laRegione
ex-macello-primi-interrogatori-allo-scaricabarile
TI-PRESS
Le macerie tuttora sotto sequestro
laR
 
16.06.21 - 19:32
Aggiornamento: 20:05

Ex Macello: primi interrogatori allo 'scaricabarile'

Procede a ritmo serrato l'inchiesta penale sulla demolizione della sede degli autogestiti. Presto saranno sentiti i municipali di Lugano

Primi interrogatori, dai quali prevarrebbe perlopiù un atteggiamento allo "scaricabarile". Sarebbe questa, una prima - e ancora parziale - risultanza dell'inchiesta condotta dal procuratore generale, Andrea Pagani e dal procuratore pubblico capo, Arturo Garzoni, avviata per far luce su eventuali responsabilità penali in seguito alla demolizione dell'ex Macello di Lugano, sede degli autogestiti, nella notte di sabato 29 maggio. All'indagine, il Pg starebbe dedicando massima priorità da una decina di giorni, ricostruendo passo a passo la cronologia e gli eventi sfociati nel clamoroso abbattimento dello stabile. Un'inchiesta che si preannuncia complessa, non da ultimo per gli apparati coinvolti nella vicenda: quello politico-istituzionale e quello giudiziario.

Un'indagine contro ignoti 

Il procedimento penale avviato dalla Magistratura, anche sulla scorta della denuncia sporta dai Verdi, è contro ignoti. Le ipotesi di reato riguardano la violazione intenzionale, subordinatamente colposa, delle regole dell'arte edilizia e infrazione alla legge federale sulla protezione dell'ambiente. Gli inquirenti non hanno escluso la possibilità di approfondire eventuali abusi di potere da parte delle autorità. Intanto, i municipali di Lugano, dovrebbero essere interrogati dagli inquirenti la prossima settimana. Rappresentante legale dell'autorità cittadina è l'avvocato Elio Brunetti, che abbiamo cercato di raggiungere senza esito. Intanto, il Corriere del Ticino ha riferito che, dopo aver interpellato alcune delle ditte intervenute la notte del 29 maggio all'ex Macello, l'ipotesi della demolizione del solo tetto - tesi, questa, sostenuta in estrema sintesi dal Municipio di Lugano - non è mai stata loro ventilata. Numerose rimangono le domande aperte alle quali l'inchiesta della Magistratura dovrà far luce. 

Leggi anche:

Le ruspe hanno demolito il Molino

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
10 ore
Chiasso, la piscina quadrata non riaprirà
La decisione è stata presa a titolo precauzionale a seguito della perdita di cloro. Da metà settembre la vasca sarà oggetto di analisi approfondite
Luganese
11 ore
Tentato assassinio, c’era alta tensione tra padre e figlio
In via di miglioramento il 22enne. Ieri avrebbe dormito fuori casa per sfuggire alle pesanti liti. Trovata dalla polizia l’arma, un Flobert calibro 22
Grigioni
12 ore
Grigioni, individuato un ottavo branco di lupi
È stato chiamato ‘Wannaspitz’. Attualmente si aggira fra i comuni di Vals, Lumnezia e Ilanz
Bellinzonese
12 ore
A Giubiasco quasi un milione per l’ex palazzo comunale
Dopo una prima fase di risanamento strutturale, è ora necessario installare la nuova caldaia e un impianto per rinfrescare
Bellinzonese
12 ore
Castellinaria, ‘Mercato coperto più accogliente e accessibile’
Per Flavia Marone (presidente del festival) la struttura di Giubiasco presenta vantaggi sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario
Grigioni
13 ore
Torneo Grandinani quest’anno declinato anche al femminile
Football: nel weekend del 13 e 14 agosto i campi di Roveredo e Lostallo accolgono la 16esima edizione dell’evento nazionale U14
Ticino
14 ore
Sgarbi multato dalla Polizia cantonale. ‘Mai più in Svizzera’
Il critico d’arte e parlamentare italiano è stato fermato in quanto il suo autista avrebbe acceso il lampeggiante quando si trovava ancora in Svizzera
Bellinzonese
15 ore
Fitto programma per la tregiorni di feste ad Arbedo-Castione
Online il sito con gli eventi previsti al campo sportivo e sul territorio per sottolineare i 200 anni dall’aggregazione e i 600 dalla battaglia
Luganese
15 ore
Agno, il padre ha tentato di uccidere il figlio
Restano gravi le condizioni di salute del 22enne, ferito gravemente ieri dal papà successivamente arrestato. Entrambi risiedono a Rovio
Bellinzonese
16 ore
Auto fuori strada a Claro, deceduto il guidatore
Si tratta di un 77enne svizzero domiciliato in Riviera. L’auto che guidava era uscita di strada finendo in un fossato
© Regiopress, All rights reserved