laRegione
09.05.21 - 10:40

Vandali in azione alla scuola Steiner di Origlio

La caffetteria è stata devastata nel corso della notte. La Polizia è sul posto per effettuare i rilievi

vandali-in-azione-alla-scuola-steiner-di-origlio
I danni
+1

«Siamo scioccati». Sono queste le prime parole di Silvia Carloni, presidente del comitato della Scuola Steiner di Origlio. Questa notte l'istituto è stato preso di mira dai vandali. I danni sono stati scoperti questa mattina dal personale di pulizia che si è recato a pulire l'asilo e ha effettuato un giro di controllo della scuola, chiusa per la quarantena di istituto stabilita dall'Ufficio del medico cantonale. A essere presa di mira è stata la caffetteria, andata completamente distrutta. «Fa male – aggiunge Silvia Carloni –. Chi ci vuole così male? Siamo una scuola che sta cercando di fare del suo meglio. La notizia della quarantena d'istituto è pubblica: chi ha agito sapeva che non avrebbe trovato nessuno all'interno della struttura». La caffetteria era stata realizzata dalle mamme «in una costruzione di legno. C'è proprio stata la volontà di distruggere la bellezza». Stando a una prima valutazione, anche se non ancora quantificabili, i danni sono molto ingenti.

Questa mattina la Polizia cantonale si è recata sul posto per effettuare i rilievi del caso e verificare l'eventuale presenza di altri danni. L'istituto presenterà denuncia.

Pochi mesi fa, ricorda la presidente, la Scuola Steiner ha subito un altro furto. Dopo aver rotto una finestra, il vandalo (o i vandali) hanno sottratto delle merendine. «Abbiamo fatto denuncia – conclude Silvia Carloni –. Abbiamo comunque pensato a una bravata. Quella di questa notte non lo è stata».

Leggi anche:

Quarantena di istituto alla scuola Steiner di Origlio

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
23 min
Giubiasco, furgone urta un’auto e si rovescia sul fianco
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di oggi attorno alle 13.30. Il bilancio, fornito da Rescue Media, parla di due feriti apparentemente non gravi
Bellinzonese
45 min
Nuova area Tir di Giornico, molto più di un centro di controllo
Inaugurato il Ccvp: costato 250 milioni, verifica le anomalie dei camion diretti verso il Gottardo. Con lo svincolo opportunità per l’area industriale
Locarnese
1 ora
Lavizzara, il marmo è più vivo che mai e va riorientato
Municipio, enti pubblici e sponsor pronti a sostenere la Fondazione per la scultura e il suo braccio operativo per affinare nuove strategie promozionali
Luganese
1 ora
Prostituzione illegale nei centri massaggi, due gli arresti
In stato di fermo una 50enne cittadina ungherese residente in Italia e un 47enne cittadino italiano residente nel Luganese
Locarnese
6 ore
Sbanda e centra la Giudicatura di pace
Singolare incidente della circolazione in territorio di San Nazzaro. Ingenti danni alla vettura e allo stabile
Locarnese
6 ore
Muralto: il futuro di via della Stazione si chiama ‘Urbania’
La Renzetti Properties Sa conferma punto per punto i dettagli del progetto per il fronte urbano del comparto che ospita il Grand Hotel
Bellinzonese
7 ore
Nuovo giallo a Bellinzona sulle orme della Banda dei Cedri
Sabato 3 dicembre nella sala del Consiglio comunale Gionata Bernasconi e Lietta Santinelli presenteranno il loro romanzo per ragazzi
Ticino
10 ore
Livelli, Speziali chiude la porta: ‘Il Decs ritiri il messaggio’
Il presidente del Plr sull’ultima proposta di superamento dei corsi A e B alla scuola media: ‘Deludente e inconsistente, da noi troppo ottimismo iniziale’
Locarnese
10 ore
Losone, una ‘rivoluzione’ da (non) buttare nel cestino
Tra novità già attuate e altre in arrivo, il Comune locarnese può considerarsi un precursore nella strategia di gestione dei rifiuti
Bellinzonese
10 ore
Area di servizio a Giornico, progetto ridotto ma ancora vivo
Ridimensionato l’investimento di 12 milioni inizialmente previsto. Per realizzare la ‘Green Station’ la Sa chiede all’Aet di collaborare
© Regiopress, All rights reserved