laRegione
14.03.21 - 18:34

Lugano, smaltimento acque: è ricorso al Consiglio di Stato

Secondo Raoul Ghisletta, la decisione del Consiglio comunale di respingere l'autorizzazione al Municipio di prelevari i contributi di costruzione è illegale

lugano-smaltimento-acque-e-ricorso-al-consiglio-di-stato
Il ricorrente Raoul Ghisletta, presidente del Ps di Lugano (Ti-Press)

“Illegale, iniqua e arbitraria”. È da rivedere la decisione del Consiglio comunale (Cc) di Lugano riguardo al Piano di finanziamento del nuovo Piano generale di smaltimento delle acque. Lo sostiene il consigliere comunale Raoul Ghisletta, che ha inoltrato un ricorso al Consiglio di Stato.

‘Un debito da 120 milioni’

Il messaggio prevedeva un prelievo di contributi provvisori di costruzione, così come indicato dall'articolo 99 della Lalia (la Legge d'applicazione della legge federale contro l'inquinamento delle acque): 125'000 franchi circa per la copertura dei costi relativi alla preparazione dell'emissione. «I contributi globali per le opere di miglioria legate allo smaltimento delle acque ammontano invece a circa 120 milioni di franchi – ci spiega il presidente sezionale del Partito socialista –. Non prelevandoli, si caricherebbe un debito per investimenti sulle spalle di tutti i contribuenti della Città, debito che per legge va pagato unicamente dai beneficiari degli investimenti effettuati dall'ente pubblico». Ghisletta sottolinea inoltre come la decisione sia da considerarsi illecita, in quanto secondo la Lalia il Cc non potrebbe sottrarsi dall'obbligo di prelevare i contributi di costruzione.

Anche questioni formali

Ma a essere contestata è anche una questione formale: il messaggio non è stato accolto in quanto, appellandosi a un articolo della Legge organica comunale, non è stata raggiunta la maggioranza assoluta dei favorevoli, che a Lugano è di 31. I voti pro sono durante la seduta dell'8 febbraio sono stati infatti 27, 1 astenuto e 25 contrari. Secondo il ricorrente, infatti, per questo tipo di materia non è necessaria una maggioranza assoluta. «I contrari sono esponenti della Lega, dell'Udc e parzialmente del Plr – sottolinea Ghisletta –, è scandaloso. Recuperando questi 120 milioni la Città si pagherebbe da sola il 70% del nuovo Polo sportivo e degli eventi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
4 ore
Camorino, auto in fiamme sullo svincolo della A2
Il fatto è avvenuto ieri sera poco prima delle 23. Non si registrano feriti o intossicati
Gallery
Locarnese
21 ore
La Rega decolla nei consensi e nella simpatia
Ben 14’000 visitatrici e visitatori hanno approfittato dell’opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte della base e dell’hangar
Luganese
23 ore
Inaugurato il nuovo Consorzio depurazione acque della Magliasina
Entrato in servizio a Purasca nel 1987 è stato oggetto di ampliamento e ottimizzazione generale fra il 2018 e il 2022
Luganese
1 gior
Precipita mongolfiera: fra curiosi e passanti... la sorpresa
Si è trattato di un’esercitazione congiunta fra la Società svizzera di salvataggio di Lugano e il Gruppo aerostatico Ticino
Mendrisiotto
1 gior
Case ‘Greenlife’, il Municipio nega la licenza edilizia
A Novazzano l‘esecutivo boccia il progetto del complesso abitativo in zona Torraccia. ’Non è in sintonia con il paesaggio’
Locarnese
1 gior
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
1 gior
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
1 gior
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
1 gior
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
1 gior
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
© Regiopress, All rights reserved