laRegione
guerra-fra-i-croupier-per-le-mance
Ti-press
Confine
19.04.21 - 18:06
di Marco Marelli

Guerra fra i croupier per le mance

I 'part time' che erano attivi al Casinò di Campione ora reclamano la loro parte

Guerra fra croupier al Casinò di Campione d'Italia per le mance, lasciate sui tavoli verdi dai giocatori vincenti. Venticinque croupier par time, in servizio nei fine settimane e nei giorni festivi, nel 2018, nei mesi in cui la casa da gioco era ancora aperta, hanno presentato un esposto al giudice del lavoro Gian Luca Ortone del Tribunale di Como, per reclamare una quota superiore della loro quota di mance basta oltre che sulle giornate di lavoro ma anche sui giorni di ferie e di malattia. Le mance, ricordiamo venivano equamente suddivise tra Casinò e croupier, che provvedeva in autonomia fra di loro.

Il giudice del lavoro Ortone accogliendo il ricorso ha riconosciuto ''il diritto dei ricorrenti alla ripartizione delle mance secondo i medesimo criterio utilizzato per i resistenti, lavoratori ''full time'', e quindi in base ai giorni retribuiti'' per cui ha condannato ''ciascuno dei resistenti a restituire ai ricorrenti i maggior importi singolarmente ricevuti a titolo di mance, rispetto a quelli effettivamente spettanti, per il quinquennio antecedente la notifica del ricorso''. Le somme in ballo non sono indifferenti. Non si esclude che possano esserci altri ricorsi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
campione casinò croupier mance
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
11 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
13 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
13 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
14 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
14 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
15 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
17 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
20 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
Luganese
21 ore
Approvvigionamento energetico, Ail stoccano gas in Italia
Il Ticino è dipendente dalla disponibilità del Paese limitrofo, unica rete alla quale è collegato, a continuare a lasciar transitare gas verso la Svizzera
© Regiopress, All rights reserved