laRegione
14.07.22 - 11:48
Aggiornamento: 15:30

Tegna, lungo la cantonale cantieri rumorosi

Diversi abitanti della zona esasperati perché costretti a sopportare l’attività di tre cantieri simultaneamente, anche a ore proibitive

tegna-lungo-la-cantonale-cantieri-rumorosi

Dall’alleanza (del tutto involontaria) tra Cantone, Comune e privati nasce il tratto di strada (o di quartiere, se preferite) fra i più rumorosi del Ticino. Si trova lungo la cantonale in territorio di Tegna, Comune di Terre di Pedemonte, tra la Piazza e Predasco. Lì sono concentrati, da giorni, un cantiere stradale (Dipartimento del territorio) per la posa dell’asfalto fonoassorbente (ironia della sorte), la costruzione di una piccola piazza di giro (committente dei lavori, il Comune) e due cantieri privati (uno dei quali prevede l’uso di un escavatore munito di martellone per demolire la roccia sulla quale poi sorgerà la nuova costruzione, il secondo, invece, non genera fortunatamente disturbi). Per i timpani di chi abita nella zona, un bel fracasso che inizia di buonora (il Cantone concede deroghe all’orario d’inizio per risparmiare agli operai il gran caldo) e si conclude nel tardo pomeriggio, con qualche breve interruzione (come sul mezzogiorno). Proprio la canicola, tra l’altro, obbliga la gente a tenere, spesso, le finestre spalancate la notte per poter dormire. Per fortuna che, a breve, le vacanze dell’edilizia restituiranno al perimetro un po’ di tregua. Troppo presto per cantar vittoria e tirare un sospiro di sollievo. Alcuni municipali sono al corrente della situazione e confermano che si tratta di una "spiacevole coincidenza". Tutto è comunque svolto nel pieno ossequio delle disposizioni del rispetto della quiete vigenti (ordinanza rumori molesti). Questo è il contesto che ha generato un clima di sconforto tra i confinanti, che dovranno tuttavia munirsi di pazienza, visto che al rientro dalle ferie i lavori delle ditte riprenderanno. La posa del nuovo asfalto sulla cantonale, ad esempio, avverrà tra fine agosto e inizio settembre, di notte, anche per non perturbare il traffico su un’arteria molto percorsa. Notti insonni in vista, insomma e risvegli (per coloro che possono dormire) di soprassalto da mettere in conto anche più in là. Chiamateli, se volete, disagi inevitabili...
Rispetto per chi lavora, ma anche per chi la notte deve riposare per andare a lavorare il giorno dopo, o vuole godersi il proprio giardino e la propria terrazza in santa pace in queste giornate estive.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
10 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
10 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
22 ore
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
22 ore
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
22 ore
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
Bellinzonese
1 gior
Nuove scuole a Lodrino entro il 2028
Il progetto Meta si è aggiudicato il concorso per la progettazione del comparto scolastico. Investimento complessivo di 38 milioni di franchi
© Regiopress, All rights reserved