laRegione
01.05.22 - 15:37
Aggiornamento: 16:00

Losone, la musica per scoprire ed esplorare il Mediterraneo

Il viaggio con concerti, danze, film e specialità culinarie si terrà dal 5 al 7 maggio al Centro La Torre con Spring Fest

losone-la-musica-per-scoprire-ed-esplorare-il-mediterraneo
La Mal Coiffée
Il quartetto La Mal Coiffée

Da millenni il Mar Mediterraneo è il privilegiato luogo d’incontro fra culture diverse che unisce l’Oceano Indiano con l’Atlantico. Già in età antica, i romani avevano concepito il mare come un bene comune di tutti, il Mediterraneo era infatti uno spazio neutro e pacificato che in epoca più tarda fu definito “Mare Nostrum”. Dal 5 al 7 maggio si svolgerà al Centro la Torre di Losone lo Spring Fest, che darà l’occasione di riscoprire la ricchezza del Mare Nostrum, spingendosi fino in Africa e in America Latina, con musica, danze e cibo.

La rassegna culturale proposta dal LocarnoFolk inizierà giovedì 5 maggio e partirà dalla Francia meridionale, in Linguadoca, con le polifonie occitane di protesta del quartetto vocale femminile, La Mal Coiffée, che da 20 anni esplora il repertorio occitano fra canzoni tradizionali e creazioni contemporanee; il concerto è organizzato in collaborazione con l’associazione Osa!

Venerdì 6 maggio protagonista della serata sarà un altro quartetto francese: Zakouska che, dalle 20.30, con violini, fisarmonica e chitarra suonerà musiche dei porti di mare, da Marsiglia – dove ha sede – a Istanbul. A far da prologo a questo concerto gratuito – perché offerto dal Comune di Losone – la proiezione alle 17.45 del film documentario “Saz - The key of trust”, con al centro il saz (o liuto anatolico). Dalla Bosnia all’Iran, la suonatrice di saz Petra Nachtmanova intraprende il suo viaggio sulle tracce dello strumento.

Sabato 7 maggio inizierà con uno stage di danze della Grecia (dalle 13.30 alle 16), partendo dal celebre sirtaki si scoprirà che la tradizione dei balli greci è molto più ampia. Panagiotis Pateritsas, fin da bambino suonatore di bouzuki e ballerino, insegnerà alcune danze popolari. Animerà la serata alternandosi tra palco – che dividerà con gli altri componenti del gruppo multiculturale Safar Mazì – e pubblico. Dal canto suo, Safar Mazì proporrà un viaggio (safar) insieme (mazì) dal Mediterraneo al Medioriente, attraversando Balcani e Penisola anatolica (dalle 19.30)

Il concerto pomeridiano, alle 16.30 nella chiesa di San Lorenzo, con il complesso ticinese Greensleeves – capitanato dal cantautore e musicista Paolo Tomamichel - ruoterà anch’esso attorno al Mediterraneo, sul quale navigano, sin dalla notte dei tempi, le passioni dell’essere umano.

Sarà uindi il gruppo Djelem Do Mar a concludere la rassegna con un concerto (alle 21.30) che anche è un viaggio etno-linguistico che partirà dal Mediterraneo per spingersi oltre fino all’Africa e all’America Latina e poi tornare in Italia, toccando ben dieci lingue.

Per info e prenotazioni: www.locarnofolk.ch.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
4 ore
‘Anche l’Ipct è sottoposto alla Legge sulla trasparenza’
Accesso negato alla risoluzione che riduce il tasso di conversione, Pronzini (Mps) interpella il Consiglio di Stato
Luganese
9 ore
Lugano, ingranata la marcia sul Polo congressuale
Il Municipio informa l’Interpartitica: imminenti i messaggi sull’acquisto dello stabile Rsi di Besso e sul comparto Campo Marzio Nord
Ticino
9 ore
Vent’anni di Strade Sicure e ‘il Ticino torna nella media’
Il numero di incidenti a sud delle Alpi è calato del 63% in 20 anni, rientrando in linea con i dati nazionali
Bellinzonese
10 ore
Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone
È successo al parco giochi di Cima Piazza, all’altezza dell’ex palazzo comunale. Sanguinava dalla testa ma era vigile
Bellinzonese
10 ore
Mense di Bellinzona, il Municipio interverrà sulle associazioni
Recepite alcune delle criticità evidenziate dall’Mps sull’obbligo di pagare la tassa di adesione e il pranzo in caso di uscite scolastiche
Ticino
11 ore
Aumenti cassa malati, De Rosa: ‘Per il Ticino stangata ingiusta’
Il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa critico sull’aumento dei premi del 9,2% rispetto al 6,6% della media nazionale
Bellinzonese
11 ore
Bellinzona, un’opera che ‘aumenta la qualità di vita’
Inaugurata ufficialmente la passerella ciclopedonale della Torretta che collega il centro storico turrito a Carasso e che valorizza la mobilità lenta
Locarnese
13 ore
Arcegno, la prima vendemmia al ‘Vigneto di Luca’
Vissuta come una festa da giovani e adulti la raccolta dell’uva. Dal 2024 le bottiglie saranno vendute a scopo benefico
Mendrisiotto
16 ore
Morbio Inferiore, tra incubi del vetro e turismo del rifiuto
L’ecopunto in via Pascuritt è molto gettonato, tanto che, secondo un residente della zona, ogni giorno ci sarebbero 20 contravvenzioni
Bellinzonese
16 ore
Minacciava di suicidarsi, ‘salvato’ da polizia e Croce Verde
Vasto dispiegamento di polizia e sanitari questa mattina in via Galbisio a Carasso: evitato il peggio, l’uomo è stato ricoverato
© Regiopress, All rights reserved