laRegione
15.02.22 - 16:37
Aggiornamento: 17:01

Vira Gambarogno, al via i lavori sulla passeggiata a lago

Il progetto (partito dal basso) s’inserisce tra le diverse proposte per valorizzare le aree rivierasche pregiate

vira-gambarogno-al-via-i-lavori-sulla-passeggiata-a-lago
Ti-Press
Vira Gambarogno

Riqualificare l’intera area pedonale che si sviluppa su una lunghezza complessiva di circa 270 metri a diretto contatto con il Verbano. È il progetto del Municipio di Gambarogno, che darà avvio ai lavori lunedì 21 febbraio.
«La passeggiata a lago di Vira è un luogo pubblico di sicuro pregio paesaggistico, che valorizza il nucleo storico del villaggio e la sua attrattività, sia per i residenti sia per i turisti – spiega il sindaco Gianluigi Della Santa –. S’inserisce in un programma di sistemazione delle aree in riva al Maggiore, dedicate alla mobilità lenta. Penso in particolare alle ciclopiste, alcune delle quali sono in fase di realizzazione (Magadino) o all’area del porto al Sass di Sciatt, pure in costruzione. Ma anche ai tracciati previsti nel PaLoc (per i prossimi anni) e al centro intermodale di San Nazzaro, che sorgerà nel 2024-2025 e che sarà una piattaforma di collegamento fra treno, battello e bus. Ma per sfruttare al meglio il lago, che è una risorsa preziosa per il nostro comune, stiamo anche creando quattro attracchi temporanei per chi giunge sulle nostre sponde via acqua».

Su richiesta della popolazione

Elaborata e creata dall’ex Comune di Vira Gambarogno nell’ambito del concetto di valorizzazione del nucleo del paese e delle immediate adiacenze, la passeggiata a lago è rimasta “incompiuta” per motivi finanziari legati alla priorità dell’allora Municipio nel sistemare i vicoli e le strade del nucleo storico.
Di recente, la sistemazione definitiva della passeggiata è stata a più riprese sollecitata dalla Commissione di frazione prima, dalla Commissione locale in seguito e pure dalla popolazione. Condividendo questi stimoli, il Municipio ha proceduto per il tramite dell’Ufficio tecnico ad allestire il progetto di riqualifica del tratto in questione. Il percorso s’integrerà successivamente con i futuri sviluppi di progetti legati al Piano particolareggiato dello stesso nucleo e al PaLoc.
Il credito accordato a suo tempo dal Consiglio comunale ammonta a 375mila franchi. In sintesi, i lavori prevedono la sostituzione di una vecchia conduttura dell’acquedotto, il rifacimento completo dell’infrastruttura dell’illuminazione pubblica (con tecnologia Led) e la posa di una pavimentazione in dadi su tutta la lunghezza del percorso.

Il cantiere verrà aperto lunedì 21 febbraio e durerà circa tre mesi, condizioni meteorologiche permettendo. “Vista la difficoltà d’accesso con i mezzi alla zona d’intervento, l’area principale di cantiere è prevista su parte dei posteggi pubblici a lato del Centro scolastico di Vira – indica il Municipio –. L’accesso a lago per la fornitura dei materiali da costruzione avviene tramite il camminamento a lato delle scuole, che in parte sarà chiuso alla pubblica utenza. I lavori inizieranno in zona porto comunale e proseguiranno a ritroso fino in zona Centro scolastico. Gli interventi saranno eseguiti a tappe, ma durante il cantiere su tutto il tratto a lago transiteranno i mezzi di cantiere. Per questo motivo la passeggiata sarà sbarrata al pubblico. Man mano che le tappe di lavoro saranno terminate, si procederà alla riapertura. Il Porto comunale sarà accessibile unicamente dalla streccia Al Streción (lato bar Tennis), mentre l’imbarcadero sarà raggiungibile unicamente da la via di Cavédan. La spiaggia resterà agibile al pubblico e raggiungibile dal riale Vadina o dalla streccia Al Streción. Durante i lavori sarà dismessa per motivi tecnici e di sicurezza tutta l’illuminazione pubblica del percorso. I residenti delle abitazioni con accesso diretto sulla passeggiata a lago potranno accedere alle loro abitazioni tramite passerelle di cantiere che saranno allestite per l’occasione. Tutte le forze dell’ordine e i mezzi di soccorso sono stati informati dei lavori, affinché non sia pregiudicata la tempestività di un loro eventuale intervento”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
51 min
Pizzicato al confine con 750 mila euro non dichiarati
Controllato dalla Guardia di finanza al valico di Chiasso, l’uomo viaggiava a bordo di un Eurocity proveniente dalla Svizzera
Ticino
2 ore
La sinistra si spacca sulle armi svizzere all’Ucraina
Il permesso alla riesportazione, sostenuto dal Ps svizzero, non piace a quello ticinese. Carobbio: ‘Intensificare la diplomazia’
Ticino
2 ore
Aumentano i controlli radar? ‘Flasha’ l’interpellanza del Centro
Marco Passalia e Fiorenzo Dadò passano dalle parole ai fatti e chiedono al governo se ‘non si stia esagerando’ e se ‘l’intenzione sia far cassetta’
Luganese
9 ore
Scontro tra un’auto e un centauro a Vezia
Ferite non gravi per il motociclista scaraventato a terra dall’impatto. Il traffico in via San Gottardo è rimasto perturbato per circa un’ora
Mendrisiotto
10 ore
‘Il ‘caso Cerutti’? Per la Sezione Plr la crisi è superata’
Il gruppo di Mendrisio incassa la ‘piena fiducia’ dei vertici cantonali. Alla Direttiva il municipale non c’era. ‘Non ritenevo fosse necessario’
Ticino
12 ore
‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’
La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
12 ore
La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale
La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Locarnese
13 ore
‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’
È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
13 ore
No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media
‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
14 ore
Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti
Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
© Regiopress, All rights reserved