laRegione
13.07.21 - 11:34
Aggiornamento: 17:24

Piscina di Carona, l'Mps sostiene la petizione

Per il movimento, è inaccettabile il progetto del Municipio di Lugano: 'La battaglia è simile a quella lanciata contro il Polo sportivo e degli eventi'

piscina-di-carona-l-mps-sostiene-la-petizione
Il progetto, per l'Mps, equiivale a una privatizzazione (Ti-Press)

L’Mps sostiene la petizione lanciata dall’associazione XCarona contro "l’ennesimo inaccettabile progetto del Municipio di Lugano, questa volta teso a privatizzare la piscina di Carona che deve rispondere principalmente ai bisogni della popolazione. Questo spiega perché, alla stessa stregua di una scuola, di un ospedale, o di qualsiasi altra struttura che risponda a un bisogno, possa anche generare dei deficit". Nel caso concreto, continua l'Mps, "si parla di 143'000 franchi l’anno. Naturalmente il Municipio non si preoccupa di riflettere su come sfruttare meglio la preziosa infrastruttura. Coglie invece l’occasione per avviare un progetto di privatizzazione, mettendo nelle mani dei privati un bene pubblico importante". Secondo il Movimento per il socialismo, "oltre al progetto di privatizzazione, questa operazione costituisce un intervento ambientale inutile e dannoso, poiché saranno costruiti non meno di 30 bungalows di lusso in una zona pregiata dal punto di vista naturalistico e paesaggistico. I 6 milioni di franchi che il Municipio vuole spendere per il progetto di privatizzazione basterebbero a finanziare l’attuale deficit della piscina di Carona per 41 anni!". Per l'Mps, questa è una battaglia simile a quella lanciata contro il Polo Sportivo degli Eventi (Pse): anche in questo caso, il Municipio di Lugano sfrutta i bisogni sociali sportivi della popolazione per proporre un’operazione che andrà ad aumentare i profitti dei grandi gruppi capitalistici (Credito Svizzero e HRS), generando un aumento pesante della spesa pubblica e andando a impattare in maniera importante sull’ambiente e sul territorio".

Leggi anche:

Piscina di Carona, partita la petizione contro il glamping Tcs

Carona, 'la piscina deve restare pubblica'

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
17 min
A2 a sud, pronti a partire con uno studio di fattibilità
Il Cantone si fa carico di analizzare le due varianti proposte sullo spostamento del tracciato autostradale. La Crtm incontrerà i responsabili del Dt
Grigioni
17 min
San Bernardino, applausometro 7 su 10 per Artioli e progetti
Un successo la presentazione a Mesocco: 400 posti di lavoro in inverno e 250 in estate, gettito fiscale quintuplicato e 40 milioni per gli impianti
Luganese
17 min
Lugano, la casa da gioco compie vent’anni e fa tornare i conti
Limitato l’impatto della concorrenza campionese, il casinò affronta la questione energetica e invia la richiesta di rinnovo della concessione federale
Bellinzonese
10 ore
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
11 ore
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
Grigioni
14 ore
Sindaco di Lostallo, Moreno Monticelli pronto a rinunciare
Municipio riconfermato in blocco: ‘Lavoriamo bene, se Giudicetti vuole continuare io faccio un passo indietro’. A Castaneda la novità è Salvanti
Ticino
16 ore
I Verdi approvano la lista col Ps: ‘Saremo la vera novità’
L’Assemblea ha ratificato le candidature di Samantha Bourgoin e Nara Valsangiacomo per il Consiglio di Stato. ‘Bisogna puntare al raddoppio in governo’
Video
Ticino
1 gior
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
2 gior
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
2 gior
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
© Regiopress, All rights reserved