laRegione
10.02.22 - 11:27
Aggiornamento: 14:36

Ronco s/Ascona sotto un’altra luce

L’illuminazione pubblica abbraccia il Led. Addio alle vecchie lampade al mercurio, al sodio o a incandescenza. Credito in Cc

ronco-s/ascona-sotto-un-altra-luce
Archivio Ti-Press

Ronco s/Ascona sotto un’altra luce: quella al Led. Il Municipio intende infatti affidare l’illuminazione pubblica di strade e piazze a questa nuova e diffusa tecnologia che consente notevoli risparmi e assicura ottimi risultati. A tale scopo sottopone al parere del legislativo un credito di 166mila franchi. Di principio questa operazione, si legge nel documento, prevede la sostituzione delle armature di vecchia tecnologia (che supportano lampadine al mercurio, al sodio, a incandescenza) in tutto il comprensorio comunale. Oggi Ronco conta 524 armature; nell’ambito dei progetti quali Prokilowatt, 97 di queste nuove armature sono già state montate in passato. Ne rimarrebbero dunque 427 da rimpiazzare. Cifra dalla quale vanno ancora dedotte diverse postazioni già assoggettate a progetti in corso. Grazie alla collaborazione con la Società elettrica sopracenerina (Ses), i costi inizialmente stimati in 243mila franchi hanno potuto essere sensibilmente ridotti. Dal punto di vista prettamente finanziario, il passaggio al Led consentirà pure risparmi per le casse del Comune. Nel caso dei consumi si calcola circa 6’500 franchi annui, ai quali vanno aggiunti circa 2mila di manutenzione ordinaria. Per la realizzazione di questo progetto si farà capo al Fondo cantonale Fer per le energie rinnovabili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Mendrisiotto
1 ora
Laveggio, i giorni passano e i problemi restano
Nelle acque del fiume si nota ancora la presenza di materiale argilloso. Segnalazione all’Ufficio caccia e pesca
Ticino
2 ore
Nel 2050 obiettivo -90% di emissioni di CO² e consumi dimezzati
Il governo mette in consultazione il nuovo Piano energetico e climatico cantonale. Zali: ‘Allungare il passo, no a tasse e divieti. Sì agli incentivi’
Bellinzonese
2 ore
Lattodotto, elettrodotto e acquedotto per l’Alpe Angone-Crestumo
Il Consiglio di Stato chiede di stanziare un contributo cantonale massimo di quasi 840mila franchi, per un investimento complessivo di 2,35 milioni
Ticino
3 ore
‘Uno statuto speciale per gli agenti della Polizia cantonale’
Mozione dei deputati del Centro Claudio Isabella e Giorgio Fonio: occorre un regolamento maggiormente consono alle esigenze di servizio
Bellinzonese
3 ore
Il lupo banchetta vicino alle case di Dalpe: ‘Siamo preoccupati’
Il Cantone segnala la predazione odierna di un cervo. Il sindaco attende dal governo una risposta ai timori e indicazioni su come comportarsi
Locarnese
3 ore
Ronco s/Ascona, le stime di spesa inducono fiducia
Preventivo 2023 rassicurante, grazie anche a un forte gettito d’imposta; aumentano spese e introiti. La capacità di autofinanziamento è buona
Ticino
6 ore
Il Cantone ricorre a Instagram per favorire il voto dei giovani
La campagna ‘Io faccio la mia parte’ si rivolge soprattutto alle fasce di elettori dai 18 ai 30 anni con un nuovo canale social e un sito rinnovato
Ticino
9 ore
Via la mascherina obbligatoria nelle strutture sociosanitarie
Le direttive del medico cantonale si trasformano in raccomandazioni. Stop anche ai dati settimanali su contagi, ospedalizzazioni e decessi legati al Covid
Locarnese
9 ore
Ascona-Locarno nella top 20 delle mete turistiche
A livello europeo le due località sul Verbano si contenderanno l’ambito riconoscimento attribuito da ‘EuropeanBestDestinations’ per il 2023
Bellinzonese
10 ore
Decolla quest’anno la Via Francisca del Lucomagno
Pronto il tratto ticinese del percorso storico fra Costanza e Pavia: in primavera la posa della segnaletica fino a Ponte Tresa
© Regiopress, All rights reserved