laRegione
11.08.21 - 19:37
Aggiornamento: 21:30

Scherrer: 'Marco voleva bene alle persone, e loro gliene volevano'

Così, a margine dell'incontro tra politica e Locarno Festival, un affranto sindaco di Locarno. Nicola Pini, Presidente Gran Consiglio: 'Un politico, e uomo, che ti vedeva'

scherrer-marco-voleva-bene-alle-persone-e-loro-gliene-volevano
Marco Borradori (Ti-Press)

«È un giorno triste per chi vi parla e per tutti noi che nutriamo profondi sentimenti di stima e affetto per un uomo sempre vicino agli eventi del Festival. Ci siamo chiesti, io per primo, se fosse rispettoso mantenere questo evento. Non è stata una decisione facile». Marco Borradori se n’è andato nel pomeriggio in cui la politica avrebbe incontrato il Locarno Film Festival, prologo di una serata in onore del Gran Consiglio del Canton Ticino ridimensionata per forma e contenuti, mantenuto nella sua sola parte istituzionale e introdotto, in quelli che sarebbero stati gli ultimi minuti di vita del sindaco di Lugano, dalle suddette parole pronunciate in apertura d’incontro dall’omologo locarnese, Alain Scherrer. «Marco è un caro amico da sempre», ci dirà più tardi sulla via d’uscita dal PalaCinema. «Mi ha accolto con simpatia sin dall’inizio, ben prima che io entrassi in politica, ben prima che diventassi sindaco. Era fatto così: Marco era uno che voleva bene alle persone, e le persone gliene volevano». Troppo «emotivamente coinvolto» per qualsiasi altra digressione sulla perdita politica oltre che umana.

Guardando alla mera ‘contabilità’ oraria, Marco Borradori si è spento con le ultime parole pronunciate al PalaCinema, quelle di Nicola Pini, Presidente del Gran Consiglio, a chiudere un lungo elenco di «cose che avrei voluto dire» ma impossibili da dire «per la mancanza di qualcuno che era solito essere qui dove siamo oggi, un uomo delle istituzioni, dedito alla cosa pubblica, amante della vita, della gente, dello sport, del territorio e amante del Festival». Un uomo che «con tatto, sorriso, linguaggio e cordialità impressionanti ha affrontato le prove più complesse della vita». Così sul palco; così negli esterni del PalaCinema: «Ci si dimentica spesso – dice Pini a laRegione – che dietro la figura istituzionale ci sono uomini e donne. Questa riunione, per la parte ufficiale, si è tenuta perché lui, amante del Festival, lo avrebbe voluto. Giusto venerdì scorso, io, il sindaco Scherrer e Marco ci siamo trovati qui, e Marco è stato l’ultimo a lasciare il PalaCinema per il suo spirito di attaccamento». Un’ultima parola per il Borradori dai modi garbati: «Era un politico e un uomo che ti vedeva, che ti considerava come persona, e che aveva modi gentili con i quali poter intavolare un discussione pur partendo da posizioni opposte, tenendo e facendo tenere un registro di cordialità all’interno del dibattito che consentiva la possibilità di un dialogo, in funzione di una soluzione spesso condivisa».

Leggi anche:

Marco Borradori è morto

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
5 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
6 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
7 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
9 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
9 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
9 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
9 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
11 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
13 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved