laRegione
Luganese
laR
 
18.10.20 - 19:30
Aggiornamento: 19:50

Saltano le nozze nel Vedeggio, Gravesano 'fugge'

Il progetto di aggregazione coinvolgeva solo due Comuni: inutile l'80% di sì a Bedano

saltano-le-nozze-nel-vedeggio-gravesano-fugge
Ti-press

Il matrimonio non s’ha da fare. Lo hanno deciso di cittadini di Gravesano, che col 55,54% di voti contrari hanno affossato l’aggregazione col vicino comune di Bedano, dove invece il progetto è stato approvato in voto consultivo con l'80% di sì. Ha votato il 63,93% degli aventi diritto. Trattandosi di una fusione che coinvolgeva unicamente due soggetti amministrativi, entrambi comunque autosufficienti, il parere negativo di una delle popolazioni risulta decisivo. “In un matrimonio bisogna essere d’accordo in due, qui non si può certo imporre un... matrimonio forzato” ci risponde il consigliere di Stato Norman Gobbi, direttore del DIpartimento istituzioni.

La cosa è ben compresa dai diretti interessati. Dario Fraschina, sindaco di Bedano: “Il progetto è naufragato, essendo un’aggregazione a due è chiaro che si ferma. Che a Gravesano ci fosse un’opposizione, propaganda per il no lo sapevamo, ma ero lo stesso abbastanza fiducioso. Bedano ha creduto nel progetto ha dato fiducia al Municipio e al Consilgio comunale. Forse in futuro si farà una aggregazione come quella proposta nel piano cantonale, cioè Malcantone est, ma avverrà fra una decina d’anni, non prima. Noi invece potevamo iniziare a creare un tassello di inserire dopo in un progetto, come Bioggio o Alto Malcantone dove le aggregazioni invece ci sono già state, e pure questi comuni entreranno nel Malcantone est”. Bedano è stato visto come il ’parente povero’, gli chiediamo? “Se guardiamo i consuntivi dei 2 Comuni negli ultimi anni sono positivi, sono stati fatti accantonamenti straordinari e anche guardando i moltiplicatori d’imposta, 80 e 85% siamo sotto la media cantonale.

Il sindaco di Gravesano Maurizio Anghileri: Sapevamo che era ’tirata’ e che bisognava lottare. La sorpresa, si trattava di ho cercato di concentrarsi sui propri argomenti, il risultato poteva poteva andare di qui come di là. Quando c’è un cambiamento la popolazione ha un certo legittimo timore, si vede che non è stata convinta dal progetto. Chiaro che bisognerà chinarsi sul dato e capire i motivi del no, perché in ogni caso in futuro si parlerà nuovamente di aggregazione. Bisogna lavorare per presentare un progetto che sia più condiviso. Il Cantone per ora non ci ha detto niente, ma da quello che è successo in passato difficilmente si arriverà ad unafusione coatta, qui siamo come in un matrimonio, e uno dei due non ha voluto sposarsi..."

Tra le poche voci che in campagna hanno sostenuto il ’no, la Lega di Gravesano. Il municipale Juri Rotta: “Noi siamo contenti che la gente ABBIA capito che una aggregazione a due non aveva senso, a Gravesano avrebbe portato più svantaggi che vantaggi. Specie in questo momento di incertezza, in cui la gente fa fatica a tirare la fine del mese, avrebbe poco senso una aggregazione che comunque avrebbe portato dei costi. Più in la si potrebbe guardare a una aggregazione con altri comuni, per raggiungere una forza contrattuale, un peso. Questo dimostra che il buonsenso non ha colore politico. Malcantone est? Sarebbe un’aggregazione più sensata. Siamo dell’idea che le cose vadano fatte una volta sola e per bene. Qui per una cosa provvisoria avrebbero spostato tutto, l’amministrazione e i servizi più importanti sarebbero andati a Bedano, per poi dover rifare tutto fra qualche anno. Poi chiaramente hanno pesato aspetti finanziari, a Gravesano sarebbe più che raddoppiato il debito pro capite, un punto che non ci ha mai convinto e la gente lo ha capito”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
Auto contro moto a Novaggio, grave il motociclista
L’incidente sulla strada verso Miglieglia. Il giovane è stato sbalzato a terra dall’impatto frontale
Mendrisiotto
2 ore
Il Corteo di Nebiopoli fa il pieno di satira e pubblico
La sfilata mascherata si riappropria del centro cittadino tra guggen, gruppi e carri (venuti anche da fuori) e le cannonate di coriandoli da Sion
Luganese
3 ore
Scontro auto-moto a Manno, ferito il motociclista
L’incidente intorno alle 15:45 in via Cantonale. Non sono note le condizioni del ferito, portato in ospedale dopo i primi soccorsi sul posto
Luganese
6 ore
A Lugano incendio in una discarica in zona Stampa
Un grosso incendio si è sviluppato questa mattina provocando molto fumo e un odore sgradevole. Una persona in ospedale per intossicazione
Locarno
8 ore
Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato
Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
11 ore
“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”
Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
Ticino
15 ore
Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica
Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
15 ore
La comunità cripto trova casa in centro città
L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
15 ore
Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe
Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
23 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
© Regiopress, All rights reserved