laRegione
botte-in-stazione-commozione-cerebrale-per-un-18enne
Ti-Press
Ennesimo episodio di violenza
20.05.22 - 23:48
Aggiornamento: 21.05.22 - 12:04

Botte in stazione: commozione cerebrale per un 18enne

Il fatto di violenza è avvenuto a Muralto nel tardo pomeriggio di venerdì: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo

Ancora pugni. Ancora nel Locarnese. Questa volta il teatro della scazzottata fra più giovani è stata la stazione ferroviaria di Muralto. Attorno alle 17 di questo venerdì, così ci è stato segnalato, un gruppetto di giovani ne avrebbe aggrediti altri tre senza motivo. La polizia e un’ambulanza sono intervenute sul posto e il giovane preso di mira è stato portato all’ospedale: «È uscito con un taglio sulla fronte, escoriazioni sulle braccia e una commozione cerebrale», racconta la sorella del 18enne domiciliato nel Sottoceneri. «In serata mi ha chiamato chiedendo di aiutarlo. Nessuno, nonostante lo abbia chiesto, gli ha dato soccorso. Io ho telefonato a nostra mamma e lei ha allertato la polizia», ha ancora raccontato a laRegione con rabbia e tristezza nella voce. «Erano in quattro e se la sono presa con tre persone: erano in cerca di "scazzi"», aggiunge la sorella, che ha quindi sottolineato che il fratello e i due compagni non conoscevano affatto i quattro facinorosi, che con pretesti futili hanno attaccato briga e quindi aggredito il trio di amici. Domani, conclude la nostra interlocutrice, il 18enne andrà a sporgere denuncia.

Il servizio stampa della Polizia cantonale ha confermato il parapiglia, ma è rimasto sul vago dichiarando che la dinamica era ancora al vaglio. Sul posto, ha quindi informato, oltre alla PolCan, sono intervenute anche la Comunale e la Ferroviaria.

Quello di stasera è l’ennesimo alterco a pochi giorni dall’aggressione ai danni di uno studente durante la festa di fine anno del Liceo cantonale di Locarno, Liloball, per mano di un gruppo di facinorosi esterno all’istituto. La penultima in ordine di tempo: fra la fine del 2021 (si ricorderà l’aggressione a un altro diciottenne a inizio dicembre nell’area della Rotonda) e la prima metà del 2022, i mesi trascorsi sono stati contrassegnati da più episodi i cui protagonisti menano le mani, spesso per futili motivi.

Leggi anche:

‘Non rissa, ma aggressione. Dobbiamo dire basta tutti insieme’

Finisce in rissa la festa dei liceali al Bagno pubblico

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
botte ferimento muralto stazione ffs
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
1 ora
La ’ndrangheta prende il treno: inchiesta terminata a Milano
Probabile rinvio a giudizio per i fratelli Rossi, titolari anche della Gcf di Bellinzona indagata in Ticino (cantiere Monte Ceneri) ma non in Italia
Locarnese
1 ora
Frontale scooter-auto a Corcapolo, ferite gravi per il centauro
L’incidente intorno alle 15.45 sulla strada cantonale all’altezza dell’intersezione per Calezzo. Il ferito portato in ospedale da un elicottero della Rega
Ticino
1 ora
Livelli a scuola, ‘usiamoli come indicatori e non come criteri’
È una delle proposte del Consiglio cantonale dei giovani, che chiede anche 5 anni di scuola media e maggiore sensibilizzazione su droghe e alcol
Ticino
3 ore
Legge sulla polizia, al via la consultazione per la revisione
Il nuovo disegno ha come obiettivo di permettere alle autorità di svolgere le proprie attività con maggiore efficacia e chiarezza
Luganese
6 ore
Urc 2022, il bilancio della sicurezza è positivo
Lo Stato Maggiore Urc 2022 sottolinea come i disagi per la popolazione siano stati ridotti al minimo e l’adattabilità del dispositivo approntata
Bellinzonese
7 ore
‘Il canone va comunque pagato’: sconfessata Sa di Cadenazzo
Il Taf respinge il ricorso ribadendo le regole del nuovo sistema di prelievo (imposta, non più tassa) in vigore dal 2019 in Svizzera per le imprese
Bellinzonese
13 ore
Preonzo, residenti sotto la montagna ‘stufi degli allagamenti’
Gli abitanti della via Cadmónn sollecitano il Municipio affinché si trovi una soluzione alla discesa a valle di acqua e detriti in occasione di nubifragi
Mendrisiotto
13 ore
Operatori di prossimità, gli altri Comuni ci sono
Dopo la separazione di Mendrisio, nove enti locali sono pronti a confermare il sostegno al Servizio regionale. Se ne parlerà entro fine luglio
Locarnese
13 ore
Brione Verzasca, luce verde ai semafori
Il legislativo ha accolto il credito per la loro installazione. Permetteranno di assicurare maggior fluidità al traffico nella strettoia del paese
Luganese
19 ore
Conti di Lugano approvati, all’ombra dell’ex Macello
Via libera al Consuntivo 2021, ma il Ps: ‘Mancano assunzione di responsabilità e riconciliazione’. Scintille fra Ghisletta e Badaracco sulla Resega.
© Regiopress, All rights reserved