laRegione
18.08.21 - 17:15
Aggiornamento: 18:05

Processo per usura a Lugano: locatore gentile o strozzino?

Un 50enne alle Correzionali è accusato di aver spillato oltre 100 mila franchi a una sua inquilina, ma lui nega. La pubblica accusa ha chiesto 12 mesi sospesi

di Guido Grilli
processo-per-usura-a-lugano-locatore-gentile-o-strozzino
Ti-Press
Pigioni al centro del processo

Un locatore gentile o uno scaltro strozzino approfittatore? È questa la domanda alla quale dovrà rispondere la Corte delle Assise correzionali di Lugano nel processo a carico di un 50enne italiano residente a Lugano, comparso in aula stamane per rispondere del reato di usura. Ma lui si professa innocente.

Condanna o assoluzione. La sentenza settimana prossima

Secondo la procuratrice pubblica, Chiara Borelli, l'imputato ha fatto leva sulla debolezza di una donna, alla quale nella primavera del 2013 il 50enne ha affittato l'appartamento di sua proprietà a Lugano-Loreto, proponendole un contratto decisamente al di fuori dei canoni e che, secondo il magistrato, prefigura il reato di usura, per cui ha proposto una pena di 12 mesi sospesi con la condizionale. La difesa, rappresentata dall'avvocato Yasar Ravi, ha invece chiesto il pieno proscioglimento. La Corte, presieduta dal giudice Siro Quadri, pronuncerà la sentenza la settimana prossima.

La pp, Chiara Borelli, durante la sua requisitoria ha tracciato il profilo della presunta vittima: una donna che soffriva di solitudine e che viveva nel disagio sociale, in uno stato di degrado a causa di un'operazione per un tumore, che l'ha vista morire un anno dopo, nel 2014. Al momento di conoscere l'imputato, la donna, secondo i medici che l'avevano avuta in cura, era in grado d'intendere e volere «ma con qualche riserva, data la sua fragilità». Ebbene, secondo il magistrato l'imputato ha sfruttato il suo stato di bisogno, facendole firmare un contratto di locazione inconsueto: una pigione di 23 mila franchi versata seduta stante per il canone di un anno. E poi, dopo pochi giorni, altri 90 mila franchi, quale versamento anticipato di pigioni per altri 4 anni. L'imputato - ha evidenziato la pp Borelli - ha persino accompagnato la donna in banca a prelevare i soldi. Di più. Ha pure presenziato a un'udienza all'Autorità regionale di protezione dove la donna è stata convocata in margine alla nomina di un tutore, vista la sua incapacità a gestire le proprie finanze, per "controllare", a mente dell'accusa, che la sua inquilina non svelasse i versamenti e gli anticipi del contratto di locazione e per non destare sospetti. «C'era fra noi un rapporto di cortesia. Quando aveva bisogno, perché non aiutarla?» - s'è difeso l'imputato. La difesa ha chiesto dal canto suo la piena assoluzione del proprio assistito. Il legale ha escluso il reato di usura, in quanto non vi è stata sproporzione tra il vantaggio ottenuto dalla presunta vittima e la prestazione offerta, ossia la locazione dell'appartamento. 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
6 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
9 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
10 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
10 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
12 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
12 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
12 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
13 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
14 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
16 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved