laRegione
cartellino-rosso-ex-capo-della-biglietteria-hcl-condannato
TI-PRESS
La Corte ha rifatto i conti
20.05.21 - 12:28
Aggiornamento : 17:54

Cartellino rosso, ex capo della biglietteria Hcl condannato

Inflitta pena pecuniaria sospesa per appropriazione indebita a un 52enne. Nella stagione 2017-18 si era intascato 50 mila franchi

Negava tutto, ma la Corte non gli ha creduto e dopo un meticoloso lavoro di ricostruzione contabile ha emesso un verdetto di condanna. L'ex capo della biglietteria dell'Hockey Club Lugano, 52 anni, reo di aver compiuto innumerevoli storni contabili ingiustificati nella vendita di abbonamenti ai tifosi per la stagione 2017-18, intascandosi oltre 50 mila franchi, è stato riconosciuto colpevole di ripetuta appropriazione indebita. La pena, inflitta dal giudice Siro Quadri, presidente della Corte delle Assise correzionali di Lugano, è stata di 120 aliquote giornaliere di 100 franchi l'una sospese con la condizione per un periodo di prova di due anni e una multa di 1000 franchi. L'imputato è stato invece prosciolto dal reato di falsificazione di documenti. La richiesta di risarcimento del maltolto, avanzata dall'avvocato Edy Meli, rappresentante dell'accusatore privato, è stata rinviata al foro civile. 

A conti fatti, l'ex capo della biglietteria ha compiuto 47 storni ingiustificati

Lo storno contabile è un'operazione di annullamento di un'operazione, che è ammessa solo se giustificata - ha evidenziato il giudice Quadri durante la lettura della sentenza. E le operazioni compiute dal 52enne avevano altri fini, appropriarsi indebitamente del denaro, finito appunto nelle tasche dell'imputato. La Corte ha ripercorso interamente la perizia contabile agli atti. L'esito? L'ex capo della biglietteria, che aveva giustificato il suo agire sostenendo di aver compiuto storni contabili durante il pagamento degli abbonamenti nella stagione hockeystica 2017-18, perché talora i tifosi chiedevano di cambiare posto in tribuna o sugli spalti oppure perché non avevano con sé i soldi per pagare l'abbonamento annuale, è stato sbugiardato. La Corte, infatti, non ha trovato nessun riscontro relativo alle tesi addotte dal 52enne, che è dunque stato condannato.

L'uomo era stato indagato nel novembre 2017, dopo che da controlli di cassa erano emerse operazioni non chiare, specie durante la chiusura di giornata. Di qui il licenziamento da parte della direzione del club e l'avvio dell'inchiesta da parte dell'allora pp Fiorenza Bergomi (incarto ereditato in aula dal nuovo pp. Daniele Galliano). L'imputato, difeso dall'avvocato Raffaele Caronna, che si era battuto per l'assoluzione, aveva dichiarato sin dal suo primo interrogatorio: "Di soldi non ne ho presi". Ma la Corte è giunta a una conclusione diametralmente opposta. Molti gli indizi a suo sfavore, fra cui quello che uno storno contabile, di regola, viene svolto pochi minuti dopo un'operazione. Invece le verifiche del giudice hanno appurato che esse avvenivano ore dopo, l'indomani o persino nei giorni festivi, addirittura a... ferragosto. «La tesi dell'imputato vacilla anche attorno alle dichiarazioni rese dalle due cassiere, che hanno svolto rari storni e giustificati» - ha infine evidenziato la Corte. 

 

 

 

 

Leggi anche:

Quei soldi 'spazzati' all'Hockey club Lugano

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
52enne appropriazione indebita biglietteria condannato ex capo stagione
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Locarnese
7 min
Fiamme in un appartamento in via San Jorio a Locarno
Vasto dispiegamento di pompieri poco prima delle 8 per domare l’incendio, sviluppatosi all’ultimo piano di una palazzina
Ticino
2 ore
Un Arcobaleno per ogni deputato? ‘Il santo non vale la candela’
L’iniziativa di Ermotti-Lepori e Berardi (Ppd) per favorire l’uso del trasporto pubblico non convince a Commissione parlamentare ‘Costituzione e leggi’
Ticino
2 ore
‘Chi propone la polizia unica non conosce la realtà ticinese’
Felice Dafond, Associazione dei comuni: non ci sono motivi per rivedere l’organizzazione attuale, le polcom garantiscono la sicurezza di prossimità
Locarnese
2 ore
‘Non rissa, ma aggressione. Dobbiamo dire basta tutti insieme’
Festa liceale interrotta, parla la vittima: ‘Quei violenti venivano da fuori. Cercavano solo un pretesto per attaccar briga. Le istituzioni reagiscano’
Grigioni
11 ore
San Vittore: audit esterno e querele archiviate dalla Procura
Coira ha firmato due Decreti d’abbandono per la sindaca e un membro della Gestione denunciatisi a vicenda. Istituto analizzerà l’Amministrazione comunale
Ticino
12 ore
Il Conservatorio: ‘Formazione musicale, la politica ora agisca’
Nel Rapporto 2021 il direttore Brenner a 10 anni dal voto popolare ‘bacchetta’ per i ritardi. Medici: ‘Offriamo un’educazione di alta valenza formativa’
Mendrisiotto
12 ore
Uno scippo e poche rapine, ma più sfratti e atti giudiziari
La sicurezza tiene nella Regione I di Polizia nel Sud del Mendrisiotto. A mettere a dura prova i cittadini sono le difficoltà effetto della pandemia
Ticino
12 ore
Capanne pronte ad accogliere gli escursionisti
L’offerta della Federazione alpinistica ticinese si è arricchita di altri ottanta posti letto
Ticino
13 ore
Il turismo rallenta, ma l’estate sarà ottima
Difficilmente si replicherà la stagione dello scorso anno, ma le prospettive restano positive per gli operatori del settore
Gallery
Bellinzonese
13 ore
Serravalle, in scena ‘Visioni di una battaglia in corso’
Il 26, 27 e 28 di maggio il Teatro Tan di Biasca ritornerà ad animare la fortezza bleniese con la pièce di Remo Binosi
© Regiopress, All rights reserved