laRegione
piu-rosso-del-previsto-ma-pesa-l-ammortamento-dell-autosilo
Ti-Press
Davide Giovannacci, capodicastero Finanze a Locarno
22.04.22 - 14:30
Aggiornamento: 16:08

Più rosso del previsto, ma pesa l’ammortamento dell’autosilo

A Locarno i conti ’21 si sono chiusi con un disavanzo di 5,4 milioni di franchi e investimenti lordi per 8,9 milioni. Moltiplicatore: si rimane al 90%

Una perdita di esercizio di 5,4 milioni di franchi è la cifra presentata dal Comune di Locarno a fine 2021. Non bene, ma comunque meglio della perdita dell’anno precedente, che ammontava a 7,4 milioni di franchi. Gli investimenti lordi sono pari a 8,9 milioni (10,1 nel 2020).

Cinque milioni e 400mila franchi in rosso, dunque, a fronte di una perdita stimata a preventivo di 2,4 milioni. "Il risultato effettivo è condizionato in gran parte dalla registrazione dell’ammortamento dell’autosilo Largo Zorzi per il periodo 2018-2021 (2,4 milioni di franchi) e da alcune variazioni in particolare in alcune fonti d’entrata – considera il Municipio in una nota –. Seppur sulla base di dati ancora provvisori, si può affermare che le conseguenze della pandemia sui gettiti fiscali sono minori rispetto a quanto ipotizzato inizialmente". Per contro è ancora positivo il risultato finanziario dell’Azienda acqua potabile, che chiude il 2021 con un utile d’esercizio di 1,2 milioni di franchi.

Il dato essenziale sottolineato dalla Città è quello secondo cui "gli effetti della pandemia si fanno ancora sentire, sebbene in maniera meno rilevante rispetto al precedente anno. Il 2021 è stato anche caratterizzato in modo meno marcato dalla necessità di aiuti all’economia e al sostegno sociale, ambiti che mantengono comunque la loro valenza nell’attuale legislatura".

Meno ricavi e più costi

Il risultato del 2021 è la sommatoria di vari fattori, da un lato si registrano minori introiti – ad esempio in ambito di parchimetri o di tasse occupazione suolo pubblico riconducibili alla pandemia e alle misure adottate a vari livelli – e dall’altro maggiori costi dovuti ad interventi causati da intemperie, oppure ancora ad incrementi dei costi legati alle curatele. Come altre conseguenze direttamente legate alla pandemia, non vanno poi sottovalutate le spese concernenti il personale. In particolare per quanto riguarda le assenze di breve durata proprio a seguito di infezioni da Sars-CoV-2. Più positive del previsto risultano invece le sopravvenienze d’imposta e i minori contributi nel settore dell’assistenza.

Alla voce investimenti sono registrate le uscite e le entrate (sussidi) riguardanti l’acquisizione di beni durevoli. Le uscite per investimenti lordi ammontano come accennato a 8,9 milioni (7,8 netti) e concernono ben 70 oggetti. Fra essi vengono segnalati la messa in sicurezza di via Luini (1,4 milioni), la realizzazione della terza corsia sul Lungolago (700mila franchi), la manutenzione delle strade (mezzo milione) e quella degli stabili (un altro mezzo milione), il contributo al Cantone per il Programma d’agglomerato di seconda generazione (PaLoc 2, 500mila franchi), nonché l’ammodernamento e l’estensione della videosorveglianza (400mila franchi).

Se il superamento del periodo caratterizzato dalla pandemia appare oggi meno incerto e controverso, il Municipio è però consapevole che "altre incognite sono dietro l’angolo, con particolare riferimento alla crisi in Ucraina. L’esecutivo, con l’intento di voler continuare a garantire un buon servizio alla cittadinanza e consapevole degli investimenti necessari nel futuro prossimo, si adopera al fine di contenere l’evoluzione della spesa globale e di incrementare laddove possibile le varie fonti d’entrata".

Il parcheggio in Largo Zorzi incide per 2,4 milioni

«Il risultato registrato è sostanzialmente in linea con il preventivo – commenta il capodicastero Finanze, Davide Giovannacci –. Un risultato, però, purtroppo intaccato comunque dal gettito e da alcune spese o mancate entrate a priori non ipotizzabili, ma che possiamo ritenere non strutturali. A incidere sul bilancio definitivo si aggiunge poi la registrazione dell’ammortamento dell’autosilo Largo Zorzi per 2,4 milioni di franchi». Giovannacci che guarda però al futuro con ottimismo: «Continuando sulla strada già imboccata, contraddistinta da un controllo oculato delle spese, così come delle entrate, confidiamo di poter raggiungere l’auspicato pareggio dei conti in un lasso di tempo tutto sommato breve».

In riferimento al preventivo 2022, infine, il Municipio conferma la propria volontà di mantenere al 90% il moltiplicatore d’imposta anche a medio termine. Per raggiungere tale obiettivo, l’esecutivo intende procedere a breve con la discussione delle Linee direttive e del Piano finanziario e anticipare le discussioni e le valutazioni dei prossimi preventivi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consuntivi 2021 davide giovannacci investimenti locarno pandemia perdita
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
3 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
13 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
14 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
15 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
15 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
16 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
16 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
18 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
21 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
© Regiopress, All rights reserved