laRegione
non-e-politica-e-ostruzionismo-e-non-possiamo-accettarlo
Ti-Press
Giuseppe Cotti
13.05.22 - 16:07
Aggiornamento: 17:31

‘Non è politica, è ostruzionismo e non possiamo accettarlo’

Nella serata di Marco Pellegrini alla presidenza sezionale, Giuseppe Cotti duro con Verdi e Ps per i ricorsi contro le decisioni del legislativo

Nella serata della scontata nomina di Marco Pellegrini alla presidenza della sezione Ppd di Locarno è arrivata la bordata del municipale Giuseppe Cotti, unico superstite del partito nella stanza dei bottoni di Palazzo Marcacci dopo l’abbandono, alla scadenza della scorsa legislatura, di Paolo Caroni. Il nuovo vicesindaco ha infatti premesso che «bisogna ricominciare a parlare apertamente di quello che facciamo e bisogna anche dire, forte e chiaro, quello che non va bene. Perché non tutto va bene. Io ho un obbligo istituzionale e collegiale e mi attengo a questa regola. Ma posso dire che non tutto va bene».

Poi l’affondo: «Non possiamo più accettare che alcune forze politiche in Città portino avanti una politica paralizzante sulla progettualità. È legittimo dibattere in Consiglio comunale e in Municipio, e va benissimo chiamare alle urne i cittadini. Non è però più politica quella che regolarmente ricorre ai tribunali per ostacolare i progetti democraticamente approvati». Il riferimento, poi esplicitato, era doppio: «Al ricorso sostenuto dai Verdi sulla variante di Piano regolatore per realizzare un autosilo in Città Vecchia, autosilo che permetterebbe di riqualificare l’intero comparto e di fare rivivere i commerci»; ma anche «al ricorso del Partito socialista, l’ultimo di una lunga serie, sul recente credito quadro votato dal Consiglio comunale per risanare gli immobili comunali. Questa non è più politica: questo è ostruzionismo e non possiamo accettarlo».

Del ricorso socialista sul credito quadro ancora non si aveva notizia. Pier Mellini, capogruppo in Consiglio comunale, raggiunto dalla ‘Regione’ lo conferma: «Non si tratta di ostruzionismo, ma di guardare alla politica con chiarezza. Il credito quadro per gli immobili comunali come concetto va benissimo, ma non va assolutamente bene il modo in cui è stato presentato nel messaggio. È necessario specificare ciò che è miglioria e ciò che è risanamento. Una distinzione oggi inesistente, piaccia a no. Il ricorso ci sta dunque tutto».

E su questo genere di arena politica torna dunque ad affacciarsi Marco Pellegrini, municipale dal 2000 al 2008 e prima ancora consigliere comunale. Nel suo intervento Pellegrini ha detto di aver accettato il cimento «perché mi piacciono le sfide e mi stimolano a fare sempre meglio per un partito, il nostro, che oggi ha bisogno di un cambiamento». Un partito, ha proseguito, che «non merita di essere nella posizione attuale con una sola rappresentanza in Municipio. Comunque, se oggi siamo in questa situazione, tutti assieme dobbiamo fare autocritica e riconoscere gli errori commessi». Il neopresidente sezionale ha riconosciuto di non sapere «se riusciremo a riprendere il seggio perso, ma perlomeno tutti devono crederci ed è necessario riattivare in noi quella sana competizione e stimolo affinché ritorni l’orgoglio di essere Ppd. L’obiettivo sarà quello di costruire una squadra per arrivare all’appuntamento elettorale per riconquistare il seggio e per questo le parole chiave sono "crederci" e "lavorare"».

Pellegrini per il Municipio? ‘Mi stimola’

Una squadra di cui, ci ha confidato in seguito Pellegrini, potrebbe far parte egli stesso come candidato al Municipio. «Non nascondo che l’appetito vien mangiando. Mi sono rimesso in gioco come presidente sezionale e l’ipotesi di un ritorno in Municipio per contribuire a riconquistare il secondo seggio mi stimola parecchio».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
giuseppe cotti locarno marco pellegrini municipio secondo seggio sezione ppd
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Luganese
1 ora
Ukraine Recovery Conference, Shmyhal atterrato ad Agno
Il Primo ministro, che guiderà la delegazione ucraina è arrivato in città. Accolto dal presidente Cassis e dal sindaco Foletti
Mendrisiotto
2 ore
Morta sull’A2, gli amici del ritrovo: ‘Una bellissima persona’
Nella regione ha lasciato increduli la morte della 36enne travolta nella notte a Rancate. La giovane donna era mamma di due bambine
Ticino
3 ore
Mafie in Ticino, ‘il pool cantonale non serve’
Risposta del Consiglio di Stato alla mozione di Quadranti (Plr). Il deputato insoddisfatto replica: ‘Porterò il dossier nella commissione competente’
Luganese
4 ore
A Lugano, delegazione italiana guidata da Della Vedova
All’Ukraine Recovery Conference in riva al Ceresio (domani e martedì), per la Penisola ci sarà il sottosegretario
Gallery
Mendrisiotto
9 ore
Cade dalla moto e viene travolta dall’auto che segue
Incidente con esito mortale nella notte sull’A2 all’altezza di Rancate. Autostrada temporaneamente chiusa per i rilievi del caso
Gallery
Locarnese
10 ore
Si schianta contro un palo di cemento. Muore un ventenne
Grave incidente della circolazione nella notte a Broglio, dove perde la vita un giovane. Lievi ferite per altri due passeggeri
Bellinzonese
1 gior
Malore in auto, code fino a 10 km in Leventina
Pomeriggio di passione sull’autostrada A2 in direzione nord a causa di una persona incolonnata all’altezza di Ambrì che si è sentita male
Gallery
Bellinzonese
1 gior
Auto contro moto sulla cantonale a Iragna, un ferito
L’incidente è accaduto attorno alle 14.30. Chiuso per circa un’ora il tratto stradale teatro del sinistro
Ticino
1 gior
Auto in panne, galleria del San Gottardo chiusa (direzione nord)
Mentre al portale urano già dal mattino si registravano code chilometriche, anche a quello di Airolo sono da prevedere disagi
Locarnese
1 gior
La Centovallina torna a circolare in Italia
Interrotto ieri a causa dei disagi provocati dalle abbondanti precipitazioni, il servizio internazionale è ripreso stamane
© Regiopress, All rights reserved