laRegione
21.03.19 - 14:30

Casinò di Campione, niente ricorso in Cassazione

La Procura di Como rinnova la richiesta di fallimento bocciata dai giudici di Milano. Nuova udienza il 13 maggio quando la situazione potrebbe chiarirsi.

di Marco Marelli
casino-di-campione-niente-ricorso-in-cassazione
Ti-Press

Lo spauracchio si è dissolto. Non ci sarà ricorso in Cassazione alla sentenza della Corte d’Appello di Milano che per un vizio di forma ha annullato il fallimento della Casinò Campione d’Italia Spa, sentenziato il 27 luglio 2018 dal Tribunale fallimentare di Como. La Procura del capoluogo lariano, dopo aver riassunto la causa, ha già rinnovato la richiesta di fallimento della società di gestione della casa da gioco campionese, motivandola con il fatto che rispetto al 2018 la situazione è peggiorata.

I giudici del Tribunale fallimentare hanno già convocato le parti il prossimo 13 maggio quando la situazione potrebbe chiarirsi. La Casinò Campione d’Italia Spa e il magistrato inquirente Pasquale Addesso, sostituto procuratore che assieme a Nicola Piacente, capo della Procura lariana, hanno firmato la nuova richiesta di fallimento. Nell’udienza in programma il 13 maggio, dapprima si discuterà del piano di rientro dal debito per ottenere l’ammissione al concordato preventivo, un aspetto che non era stato preso in considerazione l’estate scorsa, creando i presupposti che hanno indotto i giudici dell'appello ad annullare la sentenza di fallimento. Non si esclude che il piano di rientro dal debito possa essere modificato, rispetto a quello bocciato da Angela Pagano, commissario di liquidazione, aprendo di fatto la strada al fallimento.

A questo punto sorgono una serie di interrogativi per ora senza risposte. Chi si presenterà in udienza il 13 maggio in rappresentanza della Casinò Campione d'Italia Spa? Che ruolo avrà il commissario straordinario Maurizio Bruschi, che arriverà a Campione all’inizio della prossima settimana? E che sarà dei curatori fallimentari? La decisione della Procura di Como sembra aver scompaginato le carte. Le organizzazioni sindacali al prefetto di Como Ignazio Coccia hanno chiesto di promuovere un incontro con il commissario straordinario Bruschi.

Non solo. I sindacati vogliono pure proporre al presidente del consiglio Giuseppe Conte di costituire e presiedere un tavolo istituzionale per affrontare la crisi sociale ed economica che sta vivendo Campione d’Italia. L’attenzione a questo punto si sposta sul Palazzo di giustizia di Como. Intanto, le organizzazioni sindacali hanno indetto per lunedì della prossima settimana, alle 11, un'assemblea pubblica a Campione con lavoratori e cittadini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Si barrica in casa per una notte, la polizia interviene
Si è conclusa verso mezzogiorno l’operazione di polizia, scattata in via delle Aie nel quartiere luganese di Molino Nuovo a seguito di una segnalazione
Ticino
3 ore
Una ticinese, prima donna, eletta giudice del Tribunale federale
La professoressa dell’Usi Federica De Rossa è stata nominata a Berna dalle Camere federali riunite con 212 voti su 217 schede valide
Video
Ticino
3 ore
Un meno 40% alle pensioni che non va proprio giù
Entra nel vivo in mattinata la giornata indetta al fine di protestare contro il taglio delle rendite dei dipendenti statali e parastatali
Ticino
4 ore
79,5 milioni di disavanzo d’esercizio nel preventivo 2023
Inserita anche una spesa di 20,5 milioni per l’adeguamento dei salari dei dipendenti cantonali al rincaro. Il deficit totale ammonta a 164,4 milioni
Mendrisiotto
7 ore
Mercato d’anniversario a Mendrisio per Slow Food Ticino
L’associazione festeggia i suoi primi 35 anni di vita in piazza del Ponte, tra prodotti da difendere e un’etica del cibo
Locarnese
7 ore
Pedemonte, in due frazioni si abbassa il limite di velocità
Negli abitati di Cavigliano e Verscio presto si circolerà a 30 km/h. La misura consentirà di ridurre i rischi d’incidente e meglio tutelare i pedoni
Ticino
8 ore
Orari, si va verso negozi più aperti
Chiusura posticipata e deroga per i commerci nelle località turistiche: la maggioranza commissionale con la proposta del Plr. Ma c’è aria di referendum
Luganese
10 ore
Direttore arrestato, le famiglie: ‘Non siamo stati capiti’
Faccia a faccia molto animato, martedì sera, alla scuola media del Luganese fra genitori e autorità scolastiche e Decs. Critiche a Bertoli
Ticino
10 ore
‘Aumento allucinante, diverse famiglie si indebiteranno’
Durisch (Ps): cassa malati unica pubblica da riproporre. Il Plr: livelli insopportabili, ecco dove agire. La Lega: sconcerto e rabbia. I Verdi: più aiuti
Ticino
16 ore
‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’
Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
© Regiopress, All rights reserved