laRegione
27.05.21 - 15:21
Aggiornamento: 19:40

Ex allenatore volontario Hcl in aula per coazione sessuale

Parzialmente reo confesso, il cinquantenne ex municipale di Canobbio, a processo alle Criminali di Lugano accusato di abusi su minorenni

di Guido Grilli
ex-allenatore-volontario-hcl-in-aula-per-coazione-sessuale
TI-PRESS
L'aula penale

Ripetuta coazione sessuale, atti sessuali con fanciulli e pornografia: sono questi i capi di imputazione dei quali dovrà rispondere a processo a partire da martedì prossimo, 1 giugno, davanti alla Corte delle assise criminali di Lugano, l'ex allenatore volontario del settore giovanile dell'Hockey Club Lugano, che tra il 2001 e il 2013, avrebbe abusato sessualmente di tre minorenni che allora militavano nella squadra, adescandoli e portandoli al proprio domicilio, dove si sarebbero svolti i fatti. Il cinquantenne, arrestato il 4 ottobre 2016 e parzialmente reo confesso, dovrà rispondere degli stessi reati anche su un quarto ragazzino della sua cerchia familiare. Decine, secondo l'inchiesta penale condotta dalla procuratrice pubblica, Chiara Borelli, sarebbero stati gli episodi compiuti dall'uomo. 

La perizia psichiatrica non ammette alcuna scemata responsabilità 

Il cinquantenne, ex municipale e per più legislature già consigliere comunale a Canobbio, di professione insegnante, difeso dall'avvocato Roberto Rulli, si presenterà al processo a piede libero. L'Hockey club Lugano, nell'autunno 2016, subito dopo aver appreso dell'arresto dell'ex allenatore e le ipotesi di reato, ha disposto nei suo confronti una diffida che gli vieta categoricamente di avvicinarsi alla pista di ghiaccio della Corner Arena. Il processo si svolgerà sull'arco di due giorni. La Corte delle assise criminali di Lugano sarà composta dai giudici, Mauro Ermani (presidente), Monica Sartori-Lombardi e Aurelio Facchi e dagli assessori giurati. La perizia psichiatrica, svolta dopo l'arresto del cinquantenne, non ammette alcuna scemata responsabilità.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
3 ore
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
6 ore
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
Luganese
7 ore
Lugano Region: ‘Risultati migliori del previsto’
I pernottamenti del 2022 superano quelli degli anni prepandemici, ma si guarda al 2023 con prudenza. Spaventa in particolare l’inflazione.
Mendrisiotto
7 ore
Arzo: fu tentato omicidio, inflitti sei anni e mezzo di carcere
La Corte di appello e di revisione penale pronuncia una nuova sentenza nei confronti dell’uomo che strinse il collo della moglie fino a farla svenire
Ticino
8 ore
Casse malati, 11mila firme per gli sgravi. E un asino che raglia
La Lega consegna in governo le sottoscrizioni all’iniziativa per la deducibilità integrale dei premi. Poco dopo la sinistra porta i regali per i ricchi
Ticino
8 ore
‘No a qualsiasi scenario che impedisca al popolo di votare’
Marina Carobbio e il (molto probabile) seggio vacante al Consiglio degli Stati post Cantonali, il presidente cantonale dell’Udc pianta già qualche paletto
Locarnese
9 ore
La ‘trappola’ in via Arbigo: ‘Il mio cane poteva morire’
Brutta esperienza per una giovane di Losone, che portando a spasso l’amico a 4 zampe ha evitato per poco che ingoiasse una penna ‘travestita’ da boccone
Ticino
10 ore
Superamento dei livelli, parla Bertoli: ‘Serve segnale chiaro’
Dopo il niet di Speziali e le critiche di sindacati e docenti, il direttore del Decs: ‘Pronto a fugare ogni dubbio, la politica non meni il can per l’aia’
Mendrisiotto
11 ore
Novazzano ‘non è meno sicuro di altri comuni’
Durante il Consiglio comunale di lunedì il Municipio ha risposto a un’interpellanza sulla rapina avvenuta il 28 novembre in un’abitazione.
Luganese
11 ore
Lugano, folle fuga sotto l’influsso di cocaina: condannato
La Corte delle Assise criminali ha inflitto al 25enne ventitré mesi sospesi con la condizionale. L’imputato ha ammesso tutti i fatti.
© Regiopress, All rights reserved