laRegione
curia-di-lugano-non-si-gridi-allo-scandalo-anzitempo
Don Azzolino Chiappini (Ti-Press/Archivio)
Luganese
22.11.20 - 17:200
Aggiornamento : 23.11.20 - 14:28

Curia di Lugano: 'Non si gridi allo scandalo anzitempo!'

L'arciprete di Chiasso don Gianfranco Feliciani sul fermo di monsignor Azzolino Chiappini: 'Sono sconcertato, triste e frastornato dalle insinuazioni'

«Sono allibito e triste: prima di annunciare un fatto grave bisogna appurarlo. Si fa troppo in fretta a gradare allo scandalo. Nutro una grandissima stima nei confronti di monsignor Azzolino Chaiappini. Lo conosco bene. Quello che sentito e letto sui media mi ha lasciato frastornato e sconcertato». Queste sono le prime parole dell'arciprete di Chiasso, don Gianfranco Feliciani, interrogato da 'laRegione' in merito alla notizia del fermo di don Azzolino Chiappini. Una vicenda che sta suscitando un comprensibile imbarazzo della Diocesi di Lugano che ha preferito mantenere un profilo basso. Del resto, la notizia del prelevamento dell'alto prelato ha lasciato l'amaro in bocca non solo a tutta la comunità religiosa luganese ma anche nell'opinione pubblica. Da qui, l'invito rivolto dall'arciprete di Chiasso ai media a voler mantenere un certo riserbo prima di giungere a conclusioni affrettate che a questo punto sono premature.

'Se fosse una tempesta in un bicchier d'acqua?'

«Mi sembra una tempesta in un bicchier d'acqua. Mi pare ci sia stata precipitazione nel voler insinuare abusi o opportunismi da parte di un uomo che è incapace di fare del male a chicchessia - continua don Feliciani -. Fatico a comprendere come si sia potuto gridare allo scandalo quando non è appurato ancora nulla. Sono convinto che non ci sia stato nulla: mi riesce difficile credere che si sia stata segregazione, è una parola grossa. Mi chiedo come sia possibile evocare le ipotesi di reato di sequestro di persona e di coazione che un uomo anziano mite, debole, buono e come detto incapace di fare del male». Insomma, prima di annunciare un fatto grave come questo, bisognerebbe avere delle certezze. L'arciprete di Chiasso punta il dito contro i media: «Sono triste e addolorato. Se alla fine la storia si sgonfiasse, la persona coinvolta rimarrebbe ferita. Quello della giustizia è un argomento delicatissimo e noi siamo confrontati con una stampa in cui la tentazione dello 'scoop' e del sensazionalismo è fortissima. In vicende come queste prevale l'esagerazione rispetto alla discrezione». Peraltro, le accuse formulate dal MInistero pubblico sono pesanti e pongono una serie di interrogativi ai quali presumiamo che le indagini condotte dalla procuratrice pubblica Pamela Pedretti possano fornire delle risposte.

Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Cantone
Luganese
56 min
Il Gpc dispone la scarcerazione di Azzolino Chiappini
Il giudice Paolo Bordoli rinuncia alla misura coercitiva per il sacerdote 80enne, che rimane sotto inchiesta
Ticino
1 ora
Molestie in Rsi: malandazzo da anni
L’azienda radiotelevisiva collaborerà con il sindacato Ssm per «perfezionare ulteriormente gli strumenti esistenti»
Ticino
1 ora
Covid, il Gran Consiglio dibatte. Priorità? Ognun per sé
La discussione su come il governo ha gestito la pandemia conferma l'ordine sparso in cui viaggiano i partiti. E la voglia di essere ascoltati dal Consiglio di Stato
foto e video
Luganese
2 ore
In fiamme il mulino di Maroggia
Un enorme rogo ha avvolto la struttura a Maroggia, paura e preoccupazione fra gli abitanti per il timore che l'incendio si estenda alle case vicine
Luganese
2 ore
Il sacerdote di Lugano Chiappini viveva immerso tra le scatole
Il giudice dei provvedimenti coercitivi decide a breve se disporre o meno il carcere. Mentre proseguono gli interrogatori delle persone vicine alla Curia
Luganese
2 ore
Il Municipio di Morcote perde pezzi: lascia anche Rinaldi
L'unico municipale liberale radicale getta la spugna: 'In disaccordo con Morcote Viva'. Il partito propone come subentranti Giacomo Caratti ed Ercole Levi
Ticino
2 ore
Polizia unica, la Vpod la ripropone
Il comitato: ‘Durante la gestione della prima fase della pandemia, il comando centralizzato ha funzionato’
Ticino
2 ore
L'sms di Ermani a Pagani, nessuna rilevanza penale
In merito alla segnalazione fatta da Matteo Pronzini (Mps), la Procura ha emanato una decisione di 'non luogo a procedere'
Bellinzonese
3 ore
Schweitzer e Cook chiedono 4,6 milioni ad Acquarossa e Otr
La coppia anglo-elvetica sollecita un cospicuo risarcimento per il progetto sfumato in merito alla realizzazione del centro turistico-alberghiero
Luganese
4 ore
Ospiti positivi alla 'Stella Maris' e alla 'Ca' Rezzonico'
Sei residenti della casa anziani di Bedano contagiati sono stati trasferiti nel reparto Covid della struttura. A Lugano collaboratori tutti negativi
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile