laRegione
15.08.21 - 19:21
Aggiornamento: 19:44

In coda per l'ultima immagine di Marco Borradori

Diverse centinaia di persone in visita alla camera ardente del sindaco di Lugano disposta a Palazzo civico. Quattro registri per omaggi e dediche

di Guido Grilli
in-coda-per-l-ultima-immagine-di-marco-borradori
Fotoservizio TI-PRESS
L'ultimo saluto

Stamattina, all'apertura della camera ardente e per almeno le prime due ore delle visite, la coda delle persone che hanno voluto tributare il proprio omaggio a Marco Borradori, morto mercoledì dopo un arresto cardiaco, arrivava oltre Piazza della Riforma, all'imbocco di via Nassa. Poi il flusso si è fatto più fluido ma sta proseguendo di ora in ora - c'è tempo ancora fino alle 22 e domani dalle 8 alle 22 per vedere per l'ultima volta il politico, scomparso prematuramente a 62 anni. Il cordoglio, silenziosamente e con compostezza, vede sfilare uomini, donne, giovani di ogni età; attendere il proprio turno e giungere davanti al feretro.

Corone di rose tutt'intorno

L'ultima immagine del sindaco, oltre il vetro della bara disposta sotto un gazebo bianco al centro del patio di Palazzo civico, restituisce il suo celebre volto, cravatta viola e un elegante completo scuro, le mani unite. Accanto al feretro una lunga rosa e davanti una corona di rose bianche e rosse. Dietro, a far da sentinella, un uomo del Corpo Volontari Luganesi, con la carabina messa di traverso e al suo fianco un ufficiale della Città. E poi tutt'attorno al recinto che delimita lo spazio allestito per la camera ardente, altre corone di rose con nastri sui quali sono indicati i mittenti dei rispettivi omaggi: la Lega dei Ticinesi, il Collegio degli esperti del Piano direttore della Nuova Lugano, i Taxi della Città di Lugano, "I tuoi City Angels", la Lega in Consiglio comunale, e altri ancora.

Patrick Bossola è uno dei rappresentanti del Corpo Volontari Luganesi in servizio. «Facciamo turni di due ore. Sono in molti ad entrare nel patio, arrivano a flusso continuo» - assicura, al suo quarto anno in seno all'organismo cittadino. «Se conoscevo Borradori? Certo, una persona che lascia un vuoto incolmabile. L'ultima volta l'ho visto per la festa del 1. agosto». Il nostro interlocutore osserva che i «fischi ricevuti durante la cerimonia devono avergli fatto parecchio male»  e di aver visto quella sera un «sindaco insolitamente stanco. Sicuramente le pressioni ricevute in questi mesi hanno inciso». Uno dei due custodi di Palazzo civico, Paolo Medica, fa osservare dal canto suo quanto «quasi tutti coloro che hanno deciso di partecipare al momento di commiato hanno apposto una firma, una dedica e chi persino scritti di mezza pagina su uno dei quattro libri-registro disposti all'ingresso e all'uscita della camera ardente». Parole che resteranno impresse nella Storia.

 

Leggi anche:

Marco Borradori è morto

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
5 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
8 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
9 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
10 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
12 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
12 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
12 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
12 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
14 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
16 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved