laRegione
24.01.22 - 10:55
Aggiornamento: 17:02

Il semaforo del CO2: col rosso ‘scatta’ la ventilazione

In tutte le aule delle scuole comunali di Locarno posati i sensori che registrano il tenore dell’anidride carbonica

il-semaforo-del-co2-col-rosso-scatta-la-ventilazione
Ti-Press
Arriva uno strumento per il benessere

Tutte le aule delle scuole comunali di Locarno saranno munite di sensori che registrano anche il tenore di CO2 contenuto nell’aria. Questo, anche in relazione al fatto che “la pandemia ha accelerato il processo di consapevolezza sull’importanza della qualità dell’aria degli spazi chiusi”. Nel caso specifico, i sensori agiscono come un semaforo, segnalando otticamente la necessità di ventilare gli spazi.

La decisione di mettere l’accento sul monitoraggio dell’aria all’interno delle aule scolastiche è stata presa dopo aver partecipato a un progetto Interreg (Quaes – Qualità dell’Aria degli Edifici Scolastici) che ha coinvolto diversi Comuni ticinesi e italiani. La posa dei sensori, sviluppati da un’azienda svizzera che vede tra i suoi fondatori due giovani locarnesi, è già stata completata. Come detto, registrano diversi parametri, tra cui il CO2 in parti per milione (ppm) presenti nell’aria. Il CO2 è uno dei maggiori responsabili del peggioramento della qualità dell’aria e provoca, oltre ad altre conseguenze, un abbassamento del livello di attenzione dei bambini chiamati a seguire le lezioni.

Il concetto è semplice e funziona in “stile” semaforico: il sensore è illuminato di verde quando il quantitativo di CO2 è al di sotto di 1’000 ppm, si tramuta in giallo superata questa soglia fino ai 1’500 ppm, e se quest’ulteriore limite venisse oltrepassato si illumina di rosso, segnalando la necessità di ventilare per qualche minuto l’aula.

Luigi Conforto, responsabile dell’Ufficio Energia, nota che «si è ritenuto importante mettere al centro la salute dei nostri bambini e docenti e questo strumento è un valore aggiunto. Si tratta di un mezzo attivo per permettere di reagire in tempi brevi a una situazione di discomfort. Non è nostra intenzione creare inutili allarmismi, dato che degli effetti nocivi si registrano con un contatto prolungato a un tenore superiore alle 2’000 ppm di CO2, ma piuttosto intendiamo attuare un’opera di prevenzione e di sensibilizzazione, volta appunto alla salvaguardia della qualità dell’ambiente di vita negli spazi destinati all’educazione dei nostri bambini».

Questo monitoraggio permette anche di far emergere l’esigenza di ventilare convenientemente gli spazi al chiuso utilizzati per studiare, lavorare e vivere. La Città di Locarno è sensibile a questi temi e si è già dimostrata precorritrice in ambito di edilizia scolastica, realizzando nel 2011 l’ampliamento della sede dei Monti con uno standard Minergie ed edificando nel 2016 una delle prime sedi nel cantone di scuola dell’infanzia Minergie-P nel quartiere delle Gerre di Sotto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
20 min
Lugano, 1’330 firme contro l’aumento di gas ed elettricità
L’Mps consegna la petizione e chiede di bloccare il rialzo dei costi dei beni di prima necessità, che colpisce le famiglie con redditi bassi e medi
Locarnese
5 ore
Si (ri)alza forte, la Vos da Locarno
Lo storico coro cerca il rilancio dopo un periodo difficile dovuto in particolare alla pandemia, che ne ha dimezzato gli effettivi. ‘Ma l’entusiasmo c’è’
Ticino
10 ore
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
10 ore
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’.
Grigioni
17 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
18 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
19 ore
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
20 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
20 ore
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Bellinzonese
21 ore
Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’
Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
© Regiopress, All rights reserved