laRegione
02.03.22 - 16:39

Il Ps: ‘Locarno dica no alla guerra’

Presa di posizione della sezione del Partito socialista e un’interrogazione per chiedere di accogliere le persone in fuga dal conflitto

il-ps-locarno-dica-no-alla-guerra
Ti-Press
Si esponga la bandiera della pace

"I fatti che stanno avvenendo nell’Est dell’Europa non possono lasciarci indifferenti. La guerra che sta stravolgendo la vita di migliaia di innocenti in Ucraina è una nuova triste pagina della storia recente. L’ennesima guerra che scoppia per interessi di potere a scapito della popolazione civile. La relativa vicinanza geografica a questo conflitto ha fatto scaturire preoccupazione nella mente di molti cittadini". La sezione del Partito socialista di Locarno è per principio contraria a qualsiasi guerra e prende posizione, sollecitando anche la Città di Locarno a muoversi: "L’uso delle armi – si legge ancora nella nota inviata ai media e firmata per il comitato Ps da Giorgio Fransioli, co-presidente – non è mai una soluzione adatta, indipendentemente dal problema. Troppe volte, anche nella storia recente, abbiamo visto quali siano le drammatiche conseguenze della guerra. Non si tratta infatti dell’unico conflitto attualmente in corso, si contano oltre 25 altre guerre al momento nel mondo. La situazione umanitaria, conseguenza di tale conflitto, si fa ogni giorno più difficile per la popolazione civile".

Sulla questione i consiglieri comunali socialisti hanno inoltrato un’interrogazione urgente che chiede a Locarno di dare un segnale concreto e rapido di supporto logistico e accoglienza delle persone in difficoltà: "La nostra città dispone di diverse strutture che potrebbero rispondere in modo appropriato a una richiesta di tale urgenza. Invitiamo quindi le autorità a un segnale rapido ed efficace a supporto di persone in fuga da questa guerra". E, infine, "proponiamo inoltre, come già avvenuto in altre città svizzere, l’esposizione in segno di solidarietà della bandiera della Pace sulla facciata di Palazzo Marcacci. Locarno, con la sua storia di accoglienza e di multiculturalità, lanci un messaggio di solidarietà chiaro in questo difficile momento".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
7 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Ticino
9 ore
Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’
I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
9 ore
Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma
Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
Bellinzonese
10 ore
Zac, via altri alberi a Bellinzona: perché?
I Verdi insorgono con un’interpellanza al Municipio sui tagli eseguiti lungo i viali Franscini e Motta
Ticino
11 ore
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
gallery
chiasso
11 ore
Nebiopoli, in seimila al corteo dei bambini
L’appuntamento odierno ha visto sfilare 1’500 allievi delle scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
12 ore
Acqua potabile per tutti: Locarno, Losone e Muralto solidali
Raccolti e devoluti a favore delle popolazioni dell’Africa occidentale oltre 28mila franchi. Serviranno alla realizzazione d’infrastrutture idriche
Luganese
14 ore
Lugano, incendio boschivo sul monte Brè
Il rogo è stato segnalato all’altezza di via Pineta a Brè sopra Lugano verso mezzogiorno
Locarnese
16 ore
Tre milioni di franchi per combattere le neofite invasive
È la richiesta di credito formulata, attraverso il relativo messaggio, dal Municipio di Locarno, per una vera a propria strategia sull’arco di 10 anni
Locarnese
17 ore
Più passeggeri nel 2022 sul trenino bianco-azzurro e i bus
Le Fart hanno conosciuto un incremento dei viaggiatori su gomma e rotaia grazie anche al notevole potenziamento del trasporto pubblico regionale
© Regiopress, All rights reserved