laRegione
12.09.22 - 09:40

Alla scoperta della transumanza con il Mercatino svuotacantine

A Cevio una giornata di festa in fattoria per conoscere la tradizione del ritorno del bestiame dall’alpe e aiutare un giovane contadino nel suo progetto

alla-scoperta-della-transumanza-con-il-mercatino-svuotacantine
Svuotacantine.ch
+2

Solitamente i progetti sostenuti dal ‘Mercatino svuotacantine’ ricevono i contributi al termine delle manifestazioni. Stavolta, invece, succede l’esatto contrario. Anche perché oggetto di aiuti è un giovane e intraprendente contadino della Vallemaggia e il suo altrettanto giovane team di collaboratori. Settembre, si sa, coincide con il rientro degli animali dai pascoli di alta montagna alle stalle nelle valli, dove troveranno rifugio fino alla prossima bella stagione. In molte parti della Svizzera, pensiamo ad esempio al caso del Canton Appenzello, il clima che si crea attorno a questo evento è allegro e coinvolge tutti, adulti, vecchi e bambini, con canti, balli e prodotti tipici. Gli alpigiani indossano per l’occasione i loro abiti tradizionali e portano a valle le forme di formaggio d’alpeggio prodotte durante la bella stagione, mentre mandrie e greggi, con le corna addobbate da nastri colorati e fiori e da grandi campanacci, sfilano nel centro dei villaggi tra ali di folla.

Coinvolgere la gente con un brunch didattico

Non è il caso, invece, in Ticino, dove questo rituale, pur destando qualche curiosità, non è vissuto in maniera partecipe. Ed è proprio per coinvolgere tutti gli interessati che il prossimo 25 settembre, all‘Azienda Agricola di Matteo Ambrosini di Cevio, il ‘Mercatino Svuotacantine’ ha promosso un evento in fattoria. Un brunch (su iscrizione, a partire dalle 10.30) durante il quale sarà possibile assistere all’arrivo della mandria al piano. Una rappresentazione della transumanza (gli animali scenderanno infatti dall’Alpe Porcaresc nei giorni precedenti) a fini ‘didattici e benefici’, dalla dimensione più ludica, che gli organizzatori sperano possa suscitare interesse, celebrata con uno speciale mercato di prodotti alimentari (tra questi il panao, una sorpresa culinaria del posto) e una festa allietata dalla musica. «Matteo Ambrosini è un 24enne che ha deciso d’intraprendere la carriera di contadino e allevatore di bestiame – spiega Ferdinando Pighi, ideatore del Mercatino svuotacantine – Con i suoi collaboratori svolge un’attività molto impegnativa e faticosa. È grazie a gente come lui che oggi noi possiamo trovare sulle tavole alimenti sani e genuini, che perpetuano una lunga tradizione. Pochi, infatti, oggi conoscono il lavoro necessario affinché un litro di latte finisca sugli scaffali del supermercato e non tutti sanno che cosa significhi lavorare la terra o prendersi cura degli animali. Si tratta di giovani volenterosi che conducono una vita sfiancante fatta di tanti sacrifici e rinunce, la cui attività merita maggior considerazione sociale, di essere conosciuta e sostenuta anche finanziariamente». Alla faccia degli intrattenimenti virtuali dei ragazzi di oggi.
I proventi della giornata (praticamente i costi d’iscrizione, i posti sono assai limitati) andranno in particolare a finanziare l’ampliamento della stalla per i bovini, progetto contemplato nel secondo modulo del concetto aziendale allestito dal 24enne valmaggese.

Da notare che in caso di brutto tempo e cancellazione della manifestazione, l’importo versato dagli iscritti potrà essere lasciato in beneficenza, oppure verrà corrisposto l’equivalente in prodotti del caseificio Ambrosini (maggiori informazioni sul sito www.svuotacantine.ch/visita- alpeggio).
Come detto, anche il Mercatino benefico che unisce l’utile (riciclo di oggetti) al solidale vero e proprio, in programma il 2 ottobre sul piazzale della Manor di Ascona, servirà a raccogliere aiuti a favore dell’intraprendente contadino. Una ventina i posti ancora disponibili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
video
Bellinzonese
5 min
Un amico della 19enne morta: ‘Aveva un grande problema’
Roverdo/Bellinzona, un testimone presente al rave party abusivo parla di ketamina e dice di aver invano proposto al gruppo di allertare l’ambulanza
Ticino
53 min
In Ticino oltre 35mila dosi di richiamo: cosa cambia a dicembre
Adeguato il dispositivo: vaccinazioni al solo Centro cantonale di Quartino il 2, 3, 9 e 16 dicembre 2022, negli studi medici e nelle farmacie disponibili
Locarnese
1 ora
Lionza, sbaglia la retromarcia e finisce sul fianco
Incidente della circolazione ieri notte, nelle alte Centovalli. Praticamente illesi gli occupanti del veicolo, adagiatosi ai lati della carreggiata
Bellinzonese
2 ore
È morta la 19enne lasciata in ospedale a Bellinzona
Il decesso ieri sera: dopo un rave party sopra Roveredo era stata portata al San Giovanni da quattro giovani allontanatisi in auto e poi identificati
Luganese
3 ore
Massagno, Ibsa si prepara a lasciare la storica sede
Sorta nel 1945, l’azienda si trasferirà definitivamente l’estate prossima. Suscita interesse e curiosità il futuro del vasto terreno che occupa.
Mendrisiotto
6 ore
A2 a sud, pronti a partire con uno studio di fattibilità
Il Cantone si fa carico di analizzare le due varianti proposte sullo spostamento del tracciato autostradale. La Crtm incontrerà i responsabili del Dt
Grigioni
6 ore
San Bernardino, applausometro 7 su 10 per Artioli e progetti
Un successo la presentazione a Mesocco: 400 posti di lavoro in inverno e 250 in estate, gettito fiscale quintuplicato e 40 milioni per gli impianti
Luganese
6 ore
Lugano, la casa da gioco compie vent’anni e fa tornare i conti
Limitato l’impatto della concorrenza campionese, il casinò affronta la questione energetica e invia la richiesta di rinnovo della concessione federale
Bellinzonese
16 ore
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
17 ore
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
© Regiopress, All rights reserved