laRegione
Luganese
23.04.21 - 15:20
Aggiornamento: 17:19

Pregassona, il sentiero di Selvapiana preoccupa i Verdi

Interrogazione al Municipio di Lugano sul prospettato allargamento dello storico passaggio di Pregassona

pregassona-il-sentiero-di-selvapiana-preoccupa-i-verdi
Ti-press

Che ne sarà di via Selvaplana, antico sentiero storico di Pregassona alta 'minacciato' da un allargamento atto all'edificazione di un fondo privato. Ne abbiamo riferito venerdì 16 aprile: la popolazione ella zona si è mobilitata raccogliendo 590 firme, in una petizione che chiede la salvaguardia di questo angolo di collina. Dopo la mobilitazione, arriva ora anche una interrogazione in Consiglio comunale, presentata dal gruppo dei Verdi (primo firmatario il Consigliere comunale Nicola Schönenberger-.

I Verdi al Municipio cittadino chiedono sostanzialmente una verifica della situazione alla luce delle numerose criticità emerse, dalla tutela di una via storia (presente sul relativo inventario nazionale) alla presenza di una antica chiesetta, dotata di preziosi affreschi. L'allargamento di via Selvapiana venne approvato a larga maggioranza dal Consiglio comunale di Lugano nel luglio del 2019. Una verifica ulteriore, perché in realtà la questione è già stata affrontata anche in sede giudiziaria, quando una modifica di poco conto del Piano regolatore di Lugano venne avversata di confinanti, poi bocciati dal Tribunale amministrativo perché il sentiero in questione non è protetto dallo stesso Pr luganese. I Verdi chiedono ora un esame più approfondito degli aspetti storico-culturali, di integrare i principi dell'Inventario federale delle vie storiche nel Piano regolatore, e chiedono infine un paio di garanzie "se proprio si vuole procedere subito all'opera", ovvero deve restare confermato il limite massimo di 14 tonnellate per i veicoli in transito (si parla di una deroga a 18 tonnellate) e va posta una particolare attenzione al progetto esecutivo dell'opera, che deve limitarsi allo stretto necessario.

Leggi anche:

Da sentiero storico a strada: proteste a Pregassona

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni
Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
2 ore
Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’
Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
5 ore
Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’
Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
5 ore
Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn
Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Luganese
12 ore
Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage
L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Ticino
15 ore
‘Non si aggiungano ulteriori materie di studio al Liceo’
Tra ‘grandi scetticismi’ e ‘totale concordanza’, il Cantone risponde alla consultazione federale in merito alla Revisione dell’Ordinanza sulla maturità
Luganese
15 ore
Lugano, da Radio Rsi a Città della Musica con 21 milioni
Licenziato il messaggio municipale per l’acquisto dello storico stabile di Besso. Un’operazione che, spiega Badaracco, genererà 55 milioni di investimenti
Gallery
Grigioni
16 ore
A lezione d’integrazione sui banchi di Roveredo
Da lunedì tredici adolescenti fuggiti dall’Ucraina hanno iniziato a districarsi fra matematica e italiano nel padiglione 1 della Casa di cura Immacolata
Bellinzonese
17 ore
Osogna, ‘con macchinisti istruiti si riducono gli infortuni’
È stato inaugurato ufficialmente il Centro di formazione professionale Macchine della Ssic Ticino che, inoltre, valorizza una regione periferica
Mendrisiotto
17 ore
‘Il palazzo reale delle menzogne’, 6 anni al principe Selassié
La Corte delle Assise criminali di Mendrisio lo ha riconosciuto colpevole e condannato per truffa per mestiere e falsità in documenti
© Regiopress, All rights reserved