laRegione
05.07.21 - 14:32
Aggiornamento: 16:54

Autogestione a Lugano, iniziativa Udc 'Adéss Basta!' fallita

Il partito non è riuscito a raggiungere entro la scadenza di oggi le 3 mila firme necessarie e trasforma la raccolta in petizione

di Guido Grilli
autogestione-a-lugano-iniziativa-udc-adess-basta-fallita
TI-PRESS
'No a un'autogestione al di sopra della legge'

Raccolta di firme fallita. L'Udc di Lugano manca l'obiettivo - che scadeva oggi - delle 3 mila firme necessarie per la convalida della sua iniziativa popolare comunale, intitolata "Adéss Basta!". Lo fa sapere in un comunicato stampa lo stesso partito: "Malgrado l’impegno profuso e il riscontro iniziale le 3000 firme necessarie non sono state raccolte entro il termine ufficiale odierno. La petizione richiede che la Città conceda spazi ai giovani per attività in spirito di autodeterminazione ma a regole ben precise e, soprattutto, nel rispetto della legge e dell'ordine pubblico".

'Una certa diffidenza da parte della popolazione'

L’Udc fa sapere ora di voler trasformare l'iniziativa popolare in petizione. E il partito così motiva l'insuccesso: "I fatti del 26 maggio 2021 (in realtà la notte del 29, ndr.) e tutto ciò che ne è conseguito, soprattutto a livello politico e mediatico, ha generato una certa diffidenza da parte della popolazione, riscontrata da tutti coloro che erano impegnati sul campo nella raccolta delle sottoscrizioni. Una diffidenza che ha giocoforza impattato il risultato finale". Scrive ancora il partito cittadino: "L'Udc di Lugano nel pieno rispetto della nostra democrazia diretta, intende dunque dare voce ai 2823 cittadini aventi diritto di voto a Lugano, depositando a fine estate la petizione e proseguendo dunque la raccolta firme, permettendo così di sottoscriverla anche a coloro che finora ne erano esclusi". 

Leggi anche:

Le ruspe hanno demolito il Molino

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
1 ora
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
1 ora
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Bellinzonese
2 ore
Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’
Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
2 ore
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Ticino
6 ore
Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)
È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
Locarnese
6 ore
Hangar 1, il Cantone risponde alle Città
Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
Bellinzonese
1 gior
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
1 gior
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
1 gior
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
© Regiopress, All rights reserved