laRegione
marco-campione-del-tennis-tavolo-dall-estrema-tenacia
Una passione giovanile mai sopita
+2
13.08.21 - 05:10
Aggiornamento : 16:04

‘Marco, campione del tennis tavolo dall’estrema tenacia’

Ennio Balmelli, allenatore negli anni 70, di Borradori, ricorda la timidezza e l’impegno enorme che il compianto sindaco di Lugano ci metteva in ogni cosa

Marco era un ‘ragnetto’. Braccia e gambe lunghissime, magrissimo, tanto agile che ci arrivava dappertutto». Lo disegna così Ennio Balmelli, riaprendo quelle ricche pagine di vita e di sport che scrissero insieme negli anni 70. Lui allenatore, diplomato a Macolin, Borradori, 5 anni più giovane, promessa della Società tennis tavolo di Lugano. «La sua gioventù ne fu completamente occupata. Aveva 13 anni quando approdò con il fratellino Mario. Ma lui ci mise un impegno enorme che lo portò a numerosi risultati a livello svizzero. Era veloce e, se devo essere sincero, pur non essendo tecnicamente dotatissimo, riusciva a supplire a questa debolezza con un allenamento costante e intenso. E proprio questa estrema tenacia l’ha portato a un livello notevole tanto da essere considerato uno dei migliori giocatori di sempre che ha avuto il nostro cantone». Con il piccolo Borradori, Balmelli raccolse tantissime soddisfazioni: «Incredibili quelle che mi diede questa prima covata di giovani. Marco l’ho accompagnato fino alla Nazionale juniores, quando già nella sua grande attività in Ticino non si perdeva una competizione. Vinse una ventina di titoli cantonali, fra juniores, doppio e individuali assoluti. A un certo punto decise di smettere... in parecchi tentammo di fargli cambiare idea ma non c’è stato nulla da fare. Quella pagina della sua vita la considerava ormai voltata, anche se ha sempre seguito le partite della squadra luganese».

‘Mai una parola fuori luogo’

Formatore e ‘fratello maggiore’, Balmelli ha continuato a frequentare il futuro sindaco anche quando da adulti le loro strade, pur prendendo percorsi diversi, si sono incrociate più volte: «Già da bambino Marco era molto timido, estremamente educato, mai una parola fuori luogo. Una timidezza per la quale non avrei mai scommesso su una sua ‘discesa in campo’. Da avvocato, mi chiedevo ‘come un timido potesse fare una professione così esposta...’. Anche per questo sono rimasto molto sorpreso quando ha abbracciato la carriera politica e dei risultati straordinari che poi ha ottenuto. A ogni passo che ha compiuto gli ho sempre scritto e lui mi ha sempre risposto. Si trovava bene in mezzo alla gente tanto che aveva una capacità comunicativa incredibile».

Ricordi del tennis tavolo. Dietro Ennio Balmelli

Dopo lo sport per Balmelli venne la musica: «Con Marco ho avuto molto a che fare come presidente dei Cantori delle Cime. Occupiamo da 20 anni uno stabile della Città. E lui è sempre stato un grandissimo amico dei Cantori non mancando mai un evento importante, prima al Palazzo dei congressi e poi al Lac. Teneva discorsi bellissimi ed era per noi un prezioso punto di riferimento». Sono molti gli episodi che riaffiorano da quel grosso volume di ricordi: «Uno lo tengo nel cuore. A Lugano era in corso un incontro della Nazionale juniores svizzera. Io ero lì come spettatore. Marco aveva perso la prima partita. Il suo allenatore per la successiva gli impose, lui giocatore d’attacco, di mettersi più in difesa. Ma Marco capiva che non era nelle sue corde e venne verso di me con fare interrogativo. Gli dissi: ‘Marco la testa è tua, fai il gioco che meglio credi!’ e vinse quella partita. Quando si metteva in mente di fare qualcosa non ce n’era per nessuno! Nella politica non sempre però è possibile e Marco ha patito le sue belle sconfitte. L’ho sempre considerato una persona profondamente onesta, se ha fatto qualche errore l’ha fatto sempre in buonissima fede. Senza dimenticare la sua gran cura della propria privacy, non aveva paura di metterci la faccia, come quella volta che ha affrontato la popolazione per i guai finanziari del padre che aveva deciso di sostenere moralmente. Insomma, questo gli va riconosciuto, non ha mai schivato l’oliva».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ennio balmelli lugano marco borradori tennis tavolo
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
9 min
Altro passo avanti per il nuovo quartiere Officine di Bellinzona
La documentazione relativa alla variante di Piano regolatore sarà consultabile dal 30 maggio al 28 giugno al Dicastero territorio e mobilità di Sementina
Ticino
20 min
‘Che anche i docenti sopra il 50% possano diventare deputati’
Lo chiede un’iniziativa elaborata dell’Mps. Movimento che inoltre lunedì in Gran Consiglio presenterà 5 emendamenti per aiuti allo studio fino ai 60 anni
Luganese
37 min
Polizia del Vedeggio: il clima si fa più teso
Cresce il malumore all’interno del Corpo dopo l’inchiesta amministrativa. E il vicecomandante, sospeso, ricorre al Consiglio di Stato
Ticino
37 min
Imposte di circolazione: Ppd, Lega e Udc tirano dritto e firmano
In Gestione accelerata sulla riduzione del balzello chiesta dai popolari democratici. Gli altri partiti: una forzatura, mancano le risposte del governo
Luganese
38 min
Lugano, ‘inaccettabile la variante per Villa Favorita’
Non piace la promenade, che invece di essere a lago si snoderebbe accanto alle strade esistenti a monte. Inoltrate a Palazzo civico le osservazioni
Ticino
47 min
Gli industriali ripensano il futuro del Ticino
Aiti ha stilato un documento di lavoro all’indirizzo di istituzioni e politica per lanciare un dibattito a largo spettro nella società
Grigioni
3 ore
Escursionista tedesco perde la vita in Val Calanca
Venerdì l’uomo, un 48enne, è precipitato per circa 70 metri lungo una parete rocciosa sopra il Lagh de Calvaresc. Oggi il ritrovamento del cadavere
Ticino
3 ore
Da Piazzogna a Soazza: temporali di ‘intensità rossa’
Dal Gambarogno, il fronte di maltempo dovrebbe spostarsi nei Grigioni, sconfinando anche nel Sottoceneri
Ticino
3 ore
Il nibbio reale torna a nidificare in Ticino
Prima gli avvistamenti di alcuni esemplari solo svernanti o estivanti. Ma ora rieccolo anche a fare la sua ‘casa’ a Sud del San Gottardo
Ticino
8 ore
Nessun paziente Covid nei reparti di cure intense in Ticino
Non si registrano decessi da una settimana. Domani l’ultimo report quotidiano: i dati pandemici cantonali saranno successivamente diffusi ogni mercoledì
© Regiopress, All rights reserved