laRegione
Luganese
28.03.21 - 17:54

Altre sere di movida (ma più tranquilla)

Centinaia di giovani si sono nuovamente trovati alla Foce dopo gli scontri

altre-sere-di-movida-ma-piu-tranquilla
Ti-press/Francesca Agosta
+2

Dopo i violenti disordini del sabato precedente, si attendevano con un certo timore le due serate del week end a Lugano. Si sono ripetute, forse con un volume leggermente minore, le scene di affollamento alla Foce del Cassarate. In entrambe le serate centinaia di persone, perlopiù giovani, si sono trovate presso questa zona a lago.

Per quanto si è potuto vedere, e sapere, stavolta non vi sarebbero stati episodi di violenza rilevanti. Invece, si son creati numerosi assembramenti di giovani, sprovvisti di mascherina ed evidentemente non a 'distanza sociale'; il che indubbiamente  costituisce un rischio sul profilo sanitario, come segnalato dai City angels sul loro profilo Fb. Gli 'angeli della città' sono stati 'ingaggiati' dal Municipio per cercare di fornire un supporto a livello di prevenzione, avendo l'Esecutivo scelto la linea morbida, quella di non chiudere la Foce come invece fatto l'anno scorso dopo un'altra serata sfuggita di mano. Peraltro una City angel avrebbe partecipato a una colluttazione, venerdì sera presso la stazione Ffs, per strappare il coltello di mano a un uomo in stato di ebbrezza. Lo ha raccontato la diretta interessata al Corriere del Ticino, la Polizia ha confermato di essere intervenuta ma non ha menzionato la presenza di un'arma da taglio.

A ogni modo assembramenti più o meno vistosi si notano ormai in diversi punti della città, specialmente sul lungolago: la pazienza da lock-down sembra prossima all'esaurimento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
16 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
16 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
1 gior
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
1 gior
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
1 gior
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved