laRegione
02.11.22 - 09:50
Aggiornamento: 19:25

Losone, il risparmio energetico val bene una messa

La Parrocchia intende chiudere la chiesa di San Giorgio per l’inverno e concentrare le funzioni, anche quella delle 18, in San Lorenzo

losone-il-risparmio-energetico-val-bene-una-messa
Ti-Press
Interni della chiesa, con la preziosa statua lignea di San Giorgio

Chiudere la chiesa di San Giorgio a Losone per il periodo invernale, allo scopo di risparmiare energia (in particolare, elettricità). La decisione è stata discussa, e approvata all’unanimità dalla quarantina di presenti, dall’assemblea parrocchiale che si è riunita domenica scorsa. «L’allarme lanciato dalle autorità politiche, inerente il risparmio energetico, coinvolge tutti noi personalmente e come Parrocchia e comunità sicuramente non possiamo ignorare il problema – ha spiegato il presidente del Consiglio parrocchiale Silvano Beretta –. Per questo motivo stiamo riflettendo e non escludiamo la possibilità di concentrare la celebrazione di tutte le messe in San Lorenzo durante i mesi più freddi, in modo da evitare di dover riscaldare quest’inverno anche la chiesa di San Giorgio».

In quest’ultimo edificio sacro alcuni anni fa sono stati installati i riscaldamenti elettrici in sostituzione del riscaldamento a nafta: un cambiamento voluto anche, e soprattutto, per salvaguardare la preziosa scultura lignea di San Giorgio. Un’opera di fattura lombarda, risalente alla seconda metà del Quattrocento, che rappresenta il Santo mentre uccide il drago.

Pur con la chiesa chiusa, la messa delle 18 non sarà sacrificata sull’altare del risparmio di elettricità. «Tutte le messe saranno spostate e concentrate in San Lorenzo – ha specificato Beretta –. Daremo così un bel segnale d’impegno nella direzione del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale, contenendo anche le spese a carico delle casse parrocchiali. Senza dimenticare che San Lorenzo è ormai da tempo collegata con la centrale a cippato della società Energie rinnovabili di Losone (Erl): viene riscaldata con la legna locale e quindi con una fonte rinnovabile». All’assemblea è stato chiesto un parere, con un voto consultivo. Venerdì la palla passerà al Consiglio parrocchiale per la decisione definitiva.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Al via il programma cantonale di screening colorettale
Il Dipartimento sanità e socialità offre, da febbraio, un test gratuito e volontario per una patologia dove la prevenzione è fondamentale
Ticino
1 ora
Raccolte firme sui costi della salute, allarme rosso in casa Ps
Riget e Sirica agli iscritti: rischiamo di fallire su referendum contro la deduzione per i premi dei figli e iniziativa per i premi al 10% del reddito
Ticino
2 ore
Dalla Vpod oltre 7’700 firme per cure sociosanitarie di qualità
Consegnate oggi le sottoscrizioni che chiedono anche più attenzione alle prestazioni socioeducative. Ghisletta: ‘Cautamente ottimista, serve migliorare’
Luganese
2 ore
Tentata rapina al chiosco in stazione a Ponte Tresa, due fermi
Un uomo, insieme a una complice, ha minacciato la commessa con un’arma da taglio chiedendo l’incasso. I due hanno poi desistito e sono fuggiti a piedi
Luganese
2 ore
In manette per 12 kg di canapa destinati al Ticino
In prigione al Bassone da giovedì per tentata estorsione, il 30enne albanese si rifiuta di rispondere agli inquirenti
Luganese
3 ore
Tesserete, un Park & Ride trova posto sul terreno Arl
Presso la stazione dei bus sorgeranno una quindicina di posteggi. Il presidente del Cda Gianmaria Frapolli: ‘Vogliamo favorire la mobilità pubblica’
Luganese
3 ore
Aston Bank, scoperto ridotto a meno del 10 per cento
Alle Assise correzionali di Lugano si è parlato anche del fallimento della banca. Sedici mesi sospesi a un 53enne ex dipendente
Mendrisiotto
3 ore
Laveggio in... bianco: c’è finita della polvere d’argilla
Sul posto Pompieri e tecnici del Dipartimento del territorio: sospesi i lavori in un cantiere a Stabio. I pescatori vigilano
Locarnese
4 ore
Lungo il ‘Maschinenweg’ la strada della gestione si divide
A Ronco s/Ascona vi sono due rapporti sul credito di 100mila franchi necessario alla sistemazione del sentiero antincendio che taglia il pendio
Luganese
4 ore
Esce di strada e sbatte contro un rimorchio, è grave un 76enne
Incidente intorno alle 13.30 a Villa Luganese. Probabilmente un malore alla base della perdita di controllo del veicolo
© Regiopress, All rights reserved