laRegione
finisce-in-rissa-la-festa-dei-liceali-al-bagno-pubblico
Ti-Press
Pochi violenti rovinano la festa a tutti gli altri
laR
 
16.05.22 - 05:10
Aggiornamento: 15:08

Finisce in rissa la festa dei liceali al Bagno pubblico

Sabato sera amaro in via Respini a Locarno, a causa di poche teste calde che hanno scatenato la violenza. Un ragazzo ferito al volto

Ferite non gravi al volto per un ragazzo già maggiorenne, ma non è questo che più conta: quel che più fa pensare è che la festa di fine anno del Liceo, tenutasi sabato sera al Bagno pubblico di Locarno, è finita in rissa.

Parliamo della solita minoranza di teste calde che rovina il divertimento agli altri, fino alle più seccanti conseguenze: serata interrotta e tutti a casa. La decisione d’interrompere è stata presa di comune accordo fra gli organizzatori e la Polcantonale, intervenuta sul posto unitamente alla Polizia comunale di Locarno e a quella di Ascona.

I fatti purtroppo più salienti di una normale serata di festa a poche settimane dal termine dell’anno scolastico sono accaduti poco dopo le 22.30. Secondo quanto la stessa Polizia cantonale ha confermato a ‘laRegione’, è scoppiato un alterco nel corso del quale un ragazzo maggiorenne ha riportato ferite non gravi al volto. "Sono in corso accertamenti per ricostruire la dinamica, individuare gli autori e determinare le responsabilità", nota la Polcantonale.

Fra le poche informazioni che emergono a margine dello spiacevole epilogo della festa, alcune arrivano direttamente da un profilo Instagram degli studenti del Liceo di Locarno, che altro non possono fare se non considerare, a bocce ferme, che "la musica è stata spenta e la festa è stata evacuata a causa di più risse avvenute nell’arco di troppo pochi minuti". Insomma una triste ammissione d’impotenza di fronte all’agire di pochi sconsiderati che, forse in preda ai fumi dell’alcool e sotto l’effetto di sostanze, non hanno saputo resistere alla tentazione di diventare protagonisti in negativo.

"Per placare le voci che girano o come semplicemente avrete notato, c’è stato l’intervento dell’ambulanza e della polizia, che ha ordinato di fermare la festa a causa della tensione che si stava creando nella calca a causa delle risse ingestibili", notano gli studenti rivolgendosi alla maggioritaria parte "sana" di ragazzi che ha subìto la situazione e sopportato la stupidità di alcuni coetanei. Le risse in effetti sarebbero state più d’una. La polizia parla di "un alterco con il coinvolgimento di più persone". A quanto pare i "focolai" si sono moltiplicati in pochi, concitati minuti, arroventando una situazione che – come di solito avviene – difficilmente può tornare alla piena normalità dopo che affiora la violenza.

"Siamo davvero dispiaciuti per ciò che è successo – scrivono ancora i ragazzi del Liceo sui social –. Orribile come settimane di lavoro dietro a questa festa siano state rovinate da pochissimi soggetti in vena di rissa. Speriamo che ognuno di voi possa comprendere e capire che il comitato non poteva prevedere e non poteva neanche intervenire: tutti questi avvenimenti imprevedibili non erano alla portata e sotto responsabilità del comitato".

‘Chi sa com’è andata, parli’

Gli stessi studenti fanno appello alla sensibilità e al senso civico di chi abbia assistito alla rissa "o seguito la dinamica o semplicemente visto qualcosa dell’accaduto", di farsi vivo.

Dal profilo penale, il contesto di cui stiamo parlando è quello delle vie di fatto, reato che per essere perseguito richiede la querela di parte. Stando a nostre informazioni, almeno una denuncia sarebbe stata sporta in questo senso.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bagno pubblico festa liceo locarno rissa violenza
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
4 ore
‘Basta posteggi al Pozzo di Tegna!’
Preoccupata l’Associazione Golene di Terre di Pedemonte, che teme che l’incremento degli stalli porti ancora più gente e traffico in una zona sensibile
Mendrisiotto
4 ore
Mendrisiotto, turismo ‘green’ lungo i parchi insubrici
’Insubriparks’ è una nuova piattaforma che porta alla scoperta di cinque bellezze naturalistiche tra Svizzera e Italia
Ticino
4 ore
Il mercato dell’auto resta ammaccato
Si sperava di risolvere i problemi di fornitura entro il primo semestre di quest’anno: niente da fare. E anche l’usato scarseggia
Luganese
11 ore
Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti
I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
13 ore
Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’
La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
13 ore
Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne
In pericolo di vita il giovane. È accaduto ieri in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Bellinzonese
17 ore
PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona
La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
17 ore
L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’
Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Luganese
18 ore
Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo
Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
23 ore
Centovalli, pompieri ancora al lavoro
Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
© Regiopress, All rights reserved