laRegione
19.04.22 - 15:35
Aggiornamento: 17:32

Fermata Tilo, Tommasini riflette su un possibile ricorso

Minusio, la non referendabilità del credito per la realizzazione sorprende l’ex vicesindaco: “Ma allora perché ha dovuto passare dal legislativo?”

fermata-tilo-tommasini-riflette-su-un-possibile-ricorso
Ti-Press
Tilo, a Minusio fermata confermata (fino a prova contraria)

«Sorpreso e perplesso». Lo aveva detto il sindaco Felice Dafond riferendosi alla domanda di referendum contro la fermata Tilo a Minusio, e lo ripete oggi Tiziano Tommasini, che quella domanda l’aveva lanciata – raggiungendo il numero di firme necessario per portare la popolazione alle urne – ma si era poi sentito dire che referendabile è solo il credito di 342mila franchi per due sistemazioni stradali in zona Remorino, e non quello riguardante la partecipazione massima del Comune alla realizzazione della fermata stessa (550mila franchi).

Il "no" dell’esecutivo alla referendabilità del credito era motivata dal fatto che "trattasi di una spesa determinata, fissata dal Consiglio di Stato il 5 maggio 2021, in applicazione degli articoli 22, 23 e 30 della Legge sul trasporto pubblico, il cui principio e la cui portata sono stabiliti dal diritto cantonale secondo precisi criteri e che è assolutamente necessaria per l’attuazione del progetto delle Ffs, inserito nel PALoc2". Una spesa, aveva aggiunto l’esecutivo di Minusio, "prescritta nel suo principio dalla legislazione cantonale e che ha pertanto natura vincolata poiché essa è stata predeterminata e acquisita in via definitiva da una decisione base di rango superiore, di cui ne costituisce il corollario necessario".

Sorpreso e perplesso, dunque, «non tanto per la delibera del Municipio, dal quale non mi aspettavo di ottenere ragione», quanto per un altro motivo: «Se davvero il credito di 550mila franchi per la fermata è intoccabile poiché deciso a suo tempo dal Consiglio di Stato, mi chiedo perché sia stato portato in Consiglio comunale – dice Tommasini alla "Regione" –. Di solito, i crediti votati dal legislativo sono soggetti a ricorso. Questo, evidentemente, no. Una cosa strana che è da verificare». Una verifica che potrebbe portare l’ex vicesindaco a ricorrere al Consiglio di Stato, per rimettere in campo una palla che sembrava inesorabilmente persa. «Ma prima – avverte – dovrò far capo a chi ne capisce più di me per stabilire se in effetti la non referendabilità di quei 550mila franchi sia effettiva. Ho 30 giorni di tempo».

Qualora la "versione" del Municipio venisse confermata, Tommasini annuncia un gesto di responsabilità: «In quel caso non contesterei neppure i 342mila franchi per le opere di valorizzazione e di arredo stradale di via Verbano e via Remorino. Non avrebbe senso. A me, per tutta una serie di motivi, non va l’idea della fermata Ffs, ma se essa si farà non avrebbe senso oppormi a opere di arredo stradale che ne sono una conseguenza».

Leggi anche:

Minusio, non referendabile il credito per la fermata Tilo

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
29 min
No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media
‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
1 ora
Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti
Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Ticino
3 ore
Sedicenni in discoteca, ‘ci adeguiamo al resto della Svizzera’
La reazione a caldo di Daniel Perri, gerente di varie discoteche del Locarnese, come il Vanilla, la Rotonda e il Pix: ‘È importante per il turismo’
Mendrisiotto
3 ore
Il Plr ticinese è con la Sezione di Mendrisio
Il partito cantonale prende atto del ‘caso Cerutti’ e dichiara ‘piena fiducia’ ai suoi esponenti locali. Si ‘guarda avanti’
Bosco Gurin
4 ore
Metrò alpino, ‘un’apertura per tutta la Valle’
L’Associazione dei Comuni valmaggesi (Ascovam) scrive al direttore del Dipartimento del territorio per perorare la causa del collegamento con la Formazza
Ticino
6 ore
In discoteca a 16 anni, più flessibilità su orari e capacità
Al via la consultazione sulla proposta di revisione totale della Legge su esercizi alberghieri e ristorazione. Stop all’obbligo di presenza per il gerente
Ticino
7 ore
In Ticino la Legge sul salario minimo è rispettata al 97%
Solo il 2,9% delle aziende controllate, in tutto 122 su oltre 4’000, ha commesso infrazioni, in buona parte per errori di calcolo o di valutazione
Mendrisiotto
10 ore
Una radio di quartiere per dar voce ai ragazzi
Il progetto del Centro giovani di Chiasso cercherà di far avvicinare le nuove generazioni al mondo della comunicazione radiofonica
Intercomunale del Piano
10 ore
‘Polizia, la prossimità non va indebolita’
Grazie al ‘matrimonio’ con Minusio aumentata la presenza sul territorio: ‘Rimane la priorità, inimmaginabile pensare di rinunciarvi’
Bellinzonese
13 ore
Ospedali di valle, Martinoli pronto a ritirare l’iniziativa
Blenio e Leventina: il primo firmatario difende la nuova proposta di testo conforme elaborata dal Gruppo di lavoro ma bocciata in novembre dall’assemblea
© Regiopress, All rights reserved