laRegione
19.03.22 - 09:09
Aggiornamento: 20.03.22 - 14:42

Minusio, il referendum sulla fermata del Tilo è ‘ambiguo’

Associazione Quartiere Rivapiana prende posizione sul progetto e invita a non sottoscriverlo per le conseguenze che ciò avrebbe a livello pianificatorio

minusio-il-referendum-sulla-fermata-del-tilo-e-ambiguo

"Il referendum dal titolo "Fermata ffs Tilo a Minusio" trae facilmente in inganno. Oggetto della raccolta firme non può infatti essere il progetto di nuova fermata Tilo già approvato in via definitiva". È quanto sostiene l’Associazione Quartiere Rivapiana di Minusio (Aqr) in una nota stampa. Riferendosi alle dichiarazioni del sindaco Felice Dafond riportate da laRegione, Aqr ricorda come la raccolta firme per il referendum contro il credito votato all’unanimità dal Consiglio comunale sia nettamente inopportuno. In pratica, se riuscisse, non avrebbe la facoltà d’impedire la costruzione della fermata perché già decisa definitivamente. Unicamente referendabile è l’importo di 342mila franchi per il progetto relativo alle opere annesse di valorizzazione e di arredo stradale su via Verbano e via Remorino, in particolare la posa di pavimentazione pregiata per un migliore inserimento paesaggistico. In realtà tali opere costano il doppio, ma il comune è "riuscito a farsi finanziare" dalle FFS l’altra metà del prospettato investimento".

In pratica, sostiene l’Associazione, "le conseguenze di una approvazione del referendum proposto sono che si generi un ritardo sul cantiere, che andrà poi recuperato con lavori sia nei weekend che notturni. Inoltre se il Comune non potesse più finanziare la fase finale del progetto, per evitare il sorpasso del budget già fissato, si dovranno eliminare certe spese già previste per il miglioramento del progetto iniziale, come l’arredo urbano, toglieranno cioè tutto quello che è esteticamente bello ma non strettamente necessario dal punto di vista tecnico". Favorevole da sempre alla fermata Tilo che "favorisce e amplia l’offerta della mobilità lenta a favore non solo dei turisti ma soprattutto degli abitanti di Minusio", l’Aqr aveva altresì auspicato "che si creasse una zona di pianificazione per poter progettare con tempo e secondo i Piani di Agglomerazione del Locarnese la riqualificazione del comparto Remorino in relazione alla nuova situazione di fermata Tilo. Firmando il referendum non si aiuta certo a portare a termine nel migliore dei modi la realizzazione tanto agognata. Per questi motivi esortiamo tutti i nostri aderenti a non firmare questo referendum e se possibile sconsigliare i loro amici e conoscenti dal farlo".

Leggi anche:

Referendum fermata Tilo, il sindaco: ‘Sorpreso e perplesso’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
19 min
‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’
È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
49 min
No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media
‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
2 ore
Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti
Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Ticino
4 ore
Sedicenni in discoteca, ‘ci adeguiamo al resto della Svizzera’
La reazione a caldo di Daniel Perri, gerente di varie discoteche del Locarnese, come il Vanilla, la Rotonda e il Pix: ‘È importante per il turismo’
Mendrisiotto
4 ore
Il Plr ticinese è con la Sezione di Mendrisio
Il partito cantonale prende atto del ‘caso Cerutti’ e dichiara ‘piena fiducia’ ai suoi esponenti locali. Si ‘guarda avanti’
Bosco Gurin
4 ore
Metrò alpino, ‘un’apertura per tutta la Valle’
L’Associazione dei Comuni valmaggesi (Ascovam) scrive al direttore del Dipartimento del territorio per perorare la causa del collegamento con la Formazza
Ticino
6 ore
In discoteca a 16 anni, più flessibilità su orari e capacità
Al via la consultazione sulla proposta di revisione totale della Legge su esercizi alberghieri e ristorazione. Stop all’obbligo di presenza per il gerente
Ticino
8 ore
In Ticino la Legge sul salario minimo è rispettata al 97%
Solo il 2,9% delle aziende controllate, in tutto 122 su oltre 4’000, ha commesso infrazioni, in buona parte per errori di calcolo o di valutazione
Mendrisiotto
10 ore
Una radio di quartiere per dar voce ai ragazzi
Il progetto del Centro giovani di Chiasso cercherà di far avvicinare le nuove generazioni al mondo della comunicazione radiofonica
Intercomunale del Piano
10 ore
‘Polizia, la prossimità non va indebolita’
Grazie al ‘matrimonio’ con Minusio aumentata la presenza sul territorio: ‘Rimane la priorità, inimmaginabile pensare di rinunciarvi’
© Regiopress, All rights reserved