laRegione
09.03.21 - 16:10
Aggiornamento: 10.03.21 - 14:25

Scontri in stazione a Lugano, due letture in contrasto

L'Mps condanna l'agire della polizia mentre Udc e Lega parlano di provocazione anarchica e chiedono lo sgombero dell'ex macello

scontri-in-stazione-a-lugano-due-letture-in-contrasto
Un momento dell'agitata manifestazione alla stazione Ffs di Lugano ieri sera (Ti-Press)

Due interpretazioni contrastanti degli scontri andati in scena ieri sera alla stazione Ffs di Lugano fra una sessantina di anarchici e le forze dell'ordine. Da una parte, giunge la condanna nei confronti dell'agire della polizia, dall'altra viene invocata al Municipio di Lugano fermezza e lo sgombero dell'ex macello dall'occupazione del centro sociale Il Molino.  La condanna arriva da una nota stampa del Movimento per il socialismo (Mps), che ritiene la manifestazione propizia per la ricorrenza dell'8 marzo "che per orario, luogo e dimensioni non rappresentava certo né un pericolo, né un’infrazione alle direttive in materia di Covid". Di tutt'altro tenore, la reazione dell'Udc e della Lega dei ticinesi. Il gruppo in Consiglio comunale leghista a Lugano ritiene che ieri sera si è dovuto assistere "all'ennesima provocazione dei molinari con l’organizzazione di una manifestazione non autorizzata per protestare contro il risultato del voto di domenica 7 marzo". Gli fa eco l'Udc che invoca ed "esige che il Municipio agisca di conseguenza, decidendo lo sgombero immediato dell’ex macello da attuare in modo definitivo entro il prossimo 20 marzo".

"E il centinaio di tifosi dello Zurigo?"

L'Udc "si attende ora azioni concrete atte a risolvere un grave problema che da anni, troppi anni, si protrae a Lugano. L’abusivismo e l’arroganza degli ex-molinari deve finire. A loro un posto a Lugano non va più concesso. L’iniziativa che l’Udc lancerà a giorni darà risposte concrete in tal senso", mentre i leghisti hanno sottolineato che "le autorità sono dovute intervenire con fermezza quando, un manipolo di pseudo anarchici, ha pensato bene di perturbare anche il traffico ferroviario creando disagi alle persone". Interpretazione opposta da parte dell'Mps secondo cui "la stessa polizia, il giorno prima, ha permesso a un centinaio di tifosi dello Zurigo di sostare indisturbati sia di fronte all’albergo che ospitava la squadra, sia di fronte allo stadio di Cornaredo. Siamo evidentemente di fronte al più classico dei due pesi due misure". Da sinistra quanto successo lunedì sera alla stazione "rappresenta un atto di provocazione bella e buona da parte della polizia; presentarsi in forze con squadre in tenuta antisommossa per impedire una tutto sommato limitata manifestazione non può che provocare la reazione e lo scontro". Uno scontro, "forse proprio quello in cui speravano la polizia e le autorità che l’ha inviata a vedere le reazioni e la campagna in atto contro il Molino, con i proclami e gli appelli per una “soluzione finale” nei confronti della decennale esperienza autogestita".

Leggi anche:

Manifestazione alla stazione, scontri conclusi senza arresti

Scontri a Lugano: ‘A giorni il rapporto su sgombero Molino’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni
Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
5 ore
In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea
Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Ticino
6 ore
La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano
È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
7 ore
Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia
La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Locarnese
9 ore
La formazione dei docenti in Ticino compie 150 anni
Nel 2023 l’anniversario dell’istituzione della Scuola magistrale, oggi Dipartimento formazione e apprendimento, verrà sottolineato con diverse iniziative
Bellinzonese
9 ore
Ospedali di valle, ‘De Rosa sapeva delle pressioni?’
Interpellanza Mps al governo sui rapporti intercorsi fra il primo firmatario Martinoli e i vertici del Dss coinvolti nel gruppo di lavoro
Locarnese
9 ore
L’Osteria Palazign nelle mani del Patriziato di Comologno
Grazie all’interessamento e all’aiuto (anche) del Cantone presto l’acquisto dell’immobile, che con Palazzo Gamboni costituisce un tutt’uno
Locarnese
9 ore
Ronco s/Ascona, il ‘Comune sano’ può proseguire
Accolto dal legislativo il credito per l’ulteriore fase del progetto; archiviati i conti preventivi, come pure tutte le trattande all’ordine del giorno
Mendrisiotto
11 ore
Spaccio di cocaina, un arresto nel Mendrisiotto
Un 46enne della regione è finito in manette nell’ambito di un’inchiesta svolta con i servizi antidroga delle polizie di Mendrisio, Chiasso e Stabio
Mendrisiotto
13 ore
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
© Regiopress, All rights reserved