laRegione
Luganese
10.03.21 - 19:47

'Manganellate per scopi politici'

Forum alternativo denuncia le autorità di violenza strumentale contro i molinari

manganellate-per-scopi-politici
Ti-press

"È forte il sospetto di un via libera politico a tale operazione di polizia dal classico duplice intento dei due piccioni con una fava. Da un lato, oscurare il democratico dibattitto sulla parte speculativa abusivamente inserita nell’innegabile bisogno di nuove infrastrutture sportive cittadine, dall’altro quello di raccoglier voti presentandosi agli elettori come gli “uomini duri” che ordinano lo sgombero dopo i tafferugli". Questo il teorema che Forum alternativo, formazione di sinistra in lizza alle prossime elezioni comunali, formula a proposito dei fatti di lunedì sera in stazione a Lugano, quando un gruppo di autonomi si è scontrato con la polizia.

"A Lugano, manifestare contro il patriarcato, il razzismo e l’islamofobia, non è tollerato e va duramente manganellato" sostiene Forum alternativo. "L’ingente dispositivo di poliziotti in tenuta anti sommossa, un presidio circondato senza lasciar via d’uscita, sono elementi indicativi di cosa sia successo quella sera in stazione. Nella scelta dell’uso della forza in una manifestazione, sia nella legge e che nelle forze di polizia, prevale un criterio: la proporzionalità dell’intervento. Se poco meno di un centinaio di persone stava manifestando senza creare particolari problemi d’ordine pubblico, la scelta di circondarli lasciandogli quale unico sbocco il marciapiede parallelo ai binari che sfocia sul parcheggio, ha portato all’inevitabile scontro". 


"La classe dirigente della politica luganese si era già illusa di aver vinto con l’esclusione dell’autogestione dal futuro spazio Macello. Pensare ora di "chiudere la partita” con l’autogestione sgomberando manu manganelli la sede del macello, è ingannevole. L’autogestione è presente in centinaia di forme variegate in tutte le realtà urbane svizzere. Ed è considerata una ricchezza culturale e sociale cittadina, non trattata come un problema di ordine pubblico Lor signori escano dall’orticello per visitare e informarsi coi loro omologhi amministratori delle maggiori città elvetiche. Forse ne ricaveranno qualche spunto che allargherà loro la mente" si legge in un comunicato di Fa.

Leggi anche:

Covid e assembramenti casalinghi, se arriva la polizia

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Losone, una ‘rivoluzione’ da (non) buttare nel cestino
Tra novità già attuate e altre in arrivo, il Comune locarnese può considerarsi un precursore nella strategia di gestione dei rifiuti
Bellinzonese
2 ore
Area di servizio a Giornico, progetto ridotto ma ancora vivo
Ridimensionato l’investimento di 12 milioni inizialmente previsto. Per realizzare la ‘Green Station’ la Sa chiede all’Aet di collaborare
Ticino
2 ore
Livelli, Speziali chiude la porta: ‘Il Decs ritiri il messaggio’
Il presidente del Plr sull‘ultima proposta di superamento dei corsi A e B alla scuola media: ’Deludente e inconsistente, da noi troppo ottimismo iniziale’
Ticino
10 ore
‘Appalti internazionali, si chieda il certificato anti-mafia’
Con una mozione Ermotti-Lepori e altri deputati invitano il Consiglio di Stato a modificare il regolamento della legge sulle commesse pubbliche
Luganese
11 ore
Lugano, crisi in vista: nel 2023 -20% di reddito disponibile
Un rapporto della Statistica urbana prevede tempi duri per i cittadini di Lugano qualora l’attuale crisi perdurasse con la stessa intensità
Luganese
11 ore
Manno, datore di lavoro a processo per omicidio colposo
I fatti riguardano la morte di un suo dipendente nel 2017, caduto da circa 6 metri di altezza mentre lavorava. Secondo la difesa è colpa della vittima
Ticino
12 ore
Ffs, aumentano i passeggeri e i treni in transito in Ticino
Roberta Cattaneo: ‘Alle 70mila persone sui Tilo dobbiamo aggiungere le molte che usano Ir e Ic’. Zali: ‘Traffico passeggeri incrementato del 15%’
Ticino
12 ore
‘È una risposta concreta ai bisogni degli anziani’
La commissione parlamentare Sanità e sicurezza sociale firma il rapporto di Lorenzo Jelmini favorevole alla Pianificazione integrata
Ticino
13 ore
Malattie trasmissibili: esclusione da centri diurni e colonie
La nuova direttiva del medico cantonale estende il campo di applicazione. Giorgio Merlani: ‘Chiediamo il massimo scrupolo’
Mendrisiotto
13 ore
Oggi il punto di riferimento è l’Ente regionale per lo sport
A un anno dal varo si è già risposto ai bisogni del territorio. A cominciare dalla logistica. Lurati: ‘Il 2023 sarà il vero Anno zero’
© Regiopress, All rights reserved