laRegione
con-la-zona-grigia-i-grandi-temi-sociali-vanno-a-teatro
Troise e Mariotta in scena
22.03.22 - 15:10

Con ‘La zona grigia’ i grandi temi sociali vanno a teatro

Violenza domestica e abuso sui minori in ambito sportivo e aggregativo al centro degli spettacoli del duo formato da Katya Troise e Francesco Mariotta

"La zona grigia": è il nome del duo teatrale formato da Katya Troise, dell’Associazione Teatro Scintille, e Francesco Mariotta, della Compagnia teatrale Sugo d’Inchiostro. "La zona grigia" è un nome che nasce da quel difficile (ma necessario) intento di osservare e indagare i temi delicati, spesso dipinti in pesanti bianchi e neri, focalizzandosi sulle varie situazioni umane, facendolo senza dare giudizi, bensì situandosi in quella zona di confine, indefinita, "grigia" appunto, mettendo in scena queste drammatiche realtà.

Troise e Mariotta avevano iniziato a collaborare nel 2013, quando il Cantone aveva commissionato loro il primo spettacolo di "teatro sociale". Il tema era la violenza domestica. Ecco dunque che era nato "Cucù sono a casa", uno spaccato teatrale forte, ma al tempo stesso delicato. La scena veniva rappresentata nei centri commerciali, affinché la tematica potesse arrivare a tutti e indurre una riflessione anche nei passanti. Da allora "Cucù" ha avuto un destino fortunato ed è stato replicato decine di volte in contesti vari; scuole, associazioni, conferenze eccetera.

La collaborazione fra due attori è proseguita poi con la nascita di "Abbracci speciali", nato, sempre su richiesta del Cantone, come spettacolo che esplora il tema dell’abuso sui minori in ambito sportivo e aggregativo.

I due spettacoli proseguono ora il loro percorso. "Cucù sono a casa" verrà replicato in e per alcune scuole professionali ticinesi, mentre "Abbracci speciali" è già in programma in occasione di varie giornate formative di gruppi e associazioni per il tempo libero.

Informazioni più dettagliate riguardanti "La zona grigia", le sue finalità e le sue proposte si possono ottenere scrivendo a teatro@scintille.ch, oppure a francesco@sugodinchiostro.ch.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
3 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
12 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
14 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
15 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
15 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
16 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
Luganese
16 ore
Montagnola, auto urta un muretto e si ribalta: un ferito
Le condizioni del guidatore non dovrebbero destare particolari preoccupazioni
Bellinzonese
18 ore
‘Più zone naturali per combattere le isole di calore’
È la richiesta dei Verdi in un’interpellanza rivolta al Municipio di Bellinzona, che riprende a sua volta una proposta della Lista civica di Mendrisio
Locarnese
21 ore
Abusi edilizi, Municipio di Losone bacchettato dagli Enti locali
Vanno contro le disposizioni pianificatorie cantonali alcune licenze legate alla sopraelevazione d’immobili rilasciate. Parte l’interrogazione
© Regiopress, All rights reserved