laRegione
coronavirus-due-casi-nelle-scuole-postobbligatorie
Luganese
04.09.20 - 10:100
Aggiornamento : 10:27

Coronavirus, due casi nelle scuole postobbligatorie

Si tratta di un allievo del Liceo di Lugano 2 e di un'allieva del Centro professionale sociosanitario di Lugano. Posti in quarantena alcuni compagni

I primi casi di positività al coronavirus in due scuole postobbligatorie sono già arrivati, a neanche una settimana dall'inizio del nuovo anno scolastico.

Il Dipartimento della sanità e della socialità (Dss) e il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (Decs) comunicano che due giovani che frequentano due scuole postobbligatorie sono risultati positivi al Coronavirus. Almeno uno dei contagi molto verosimilmente è avvenuto al di fuori dell’ambito scolastico.

Un giovane studente del Liceo di Lugano 2 e una ragazza che frequenta il Centro professionale sociosanitario di Lugano sono risultati positivi ieri al Covid-19. In base a quanto accertato si tratta di due situazioni non connesse tra loro.

Alcuni compagni in quarantena

L’indagine ambientale subito avviata ha confermato la bontà delle misure di protezione attuate dai rispettivi istituti, in particolare l’obbligo di portare la mascherina laddove non è garantita la distanza di un metro e mezzo fra gli allievi. È stato comunque necessario porre in quarantena alcuni compagni con cui i due giovani hanno avuto contatti stretti durante la pausa pranzo all’esterno delle sedi scolastiche.

Proprio grazie alle misure di protezione adottate nelle scuole, non è stato necessario in nessuno dei due casi adottare una quarantena di classe.

Le direzioni degli istituti hanno provveduto questa mattina a informare i compagni di classe delle sezioni frequentate dai due studenti, in particolare rassicurando gli allievi sull’efficacia dei piani di protezione e ricordando il comportamento da adottare in caso di sintomi, anche leggeri.

I casi del Montezuma

Il caso della scuola arriva dopo la scoperta di un focolaio identificato ieri al Montezuma, locale notturno di Novazzano, grazie al contact tracing che ha fatto emergere tre persone positive. È scattata ora la quarantena per i cento avventori del locale di venerdì scorso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
2 ore
Günther Tschanun ammazzò 4 colleghi e morì in Ticino
L'ex capo della polizia delle costruzioni di Zurigo, dopo 14 anni di prigione, cambiò nome e perse la vita in un incidente nel 2015 a Losone
Luganese
4 ore
Lugano, piazze imbrattate dopo gli aperitivi (lunghi)
Fanno discutere i rifiuti di vario genere lasciati da persone che si assembrano all'arrivo della funicolare e di fronte e dietro Palazzo civico
Luganese
5 ore
'La Città dia 500 franchi ai genitori per ogni figlio'
Lugano, una mozione propone il contributo per far fronte al calo di abitanti e alla riduzione della nascite del 13,8% rispetto al 2019
Ticino
7 ore
Tra stanotte e domani sera, occhio alla neve
L'allerta di grado 3 di MeteoSvizzera interessa Alto Moesano, Blenio, Bregaglia, Leventina, Poschiavo e St. Moritz
Luganese
9 ore
Collina d'Oro, inaugurata la quinta sezione di asilo
Taglio del nastro stamattina in diretta streaming della nuova sede a Montagnola. Il Municipio ha deciso di potenziare l'offerta della mensa
Mendrisiotto
9 ore
Chiasso, contributo finanziario per la nascita di un figlio
La proposta arriva con una mozione presentata da tre consiglieri comunali del Ppd: ‘il calo demografico ci preoccupa’
Ticino
14 ore
Coronavirus in Ticino, 46 contagi e un decesso
Nel bilancio delle ultime 24 ore si contano 7 dimissioni (a fronte di un nuovo ricovero). Le persone in ospedale sono 80
Grigioni
14 ore
Una cinquantina i lupi nei Grigioni, raddoppiati
È nel rapporto dell'Ufficio grigionese caccia e la pesca: malgrado l'alta mortalità dei piccoli, la popolazione dei predatori dovrebbe continuare a crescere
Gallery
Bellinzonese
16 ore
Biasca, fiamme in un appartamento: un intossicato
Incendio domato, cause al vaglio della Polizia scientifica. È accaduto ieri poco prima delle 23. Le condizioni della persona non desterebbero preoccupazioni.
Mendrisiotto
1 gior
Chiasso, videosorveglianza regionale come fiore all'occhiello
Sono una sessantina le postazioni che controllano il territorio convenzionato con la Polizia Regione 1. Parola alla capodicastero Sonia Colombo-Regazzoni
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile