laRegione
17.05.22 - 16:04
Aggiornamento: 17:04

L’ergoterapista assolto; il suo accusatore ancora no

Locarnese, il filone secondario della vicenda. Per il Tribunale federale il caso per ‘denuncia mendace’ deve tornare alla Corte dei reclami penali

l-ergoterapista-assolto-il-suo-accusatore-ancora-no
archivio Ti-Press
Dal 2017 in poi, tra accuse e controaccuse

Era stato prosciolto dalla Corte delle assise criminali nel 2017 e dalla Corte di appello e di revisione penale nel 2019: per entrambe le istanze l’ergoterapista locarnese non ha mai commesso il reato di ripetuta coazione sessuale. La procuratrice pubblica Margherita Lanzillo, che ha sostenuto l’accusa nei suoi confronti, si era persino appellata al Tribunale federale, che nel 2020 aveva dichiarato inammissibile il suo ricorso.
In contemporanea era scattata la controffensiva: già nel 2017 l’ergoterapista si era rivolto alla magistratura ticinese, chiedendo di aprire un procedimento per denuncia mendace nei confronti del suo accusatore. Accusatore che, lo ricordiamo, era poi stato ritenuto inattendibile dalle Criminali e in Appello. Nel maggio del 2020 la Pp Lanzillo aveva però decretato il "non luogo a procedere". L’ergoterapista si è quindi rivolto alla Corte dei reclami penali (Crp) del Tribunale d’appello, che lo ha respinto, ritenendo che il presupposto soggettivo del reato di denuncia mendace non fosse adempiuto.
Ora, sulla questione, arriva una decisione del Tribunale federale, al quale si è rivolto l’ergoterapista. E i giudici di Losanna sono chiari: il ricorso è accolto e la questione torna alla Crp.
Il Tf, in sintesi, si è concentrato sul fatto che la Pp Lanzillo da una parte promuoveva l’accusa nei confronti dell’ergoterapista e dall’altra doveva portare avanti l’accusa mossa dall’ergoterapista alla sua presunta vittima. "In particolare, quando, come in concreto, lo stesso Procuratore pubblico ha precedentemente istruito una prima causa concernente fatti strettamente connessi con quelli oggetto del secondo procedimento, la situazione può rivelarsi delicata sotto il profilo della garanzia d’imparzialità – scrive il Tf –. Occorre che l’esito del successivo giudizio non appaia predeterminato, bensì che rimanga aperto riguardo all’accertamento dei fatti e alla risoluzione delle questioni giuridiche in discussione".
E ancora: "Con la censura sollevata nel reclamo, il ricorrente ha sostanzialmente invocato un motivo di ricusazione della Pp Lanzillo, la quale aveva precedente istruito il procedimento penale nei suoi confronti e aveva promosso l’accusa contro di lui. La stessa Pp ha in seguito statuito sulla denuncia del ricorrente relativa all’asserita mendacità delle dichiarazioni dell’opponente, alla base dell’avvio del primo procedimento penale".
Infine, la Crp "avrebbe quindi dovuto esaminare e pronunciarsi sulla censura in questione. Omettendo di farlo, ha di conseguenza violato il diritto di essere sentito del ricorrente".
Per Losanna il ricorso dell’ergoterapista è accolto e va annullata la sentenza della Crp, che dovrà nuovamente esaminare il caso della "denuncia mendace".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
28 min
In discoteca a 16 anni, più flessibilità su orari e capacità
Al via la consultazione sulla proposta di revisione totale della Legge su esercizi alberghieri e ristorazione. Stop all’obbligo di presenza per il gerente
Ticino
1 ora
In Ticino la legge sul salario minimo è rispettata al 97%
Solo il 2,9% delle aziende controllate, in tutto 122 su oltre 4’000, ha commesso infrazioni, in buona parte per errori di calcolo o di valutazione
Mendrisiotto
4 ore
Una radio di quartiere per dar voce ai ragazzi
Il progetto del Centro giovani di Chiasso cercherà di far avvicinare le nuove generazioni al mondo della comunicazione radiofonica
Intercomunale del Piano
4 ore
‘Polizia, la prossimità non va indebolita’
Grazie al ‘matrimonio’ con Minusio aumentata la presenza sul territorio: ‘Rimane la priorità, inimmaginabile pensare di rinunciarvi’
Bellinzonese
7 ore
Ospedali di valle, Martinoli pronto a ritirare l’iniziativa
Blenio e Leventina: il primo firmatario difende la nuova proposta di testo conforme elaborata dal Gruppo di lavoro ma bocciata in novembre dall’assemblea
Luganese
7 ore
Nella Pregassona del poliziotto di quartiere
Mentre prosegue la campagna ‘Caffè con l’agente’, volta alla conoscenza fra cittadini e agenti di prossimità, nostro reportage dal popoloso rione
Mendrisiotto
7 ore
Il coro La Grigia di Chiasso compie cinquant’anni
Mezzo secolo è trascorso per questo gruppo chiassese: un’impresa non facile, specialmente dopo la pandemia
Luganese
13 ore
Il futuro dell’aeroporto? Lo deciderà il legislativo di Lugano
Anche voci contrarie allo scalo nella serata pubblica organizzata a Bioggio, con il municipale Filippo Lombardi e il consigliere nazionale Bruno Storni
Ticino
14 ore
‘Nessun soccorso rossoverde per salvare il posto a Claudio Zali’
È il messaggio lanciato da Fabrizio Sirica. ‘È il padre cantonale del progetto PoLuMe. Rappresenta una finta ecologia che vogliamo combattere’.
Gallery
Mendrisiotto
18 ore
Laveggio, i giorni passano e i problemi restano
Nelle acque del fiume si nota ancora la presenza di materiale argilloso. Segnalazione all’Ufficio caccia e pesca
© Regiopress, All rights reserved