaccio dalla Zona Centro alla Zona Collina

Il Municipio di Lugano - su proposta della Direzione delle Scuole, alla luce dell’esperienza maturata negli ultimi anni - ha deciso di potenziare gli organi dirigenziali dell’istituto scolastico allo scopo di aumentare ulteriormente la presenza sul territorio delle Direttrici e dei Direttori. La figura del/la direttore/trice aggiunto/a - già presente dal 2019 nella Zona Monte Boglia, la più grande ed estesa dell’istituto - verrà introdotta in tutte le Zone. Le altre quattro direzioni di zona potranno quindi contare su un’ulteriore mezza unità dirigenziale, che andrà ad affiancarsi ai/alle Direttori/trici. I nuovi Direttori aggiunti - nominati dal Municipio nel corso dell’estate - sono Stefano Bonoli (attuale vicedirettore degli istituti scolastici di Morbio Inferiore e Vacallo), e Sara Boutefah (fino a giugno docente di Scuola elementare a Molino Nuovo). Un altro cambiamento organizzativo riguarda il passaggio del comprensorio del Bertaccio dalla Zona Centro alla Zona Collina: viene così riequilibrato il numero di allievi nelle due Zone che già attualmente hanno in comune i servizi extrascolastici presso la Mensa di Besso.

Formazione per gli insegnanti dell’istituto scolastico

Con la recente riunione del Collegio docenti dell’istituto scolastico ha preso avvio una formazione per i 300 insegnanti delle Scuole di Lugano, mirata allo sviluppo di relazioni interpersonali e al benessere. L’avvio è avvenuto con una relazione della professoressa Piera Gabola, insegnante presso l’Alta Scuola pedagogica del Canton Vaud. Il percorso formativo è stato co-costruito dal Gruppo direttori di Lugano e dal Servizio Linea del Decs, dopo un’attenta analisi del contesto scolastico attuale e delle numerose proposte formative già offerte dall’istituto. L’argomento è ritenuto centrale per la scuola odierna e la formazione si svilupperà approfondendo in particolare le tematiche “Il colloquio difficile e l’ascolto” e “La gestione delle emozioni”. In considerazione dell’elevato numero di docenti partecipanti, la formazione si svilupperà durante i prossimi due anni scolastici e continuerà come approfondimento nei diversi comprensori della Città (scuole dell’infanzia ed elementari di quartiere).

Pronti al suono della campanella 18 nuovi insegnanti

Come tutti gli anni il Municipio di Lugano ha provveduto alle nuove assunzioni. Quest’anno sono ben 18 i nuovi insegnanti che prenderanno servizio presso l’istituto scolastico, in qualità di docenti titolari della Scuola dell’infanzia o elementare, di docenti d’appoggio, di educazione alle arti plastiche, di educazione musicale e di educazione fisica.

Alcuni esempi di progetti a favore degli allievi

L’Aula nel bosco di Brè, aperta nel corso del 2020, pur in un periodo contraddistinto dall’allarme sanitario legato al Covid-19 ha avuto un’occupazione di ben 61 giornate nel corso dell’anno scolastico 2020-2021. La maggior parte delle giornate è stata dedicata all’accoglienza di classi dell'istituto scolastico in collaborazione con il Museo di Storia Naturale e il Museo in Erba, due importanti realtà integrate sul territorio comunale. Per il prossimo anno scolastico si è aggiunta un’ulteriore proposta didattica per le classi
dell’istituto scolastico in collaborazione con la Civica Filarmonica di Lugano. Gli allievi potranno passare una mattinata presso l’Aula di Brè all’insegna dei suoni del bosco e alla scoperta delle relazioni tra la grande musica e la natura. Un ulteriore progetto riguarda l’Esposizione filatelica mondiale di Lugano Helvetia 2022: “Il mio quartiere in un francobollo”. Cinque classi di quarta elementare di Lugano, una per Zona, potranno avvicinarsi al mondo della filatelia grazie a un progetto interdisciplinare mirato a produrre dei veri francobolli ideati dagli allievi sul tema del quartiere in cui vivono. I francobolli, grazie agli organizzatori della manifestazione, verranno poi stampati e regalati agli allievi, dopo essere stati esposti alla mostra internazionale prevista dal 18 al 22 maggio 2022 al Centro Esposizioni di Lugano. Le classi saranno seguite dall’illustratrice Jasmine Bonicelli, che avrà il compito di aiutare gli allievi, attraverso un percorso didattico composito, a realizzare il proprio francobollo.

I numeri dell’istituto scolastico

Il numero totale di allievi dell’istituto scolastico di Lugano è 3'515, suddivisi in 1'288 di Scuola dell’infanzia (media di 19 allievi per sezione) e 2'227 nella Scuola elementare (media di 18 allievi per classe). Il numero di sezioni di Scuola dell’infanzia è pari a 69, mentre invece le classi di Scuola elementare sono 124. Ritenuta la conformazione del territorio della Città, la realtà dell’istituto scolastico passa da piccole sedi (la più piccola quella di Brè con 11 allievi di Scuola elementare) ad altre più grandi (la più grande quella di Probello-Pregassona con 221 allievi di Scuola elementare).

Edilizia scolastica

Con l’avvio dell’anno scolastico aprirà la nuova sede di Scuola dell’infanzia di Molino Nuovo, che ospita quattro sezioni. Un’ulteriore sezione di Scuola dell’infanzia e le due a orario prolungato saranno provvisoriamente ospitate nello storico stabile Bossi. A edificazione ultimata anche la quinta sezione di Scuola dell’infanzia si trasferirà nel nuovo edificio. Si segnalano inoltre i cantieri già avviati o in fase di avvio: nuova Scuola dell’infanzia di Sonvico con tre sezioni e mensa per la Scuola elementare; nuova mensa presso il nuovo centro scolastico di Viganello; lavori di ristrutturazione e ampliamento della Scuola elementare di Loreto e nuova Scuola dell’infanzia di Cadro, con quattro sezioni e mensa scolastica.
In Consiglio comunale sono inoltre pendenti i seguenti messaggi: richiesta di un credito di 3 milioni di franchi inerente ai lavori di manutenzione straordinaria della sede di Scuola montana di Nante; richiesta di un credito di progettazione e appalti di 395mila franchi relativo alla Scuola elementare e dell’infanzia di Villa Luganese per l’ampliamento della sede e per interventi di manutenzione straordinaria; richiesta di un credito di 27,85 milioni franchi per la realizzazione di un nuovo centro scolastico a Viganello, in zona La Santa, comprendente Scuola elementare, palestra, Scuola dell’infanzia, asilo nido, uffici della Polizia di quartiere e dell’Amministrazione pubblica.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
45 min
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
1 ora
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’.
Grigioni
8 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
8 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
9 ore
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
10 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
10 ore
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Bellinzonese
11 ore
Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’
Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
11 ore
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Ticino
15 ore
Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)
È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
© Regiopress, All rights reserved