laRegione
02.07.21 - 15:21
Aggiornamento: 16:35

Ex Macello di Lugano, confermata la presenza di amianto

Il Ministero pubblico comunica i risultati dei prelievi in profondità: alcuni materiali contengono sostanze pericolose ma l'area resta sicura

ex-macello-di-lugano-confermata-la-presenza-di-amianto
Arrivano conferme dai risultati dei prelievi in profondità: c'è amianto e altre sostanze potenzialmente nocive (Ti-Press)

È confermata la presenza di amianto e idrocarburi policiclici aromatici (Pah) in singoli oggetti che non sono presenti in quantitativi importanti rispetto alla massa delle macerie e dei rifiuti di un edificio dell'ex Macello abbattuto, su ordine della maggioranza del Municipio di Lugano, dalle ruspe nella notte fra sabato 19 e domenica 30 maggio. Lo ha reso noto il Ministero pubblico sulla scorta dei risultati degli esami dei materiali prelevati in profondità lo scorso 17 giugno sotto il cumulo di detriti nell'area posta sotto sequestro. Come già riscontrato durante i prelievi in superficie, ricorda la Procura, è stata nuovamente confermata la presenza puntuale di alcuni materiali contenenti potenzialmente pericolosi ma non sono per contro state evidenziate tracce di amianto (o indizi di altre sostanze pericolose) nel materiale fine sul sedime. Intanto, pure la Sezione protezione aria, acqua e suolo ha confermato che la zona delimitata e sottoposta a sequestro è al momento sicura e priva di effetti dannosi per la popolazione e l'ambiente. Diversi materiali sul sedime sono da considerarsi come rifiuti speciali che, al momento del dissequestro, dovranno essere smaltiti applicando misure particolari per adempiere alle esigenze ecologiche prescritte dalle normative edilizie e ambientali.

Leggi anche:

Le ruspe hanno demolito il Molino

Lugano, tornano le ruspe all'ex Macello

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
3 ore
Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci
Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
8 ore
Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti
Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Ticino
19 ore
Città dei mestieri, ‘un punto centrale, ora bisogna irradiarsi’
Presentato il bilancio del terzo anno: in continua crescita gli utenti alla ricerca di informazioni su formazione professionale e mondo del lavoro
Mendrisiotto
19 ore
Truffe per almeno due milioni di franchi: venti mesi sospesi
Condannato alle Assise correzionali di Mendrisio un 67enne per fatti avvenuti tra il 2012 e il 2014. Danneggiate oltre 19 persone.
Ticino
19 ore
Aumento delle stime fiscalmente neutro, oltre 17mila le firme
I promotori dell’iniziativa popolare costituzionale hanno depositato oggi in Cancelleria le sottoscrizioni
Ticino
20 ore
‘La polizia farà la sua parte per ridurre la spesa pubblica’
Lo ha detto Norman Gobbi durante l’annuale Rapporto di Corpo della Cantonale. ‘Positivo il bilancio del 2022 e la capacità di adattamento’
Ticino
20 ore
‘Bandir gennaio’ non bandisce anche i radar
Come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 30 gennaio al 5 febbraio
Ticino
22 ore
Aiti: senza garanzie, meglio lo stop al telelavoro da febbraio
L’associazione industriali ticinesi ritiene ‘ragionevole’ la sospensione senza un nuovo accordo che regoli la fiscalità dei frontalieri in telelavoro
Luganese
22 ore
Assolto in Appello l’ex maestro di Montagnola
Per la Carp non è stato possibile accertare un pericolo per lo sviluppo psichico degli allievi. Mauro Brocchi era stato condannato in primo grado nel 2019
Bellinzonese
1 gior
Oltre al carovita, a Bellinzona c’è il ‘caro’- estinto
Secondo un rapporto di Mister Prezzi, il capoluogo ticinese ha le tariffe più alte per cremazione e camera mortuaria fra tutte le capitali cantonali
© Regiopress, All rights reserved