laRegione
sit-in-del-sindacato-ocst-alla-kerr-dental-di-bioggio
TI-PRESS/Samuel Golay
L'azione sindacale alla Kerr
25.03.21 - 16:27
Aggiornamento: 18:32

Sit-in del sindacato Ocst alla Kerr Dental di Bioggio

L'azienda taglia 100 posti di lavoro. Giovanni Scolari: 'Nessun dialogo sul piano sociale'. Una dipendente: 'Ci lasciano a casa senza prospettive'

Una decina di bandiere arancioni del sindacato Ocst hanno sventolato per un'ora durante la pausa di pranzo, dalle 12 alle 13, davanti alla Kerr Dental di Bioggio, l'azienda che produce materiali dentali e che la scorsa estate ha annunciato di spostare la produzione all'estero e che a scaglioni si sta liberando dei suoi circa cento dipendenti, dopo aver dato loro la disdetta. L'azione sindacale giunge dopo mesi di silenzio da parte dei vertici dell'azienda sul piano sociale che - spiega il sindacalista Ocst Giovanni Scolari - «è stato deciso in modo univoco, senza coinvolgere né noi né i lavoratori». 

Una sola dipendente è uscita dall'azienda per riportare il disagio 

Solo a mezzogiorno inoltrato, dopo che l'azione sindacale sembrava andare deserta da parte dei lavoratori, come di fatto è stato, una sola dipendente, 30 anni, frontaliera come l'80% dell'intero personale, alla Kerr Dental dal 2016, è uscita dall'azienda e ha espresso il disagio sociale ed economico che gli impiegati stanno vivendo in questi mesi, mettendoci letteralmente la faccia, affrontando le telecamere delle televisioni presenti sul posto. «Ci stanno lasciando tutti a casa senza prospettive. Io dovrò lasciare a fine giugno. Lavoro qui da cinque anni. Prendo 2 mila 900 franchi al mese. Il piano sociale dell'azienda non prevede indennità per i figli, penso inoltre a tanti miei colleghi che hanno 40-50 anni e che faticheranno a trovare un'occupazione». Un'altra giovane operaia, lontana dalla manifestazione sindacale, tiene il telefonino incollato e la sigaretta tra le dita. «Non so niente. Io sono alla Kerr da sole due settimane e non so quanto tempo mi terranno» - spiega a laRegione, confermando come l'azienda, nonostante i licenziamenti già effettuati, assume personale attraverso agenzie interinali. 

L'azienda specializzata in apparecchiature destinate agli studi dentari, tra la fine dell'anno e l'inizio 2022 si trasferirà definitivamente dove si trovano già le sue aziende madri, insediandosi in Italia, a Scafati, vicino a Napoli, e a Jicin, nella Repubblica Ceca. Il sindacalista, Giovanni Scolari, evidenzia il motivo del Sit-in: «La ragione è la ristrutturazione annunciata lo scorso anno dalla Kerr Dental, con la scomparsa di tutti i posti di lavoro. Era stato chiesto un piano sociale, in effetti introdotto dall'azienda, però senza possibilità di contrattazione. "Questo è il piano sociale e così lo dovete accettare" è stata e rimane la loro posizione, senza prendere in considerazione una minima desiderata dei dipendenti. Nella cifra messa a disposizione dall'azienda non c'è stato dialogo, bensì una chiusura totale. Oltretutto non ci sono state date risposte a fronte di uscite già avvenute di dipendenti a dicembre e altre - una decina di lavoratori - che arriveranno adesso, in questi giorni, alla fine di marzo. La manifestazione dell'Ocst proposta oggi non rappresenta un'astensione dal lavoro, bensì una sensibilizzazione durante la pausa del pranzo di lavoro».

