laRegione
12.07.21 - 11:53
Aggiornamento: 16:41

Lugano, condannato per malversazioni finanziarie

Inflitti dieci mesi di detenzione, con la condizionale per due anni, a un uomo di 52anni per amministrazione infedele e bancarotta fraudolenta

lugano-condannato-per-malversazioni-finanziarie
L'impuato ha usato i soldi per comprarsi un'auto e costruire una casa in Marocco (Ti-Press)

Ha usato per i suoi interessi personali poco più di 153'000 franchi, soldi prelevati dalla società (ora in liquidazione) di cui era socio unico e gerente. Lo ha fatto attraverso quattro bonifici a debito accesi in un istituto di credito di Lugano verso due relazioni bancarie in Marocco a lui riconducibili. Il denaro gli è servito per acquistare un'auto e finanziare la costruzione di una casa nel Paese nordafricano. Non ha contestato i reati di amministrazione infedele qualificata, bancarotta fraudolenta e frode nel pignoramento, l'imputato 52enne di nazionalità italiana comparso oggi in aula penale di fronte al giudice Marco Villa, presidente della Corte delle Assise correzionali di Lugano. Il processo si è concluso nel giro di un'ora.

L'imputato ha ammesso i reati

L'uomo residente nel nord Italia è tuttora attivo professionalmente nel Luganese. I reati li ha commessi nel giro di due anni dal giugno 2014 al marzo 2016 agendo in qualità di amministratore di patrimonio della società, dalla quale ha diminuito in maniera fittizia gli attivi arrecando un danno quantificato in 86'000 franchi a un creditore. Non solo. Ha pure cagionato procedure esecutive per un importo totale di oltre 300'000 franchi e l'emissione di sette attestati di carenza beni per 16'000 franchi. Difeso dall'avvocato Olivier Ferrari, l'imputato ha ammesso i fatti illustrati nell'atto d'accusa stilato dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli. Al termine della breve istruttoria dibattimentale, le parti si sono accordate per una richiesta pena di dieci mesi di detenzione, sospesa condizionalmente per un periodo di prova di due anni. Una richiesta confermata nella sentenza pronunciata dal giudice Marco Villa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
6 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
7 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
8 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
10 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
10 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
10 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
10 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
12 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
14 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved