laRegione
07.05.22 - 09:16

L’onda nuova dello Stand Up Paddle sull’asse Locarno-Ascona

Il Wilson Sup Center si rilancia: importante investimento di miglioria al Bagno pubblico cittadino, con apertura in Borgo di una stazione distaccata

l-onda-nuova-dello-stand-up-paddle-sull-asse-locarno-ascona
Come sarà al Bagno pubblico di Locarno

Lo Stand Up Paddle (Sup) come offerta lacustre strutturata, con una base rafforzata e un nuovo "look" al Bagno pubblico di Locarno e una stazione distaccata in quello comunale di Ascona, grazie all’arrivo della nuova gerenza le cui persone sono in parte le stesse che già operano a Locarno come Wilson Sup Center: da quest’anno al "team Wilson" di Andrea Pirro e Daniel Klöckner si è aggiunto Paolo Margnetti.

«Quello che abbiamo deciso di fare è un grosso passo avanti sia come investimento di miglioria a Locarno, sia come allargamento del servizio fino ad Ascona – spiega alla "Regione" Daniel Klöckner, che con Pirro, dal 2015, è l’anima dell’iniziativa –. L’obiettivo è aprire, se vogliamo, una… nuova era ad un livello di offerta superiore per tutta la zona del Delta. Perché la disciplina sta ancora crescendo in popolarità e la richiesta è sempre più forte, soprattutto da parte di scuole, società e aziende. Il Sup piace perché è intuitivo e si pratica in totale libertà in mezzo alla natura». E se questa è la base su cui lavorare, già germogliano i progetti come una scuola di Sup competitivo per ragazzi, una tappa locarnese del Campionato svizzero 2023 in collaborazione con la Federazione nazionale (Sup Suisse), nonché l’introduzione del nuovo trend Foil, una sorta di surf con o senza vela che funziona "pompando" con le gambe.

A Locarno i "ragazzi" del Wilson hanno dunque deciso di mettere le mani nella terra per affondare nuove radici con l’attività avviata 4 anni fa al Bagno pubblico. In concreto, la vetusta struttura per l’affitto delle tavole in funzione fino alla scorsa stagione viene sostituita da tre container (opportunamente rivestiti in legno, per inserirsi nello scenario paesaggistico della riva): «Uno verrà adibito a ricezione e servirà per la distribuzione del materiale attualmente in dotazione, ovverosia circa 50 tavole; nel secondo avremo uno showroom con tavole dimostrative; mentre il terzo sarà deposito delle tavole per i molti proprietari privati già dotati di Sup proprio e che per comodità lo vogliono "parcheggiare" a lago», spiega Klöckner. Che aggiunge: «Dopo l’indimenticabile esperienza al Lido patriziale di Ascona, iniziata 10 anni fa da Andrea Pirro e condivisa con il sottoscritto dal 2015, per motivi contingenti nel 2018 abbiamo dovuto traslocare al Bagno pubblico di Locarno, dove è per noi iniziata una nuova avventura. Lì, anche grazie alla buona collaborazione con la gerenza, abbiamo sviluppato un progetto che da subito ha ottenuto grossi riscontri e dato notevoli soddisfazioni. È stato così possibile accantonare negli anni un capitale per futuri investimenti. Che è esattamente ciò che stiamo facendo adesso, cambiando totalmente volto alle nostre infrastrutture locarnesi in modo da offrire non solo un buon servizio, ma anche una bella immagine per turisti e residenti».

Parallelamente, con il concorso per la gerenza del Bagno pubblico comunale si è riaperta una finestrella asconese. «Ci è subito parso logico tornare ad Ascona, con una stazione Sup da una decina di tavole, almeno per cominciare. Sorgerà sul lato sinistro della spiaggia del Bagno pubblico. Un’idea è creare con il tempo una sorta di percorso fra le due postazioni, con addirittura la possibilità di lasciare la tavola dove arrivo e, per gli spostamenti da una sede all’altra, sfruttare le biciclette della rete di Bike Sharing».

Il Wilson Sup aprirà il 14 maggio; a Locarno, fino a giugno, unicamente durante il fine settimana, mentre ad Ascona tutti i giorni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Video
Ticino
7 ore
La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale
Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
11 ore
A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate
L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
11 ore
Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc
Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
11 ore
‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’
Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
20 ore
‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’
La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
20 ore
Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No
Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
20 ore
‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’
Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Gallery
Mendrisiotto
21 ore
Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine
Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Locarnese
22 ore
Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere
Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Ticino
22 ore
Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro
Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
© Regiopress, All rights reserved