laRegione
13.04.22 - 15:15
Aggiornamento: 17:36

Via il fumo dai parchi giochi di Locarno, il Municipio ci sta

Le osservazioni finali dell’Esecutivo, dopo la spaccatura della Commissione della legislazione. Sulla mozione dovrà esprimersi il Consiglio comunale

via-il-fumo-dai-parchi-giochi-di-locarno-il-municipio-ci-sta
Ti-Press
Prevenzione contro il tabagismo

Divieto di fumo nei parchi giochi della città: il Municipio di Locarno ci sta. Nelle sue osservazioni finali alla mozione del giugno 2019 (primo firmatario Marko Antunovic, consigliere comunale dei Verdi, con l’appoggio di altri venti colleghi), l’Esecutivo cittadino conferma le sue osservazioni preliminari. E ciò nonostante sul tema la Commissione della legislazione si sia spaccata, con due rapporti, uno favorevole e uno contrario.

"Entrambi i rapporti commissionali contengono interessanti considerazioni sia a sostegno, sia contro il prospettato divieto – indica il Municipio –. Riteniamo però prevalenti gli aspetti positivi della misura proposta con la mozione, a sostegno di una sensibilizzazione e della promozione di atteggiamenti sani in aree pubbliche, ma comunque ben delimitate, rispetto alla circoscritta proibizione del fumo". Per l’Esecutivo questa limitazione "non porterebbe essa sola a tutte quelle problematiche paventate nel rapporto commissionale di maggioranza. A sostegno di tale giustificabile indirizzo ci sono numerosi esempi in cui tale divieto è già stato positivamente introdotto".

La maggioranza della Legislazione, lo ricordiamo, paventava ostacoli nei controlli e d’applicabilità del divieto, visto che non tutti i parchi svago cittadini sono delimitati. Citando altre criticità insite nella proposta e facendo riferimento a quanto avviene in altre città svizzere, la stessa maggioranza della Legislazione era dell’avviso che non sia con la "divietocrazia" che si debba affrontare il tema.

Di parere opposto il Municipio che, in conclusione, "riconoscendo l’importanza della prevenzione del tabagismo e l’opportunità d’intervenire in tale ambito tramite ordinanza, soprattutto a favore della tutela della salute dei bambini, accoglie la proposta d’introdurre il divieto di fumo nei parchi giochi di Locarno".

Ora la palla passa nel campo del Consiglio comunale che dovrà esprimersi sulla mozione in una prossima seduta.

Leggi anche:

Locarno, il divieto di fumo nei parchi giochi non convince

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
49 min
A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale
Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
4 ore
Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi
Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
5 ore
Si torna a fare il pieno in Ticino
Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
5 ore
Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda
Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
5 ore
Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa
Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Grigioni
6 ore
Il Parco Val Calanca è realtà
Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
7 ore
‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’
L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
Luganese
10 ore
Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano
Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
Ticino
1 gior
‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’
Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
1 gior
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
© Regiopress, All rights reserved