laRegione
sgombero-ex-macello-il-molino-pronti-a-scendere-in-piazza
L'ex Macello di Lugano, occupato dal 2002 dal Csoa Il Molino (Ti-Press)
14.03.21 - 18:53

Sgombero ex Macello, il Molino: ‘Pronti a scendere in piazza’

Il centro autogestito prendere posizione sulla questione, definendo “specchietto per le allodole” la sospensione della decisione annunciata dal Municipio

La sospensione della decisione sullo sgombero dell'ex Macello? “Uno specchietto per le allodole”, secondo l'assemblea del Centro sociale autogestito (Csoa) Il Molino, che ritiene si tratti di una tattica del Municipio di Lugano “per coglierci impreparati e procedere speditamente con lo sgombero, così mormorano le voci”. Rumors che, come indicato in una nota, “rispecchiano come al solito quell'atteggiamento infame e subdolo visto anche in piazza lunedì 8 marzo”.

‘Ci stiamo preparando a una risposta’

Gli autonomi, tuttavia, dichiarano di essere pronti – “ci stiamo preparando a una risposta” – e convocano i simpatizzanti “a prendere pubblicamente posizione, a ritrovarsi in centro città lo stesso giorno e a vederci il primo sabato post sgombero per una manifestazione determinata contro sgomberi e repressione in giro per Lugano”.

Lo sgombero, ricordiamo, era stato evocato dal sindaco Marco Borradori in seguito ai tafferugli in stazione, ma una decisione in tal senso non è ancora arrivata: il Municipio è in attesa di precisazioni da parte della Polizia cantonale. Intanto, da più parti si invocano appelli al dialogo.

Leggi anche:

Autogestione a Lugano, la decisione slitta

Manifestazione alla stazione, scontri conclusi senza arresti

Scontri a Lugano: ‘A giorni il rapporto su sgombero Molino’

Lugano, ex Macello: alla ricerca del dialogo perduto

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
autogestione csoa il molino ex macello lugano sgombero
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Un Arcobaleno per ogni deputato? ‘Il santo non vale la candela’
L’iniziativa di Ermotti-Lepori e Berardi (Ppd) per favorire l’uso del trasporto pubblico non convince a Commissione parlamentare ‘Costituzione e leggi’
Ticino
2 ore
‘Chi propone la polizia unica non conosce la realtà ticinese’
Felice Dafond, Associazione dei comuni: non ci sono motivi per rivedere l’organizzazione attuale, le polcom garantiscono la sicurezza di prossimità
Locarnese
2 ore
‘Non rissa, ma aggressione. Dobbiamo dire basta tutti insieme’
Festa liceale interrotta, parla la vittima: ‘Quei violenti venivano da fuori. Cercavano solo un pretesto per attaccar briga. Le istituzioni reagiscano’
Grigioni
10 ore
San Vittore: audit esterno e querele archiviate dalla Procura
Coira ha firmato due Decreti d’abbandono per la sindaca e un membro della Gestione denunciatisi a vicenda. Istituto analizzerà l’Amministrazione comunale
Ticino
11 ore
Il Conservatorio: ‘Formazione musicale, la politica ora agisca’
Nel Rapporto 2021 il direttore Brenner a 10 anni dal voto popolare ‘bacchetta’ per i ritardi. Medici: ‘Offriamo un’educazione di alta valenza formativa’
Mendrisiotto
12 ore
Uno scippo e poche rapine, ma più sfratti e atti giudiziari
La sicurezza tiene nella Regione I di Polizia nel Sud del Mendrisiotto. A mettere a dura prova i cittadini sono le difficoltà effetto della pandemia
Ticino
12 ore
Capanne pronte ad accogliere gli escursionisti
L’offerta della Federazione alpinistica ticinese si è arricchita di altri ottanta posti letto
Ticino
12 ore
Il turismo rallenta, ma l’estate sarà ottima
Difficilmente si replicherà la stagione dello scorso anno, ma le prospettive restano positive per gli operatori del settore
Gallery
Bellinzonese
13 ore
Serravalle, in scena ‘Visioni di una battaglia in corso’
Il 26, 27 e 28 di maggio il Teatro Tan di Biasca ritornerà ad animare la fortezza bleniese con la pièce di Remo Binosi
Mendrisiotto
14 ore
Ospitava uno spacciatore e si faceva pagare in coca: condannato
Un 50enne del Mendrisiotto condannato per complicità all’infrazione aggravata alla Legge sugli stupefacenti. Come ‘affitto’ riceveva la sostanza.
© Regiopress, All rights reserved