'Non stanno fallendo, bensì se ne andranno da Bioggio con le tasche piene di soldi'

Ma l'adesione dei lavoratori, salvo l'audacia di una dipendente, non c'è stata. Cosa farete ora? «Certo tenteremo di nuovo da domani di entrare in dialogo con i vertici della Kerr Dental - risponde Scolari - anche se naturalmente non sono così ottimista. Speravamo che i lavoratori partecipassero alla manifestazione». Certo, con in mano già la lettera di licenziamento confermato, che, a seconda di ogni lavoratore, avrà effetto esecutivo comunque nei prossimi mesi, appare difficile un coinvolgimento del personale, sprovvisto oltretutto - ciò che complica le trattative - di un contratto collettivo di lavoro. Ancora il rappresentante del sindacato Ocst: «La Kerr Dental sarà completamente dismessa da Bioggio e trasferita all'estero. Prova ne è che ci sono già impiegate persone che provengono dall'Italia e dalla Cechia che si stanno attivando in termini di formazione per quando saranno produttivi all'estero. Lo sconcerto è questo. Noi chiediamo di venirsi incontro sulle condizioni del piano sociale per riuscire a implementare condizioni accettabili, penso ad esempio al personale con un carico familiare, invece non c'è stata nessuna discussione. E il personale è stanco, patisce per questa presa di posizione dell'azienda». Il sindacalista esprime inoltre il proprio malcontento, perché la Kerr Dental, presente da vent'anni sul territorio ticinese se si considerano le precedenti due società dello stesso gruppo, «non stanno fallendo, al contrario, se ne andranno da Bioggio con le tasche piene di soldi».  

 

Leggi anche:

Nel 2021 la Kerr Dental dirà addio alla produzione a Bioggio

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
kerr dental lavoratori ocst piano sociale sindacato sit-in
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
8 min
Una vecchia vasca del depuratore di Rancate diventa un biotopo
Il progetto è promosso dal Dipartimento del territorio e prevede di ricreare un microclima naturale in una costruzione in calcestruzzo
Ticino
1 ora
Cartello delle auto, la Comco bacchetta 7 rivenditori ticinesi
Per i responsabili sanzioni per un totale di 44 milioni di franchi. Cinque imprese disposte a concludere il procedimento in conciliazione
Ticino
3 ore
‘Anche il Ticino istituisca una Corte dei conti indipendente’
Iniziativa parlamentare di Dadò (Centro) e Aldi (Lega): ‘Come a Vaud e Ginevra, combattere la poca chiarezza e le zone grigie con 3 o 5 magistrati’
Mendrisiotto
3 ore
Riva San Vitale getta l’àncora: il porto si farà
Individuata la zona (Sant’Antonio), saranno creati ulteriori 75 posti barca e recuperate le rive del lago. Messi in consultazione piani e rapporti
Luganese
12 ore
Una famiglia luganese vuole assumere Wonder Woman
Da un annuncio di lavoro innumerevoli richieste e requisiti per la ricerca di una ‘semplice’ baby sitter e collaboratrice domestica
Locarnese
13 ore
Calcio, musica latina e tanti sogni in tasca. Questo era Raùl
Il 19enne, coinvolto in un incidente in moto insieme a un amico sabato scorso a Maggia, è morto martedì sera. Il ricordo di chi gli ha voluto bene.
Luganese
15 ore
Arrivano le misure di sicurezza: filo spinato alla Foce
In vista della Conferenza internazionale sull’Ucraina che inizierà settimana prossima
Bellinzonese
16 ore
Biasca lanciata verso un futuro d’arte e cultura
Il Legislativo ha approvato i crediti per lo studio di fattibilità per il deposito di opere all’ex arsenale e per gli interventi a Casa Cavalier Pellanda
Locarnese
17 ore
Incidente a Maggia: si cercano testimoni
Un’auto e una moto si erano scontrate sabato scorso poco prima delle 15. Deceduto un 19enne.
Locarnese
23 ore
Deceduto il 19enne vittima di un incidente stradale a Maggia
Si trovava a bordo di una moto con un altro ragazzo quando si è scontrato con un’auto guidata da una 21enne
© Regiopress, All rights reserved