laRegione
04.03.22 - 14:34
Aggiornamento: 16:41

Caserma di Losone per i profughi ucraini? ‘Da valutare’

Il sindaco sulle richieste di Udc e Sinistra: ‘Municipio sensibile al tema. Attendiamo informazioni dalle istanze superiori’

caserma-di-losone-per-i-profughi-ucraini-da-valutare
Ti-Press
La struttura che è stata Centro per richiedenti l’asilo

Mettere a disposizione l’ex caserma di Losone per accogliere i profughi in fuga dall’Ucraina. La richiesta era giunta alcuni giorni fa dall’Udc locale, che sul tema aveva inoltrato un’interpellanza. Ora anche la Lista della sinistra interviene con un’interrogazione (primo firmatario il capogruppo Matteo Piatti): "In sintonia e in collaborazione con le disponibilità di accoglienza delle strutture federali e cantonali, il nostro Comune dispone di una struttura fondamentale: la caserma. Il Municipio è d’accordo di attivare tale opportunità logistica e a metterla a disposizione per ospitare cittadini e cittadine ucraini?".

Abbiamo girato la domanda al sindaco Ivan Catarin, che fa una premessa. Anzi, due. La prima: il Municipio non ha ancora discusso nel dettaglio la questione. La seconda: attualmente (da febbraio e fino a novembre) la piazza d’armi è occupata da corsi della scuola sanitaria, che ha la sede principale ad Airolo. Uno smistamento, deciso a causa della pandemia di Covid-19, per evitare un’eccessiva concentrazione di militi in una sola sede. «Siamo molto sensibili al tema dei profughi in fuga dalla violenza della guerra in Ucraina – afferma Catarin –. Le soluzioni per la loro accoglienza sono decise dalle autorità federali e da quelle cantonali. Noi, comunque, ci siamo. Per la caserma, acquistata a suo tempo dal Comune e utilizzata per un periodo come centro di accoglienza per i richiedenti l’asilo, la pianificazione attuale prevede un uso militare o per la protezione della popolazione svizzera. Il nuovo piano regolatore per contro, è ancora oggetto di ricorsi e si attende una sentenza del Tribunale federale. Ciò detto, ribadisco che un’eventuale destinazione per chi fugge dal conflitto in Ucraina è diventato un tema urgente e al quale presteremo la massima attenzione».

Locarnese, Municipi interpellati

Nell’intero Locarnese sono diversi i gruppi politici che bussano alla porta dei loro Municipi chiedendo se e come intendono attivarsi per accogliere profughi. I Verdi di Locarno e il gruppo Lisa delle Terre di Pedemonte, ad esempio, interpellano i rispettivi esecutivi chiedendo di segnalare alle autorità superiori la disponibilità a collaborare concretamente nell’accoglienza di persone e di valutare quali siano le soluzioni logistiche migliori, senza escludere la collaborazione con i privati. Ma anche quali altre forme di solidarietà (dalla concessione di fondi tramite la Catena della solidarietà all’esposizione della bandiera della pace) i Municipi intendono adottare.

Leggi anche:

Losone, ‘accogliamo i profughi ucraini all’ex Caserma’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
11 min
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
35 min
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
48 min
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
49 min
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
5 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
6 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
7 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
7 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
Locarnese
7 ore
Traffico e spaccio di cocaina nel Locarnese: inchiesta chiusa
L’inchiesta ha permesso di determinare un traffico di droga tra l’Italia, il Ticino e altri cantoni della Svizzera interna
Bellinzonese
8 ore
Prato Leventina, campo da calcio distrutto: è denuncia
Lo ha fatto sapere il municipale Sergio Sartore dopo il grave atto di vandalismo avvenuto fra venerdì e sabato: ‘Mi piange il cuore’
© Regiopress, All rights reserved