laRegione
Salernitana
0
Atalanta
0
1. tempo
(0-0)
Ajoie
4
Ambrì
0
3. tempo
(3-0 : 0-0 : 1-0)
Bienne
3
Davos
0
3. tempo
(0-0 : 2-0 : 1-0)
Zugo
1
Friborgo
1
2. tempo
(1-1 : 0-0)
Langnau
1
Zurigo
5
2. tempo
(0-1 : 1-4)
Lakers
4
Losanna
1
3. tempo
(2-0 : 2-0 : 0-1)
Ginevra
2
Lugano
4
3. tempo
(1-1 : 1-2 : 0-1)
lugano-i-bambini-di-5a-elementare-piu-di-2-ore-sull-iphone
TI-PRESS
Troppo connessi
Luganese
29.03.21 - 16:590
Aggiornamento : 17:26

Lugano, i bambini di 5a Elementare piu di 2 ore sull'iphone

I risultati della campagna 'Sbullo' della città rilevano alcuni campanelli d'allarme. I dispositivi sottraggono inoltre ore di sonno agli allievi

Un sondaggio "vox populi" tra gli allievi riguardo all'uso dello smartphone/ tablet, anonimo e senza pretesa scientifica, ha fatto emergere che il 99% utilizza tali device, siano essi propri o in prestito dai genitori. Il 46% degli allievi, inoltre, afferma di utilizzarli più di 2 ore al giorno. Ciò è l'equivalente di un mese cumulato all'anno (730 ore annue, ossia 30 giorni pieni all'anno). Va per contro osservato che il 61% degli allievi afferma di aver già provato a ridurre il tempo di utilizzo (anche con l’aiuto dei genitori) e la metà di questi afferma di esserci riuscito. E ancora: il 40% degli allievi si è detto irascibile o nervoso, quando viene “disturbato” durante l’utilizzo di un telefono connesso a internet, per esempio se mamma o papà chiamano per la cena. E il 19% degli allievi afferma infine di perdere ore di sonno perché rimane connesso anche di notte (ha accesso a internet di notte) e il 55% degli allievi dichiara di fare fatica ad addormentarsi la sera.

La campagna di prevenzione e i consigli

I dati emergono al termine della campagna di prevenzione “Sbullo”, organizzata dalla polizia città di Lugano con la collaborazione dell'Istituto scolastico della Città di Lugano, che si è svolta durante i mesi di febbraio e marzo ed è stata rivolta alle ragazze e ai ragazzi di quinta Elementare. Il sergente capo Claudio Mastroianni e l'appuntato Patrick Bruehwiler hanno incontrato 510 allievi, suddivisi in 28 classi, coinvolgendoli riguardo non solo al tema del bullismo e dei suoi effetti potenzialmente drammatici, bensì anche quello sull'uso di smartphone e tablet, oltre ad altri temi ancora, quali quello del rispetto, dell’identità e delle differenze, della stima e dell’autostima, delle emozioni e del loro riconoscimento. I due formatori hanno inoltre trattato i temi tipici giovanili, quali quello della violenza, dei furti, dei danneggiamenti e dei graffiti.

Un ampio capitolo è infine stato dedicato al tema dei pericoli in rete. In questo campo particolare, e sempre più crescente, sono stati offerti i consigli per affrontare consapevolmente i rischi che si possono incontrare navigando nella rete e utilizzando i social network. Quali "nativi digitali" - è stato evidenziato - è importante che i ragazzi apprendano quanto prima l'importanza della protezione dei propri dati personali e quali siano i rischi che si corrono quando foto e selfie sono caricati sui social network.

Il sondaggio rappresenta uno spunto informativo nei confronti degli allievi di 5a Elementare, segnatamente ai genitori, invitati affinché il proprio figlio compia un uso consapevole delle nuove tecnologie. Ecco i consigli per i genitori: sostenete vostro/a figlio/a nell’acquisizione di competenze mediali; incoraggiate vostro/a figlio/a a confidarsi con voi; non temete di affrontare il tema del cybermobbing o del cyberbullismo, anche se voi stessi non siete tanto pratici di laptop, tablet e smartphone. E ancora: se osservate cambiamenti di comportamento in vostro/a figlio/a, parlate con lui/lei delle possibili cause del cybermobbing; raccogliete le prove di eventuali attacchi di cybermobbing o cyberbullismo; discutete di un eventuale caso di cybermobbing o cyberbullismo anche con l’insegnante di classe e/o con il servizio scolastico responsabile.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
3 ore
‘Imponimento’, chieste condanne per 630 anni complessivi
La proposta è stata avanzata dal procuratore aggiunto e dai due sostituti della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro
Luganese
6 ore
Party illegale al Parco Saroli: interviene la polizia
Oltre un centinaio di giovani si è riunito stanotte per fare festa. Secondo uno di loro, gli agenti avrebbero fatto uso di pallottole di gomma e spray al pepe
Ticino
8 ore
Eitan e il nonno controllati a Lugano? La polizia nega
Shmuel Peleg e il nipote, accompagnati da un misterioso autista, non sarebbero stati fermati prima di giungere all’aeroporto
Locarnese
16 ore
Cannabis, ‘la Svizzera guarda avanti ma il Ticino è fermo’
Il punto con Sergio Regazzoni, coordinatore dell’Associazione cannabis ricreativa. Intanto a Cugnasco-Gerra arrivano 206 firme ‘anti-puzza’ da coltivazione outdoor
Mendrisiotto
16 ore
Salta l’accordo fra Chiasso e Balerna sulle case anziani
Balerna abbandona il progetto di creare un ente autonomo con i vicini. Ma Chiasso è deciso a centrare l’obiettivo, ma in solitaria
Luganese
16 ore
Piscina di Savosa, scatti sott’acqua a caccia della luce
Quattro ballerine, una macchina fotografica e, sullo sfondo, luoghi della cultura: sono gli ingredienti di ’Fluttuazioni Divine’ di Franco Taranto
Ticino
1 gior
La destinazione Ticino è piaciuta anche con la pandemia
Uno studio dell’Università di San Gallo ha fatto emergere il valore turistico del territorio. Attività all’aperto e aree verdi, gli atout su cui puntare
Mendrisiotto
1 gior
Masseria di Vigino, il Cantone assicura la tutela del bene
L’interesse c’è. E anche la disponibilità a cedere il complesso a potenziali promotori (con tanto di sussidi). Purché il progetto sia rispettoso
Luganese
1 gior
Lugano, un pic-nic per sensibilizzare contro il Covid Pass
Si è svolta nella calma l’azione spontanea di protesta in centro città contro le discriminanti disposizioni decise dal Consiglio federale.
Bellinzonese
1 gior
Lumino, il prezzo del nubifragio ammonta a oltre un milione
Il Municipio chiede due crediti per coprire gli interventi già sostenuti e preventivati. Con i sussidi cantonali, l’onere netto per il Comune sarà di 360mila franchi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile