laRegione
18.10.22 - 08:30
Aggiornamento: 19:46

Minusio, tutti gli stabili comunali muniti di pannelli solari

Una mozione chiede al Municipio di dotare i tetti degli immobili d’impianti fotovoltaici, in modo da ottimizzare l’autoconsumo

minusio-tutti-gli-stabili-comunali-muniti-di-pannelli-solari

Dotare tutti i tetti degli stabili o delle installazioni di proprietà comunale d’impianti fotovoltaici. A chiederlo, al Municipio di Minusio, in una mozione, sono i consiglieri comunali Massimo Mobiglia, verde liberale del Gruppo Usi e Lorenzo Tomasetti (Uniti per Minusio). I due firmatari ricordano a mo’ d’introduzione come "la strategia energetica svizzera indichi che l’approvvigionamento locale con energie rinnovabili sia il più sicuro sotto molti di vista. Tra le fonti rinnovabili locali si annovera anche il fotovoltaico. Alle nostre latitudini la produzione è più che ottima, grazie all’orientamento del territorio verso sud e alla presenza del lago. Infatti, gli impianti della zona hanno una produzione superiore alla media cantonale. Inoltre il costo reale di produzione di corrente da questi impianti si aggira attorno ai 6 cts/kWh, costo notevolmente inferiore ai 24 cts/kWh (tariffa al momento) delle forniture della Ses. I recenti avvenimenti geopolitici causeranno inoltre aumenti tra il 20-25% che renderanno il fotovoltaico ancora più concorrenziale".

Secondo i mozionanti, la situazione attuale a Minusio potrebbe però essere ulteriormente incentivata. "Nel proprio parco immobiliare il Comune ha realizzato pochi impianti mentre le superfici disponibili a tale scopo sono molte". Da qui la specifica richiesta oggetto della mozione, che invita l’amministrazione "a realizzare impianti fotovoltaici su tutti gli stabili e installazioni comunali, dove non vi sono vincoli di forza maggiore, in modo da ottimizzare l’autoconsumo degli stessi impianti sia con consumo proprio, sia con fornitura ad altri utenti di Minusio".

In una secondo atto parlamentare, un’interpellanza stavolta, lo stesso Massimo Mobiglia, sostenuto da sei consiglieri dei gruppi Usi-Plr-Uniti per Minusio, chiede al Municipio quanti inquilini del Comune hanno avuto acceso al progetto ‘Sole per tutti’. Come qualcuno forse ricorderà, il Comune in collaborazione con la Ses e altri partner nel 2015 aveva aderito a un interessante progetto che offre a chiunque non sia in grado di dotarsi di un proprio impianto solare, di produrre e consumare la propria elettricità proveniente dalla grande stella. Una sorta di cooperativa del solare, insomma. Una proposta interessante, che si rifà all’iniziativa dell’Azienda multiservizi di Bellinzona (Amb), ente pioniere. Tuttavia i suoi contenuti hanno dovuto essere adattati alle disposizioni della nuova Legge federale sull’energia, entrata in vigore nel 2018. A quel punto il progetto è stato congelato. La Ses, nel frattempo, a Minusio ha venduto 12 quote. Gli interpellanti vogliono quindi sapere dall’Esecutivo come stanno le cose.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
51 min
Le liste per Consiglio di Stato e Gran Consiglio hanno un numero
Sorteggiato l’ordine di apparizione sulla scheda delle prossime elezioni Cantonali del 2 aprile 2023. Domani la pubblicazione delle liste complete
Locarnese
2 ore
Cani liberi all’ex aerodromo di Ascona: le multe non piacciono
Municipio e Polizia replicano: ‘La legge parla chiaro: guinzaglio obbligatorio. Noi interveniamo su segnalazione di cittadini che reclamano’
Mendrisiotto
2 ore
Pozzo Polenta, l’inchiesta amministrativa si allarga
Adesso al tavolo dell’autorità cantonale ci sono entrambe le società petrolifere che hanno gestito la stazione di servizio
Mendrisiotto
5 ore
‘Io oggi sogno un Mendrisiotto unito’
Abbiamo parlato di aggregazione con Giorgio Fonio. E il consigliere comunale di Chiasso e gran consigliere ha una sua visione per il futuro
Gallery
Bellinzonese
5 ore
I terreni abbandonati ora profumano di lavanda
L’associazione Stregaverde ridà vita ai sedimi trascurati piantando fiori e spezie. Coltivata un’area vicino a Sasso Corbaro. Si cercano volontari e fondi
Locarnese
5 ore
Sébastien Peter alla guida dei servizi culturali cittadini
La scelta del Municipio di Locarno è caduta sul 38enne attivo nel campo della promozione culturale a Bienne. Inizierà il suo mandato in primavera
Ticino
5 ore
Unitas, ex membri di comitato: ‘Non sono denunce per ripicca’
Le testimonianze: ‘Siamo bersaglio di ostilità per aver portato alla luce gli abusi. Ci accusano di aver agito perché estromessi. O troppo tardi. È falso’
Luganese
11 ore
Plan B continua a dividere Lugano
Dalla discussione generale in Consiglio comunale, critiche più o meno velate da Ps, Verdi e Centro, mentre Udc, Lega e Plr lodano l’operazione
Bellinzonese
12 ore
Rubano materiale da hockey ad Arbedo: bottino di 300mila franchi
Il furto di pattini, bastoni e macchinari specializzati sarebbe avvenuto, stando alla Rsi, lo scorso fine settimana
Luganese
13 ore
Schlein a Massagno ‘senza padrini né padroni’
La candidata alla segreteria del Pd incontra Marina Carobbio. “Il Pd si può riformare”
© Regiopress, All rights reserved