laRegione
ascona-nuovo-parco-giochi-in-via-delta
L’area realizzata qualche anno fa al Parsifal (Ti-Press)
19.01.22 - 17:52
Aggiornamento : 18:25

Ascona, nuovo parco giochi in via Delta

Presentata la domanda di costruzione. Nel frattempo vengono risanate anche le altre dieci aree attrezzate per i bimbi

Un nuovo parco giochi in via Delta e opere per risanare e rimettere a norma altre undici strutture nel territorio di Ascona. Il Borgo da diversi anni si è impegnato a creare e mantenere aree dedicate ai bambini che sono fra le più apprezzate (anche per la loro collocazione) del Ticino. Pensiamo al Parsifal, sulla collina, con diversi giochi per i più piccoli, ma anche un ampia zona verde circondata da bosco. Oppure agli Angioli, con accanto il famoso lungolago.

Ma ci sono altri quartieri sui quali si concentra l’attenzione delle autorità comunali. In questi giorni all’albo comunale è in pubblicazione la richiesta di licenza edilizia per un parco giochi in via Delta, che servirà la zona di Boscioredo, densamente abitata. Il vecchio parco, che sorgeva su un sedime privato, ha dovuto essere smantellato e sarà sostituito da quello nuovo, che sorgerà poco distante, sul prato dietro al centro di media tensione dell’Azienda elettrica comunale. «L’intenzione è quella di realizzarlo già nel corso di quest’anno – spiega Didier Quaglia, dell’Ufficio tecnico comunale –. Sono previsti la posa di altalene, un castello con lo scivolo e un dondolo, realizzati in legno e metallo». Lo stesso Quaglia conferma che sono previste opere anche negli altri 10 parchi gioco asconesi: «Le stiamo realizzando, ma ovviamente, in taluni casi, dobbiamo concentrare gli interventi nella stagione invernale, per evitare di dover chiudere queste strutture apprezzate anche dai turisti nella bella stagione».

A fine 2019 per risanare i parchi gioco il Consiglio comunale aveva concesso al Municipio un credito di 400mila franchi. Una somma da suddividere tra le diverse strutture: Scuola dell’infanzia, Angioli, Parsifal, Barra, via del Sole, via Patrizia, via Delta, scuole elementari, giro golf, bagno pubblico e via Prà di Vizi.
“Negli ultimi anni le normative riguardanti la sicurezza degli utenti dei parchi gioco sono cresciute in maniera importante e sono diventate sempre più dettagliate – indicava il Municipio, nel testo sottoposto allora al Legislativo –. Dopo aver chiamato un esperto della sicurezza per eseguire il controllo, è risultato che molti giochi presenti non sono più a norma: alcuni necessitano solamente di accorgimenti, altri devono essere eliminati”. Per capire dove e come procedere, è stato assegnato un mandato allo Studio di consulenza Bruno Bernasconi.
L’elenco dei lavori previsto è lungo, e va dalla sostituzione di giochi alla posa di pavimentazioni anti-trauma sotto alcune strutture, passando per nuove barriere di protezione e la messa a norma di alcune attrazioni. Verranno installati anche un totem e un posacenere dell’Associazione svizzera dei non fumatori.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ascona nuovo parco giochi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Incidente con un ferito a Bioggio
Stando alle prime informazioni il conducente di una Range Rover immatricolata in Ticino, per cause da stabilire, è rimasto ferito in modo, pare, non grave
Luganese
3 ore
In sella, un anno dopo: il Molino torna in strada a Lugano
Una ‘critical mass’ in bicicletta ha preso il via oggi pomeriggio percorrendo le strade della città per concludersi nel prato dietro l’ex Macello
Mendrisiotto
8 ore
Assolti i due assistenti di cura della casa anziani di Balerna
I due ex assistenti di cura, secondo la Corte d’appello, non hanno maltrattato gli anziani ospiti. Saranno indennizzati per il torto morale subìto
Ticino
8 ore
Targhe, Dadò: ‘O con il nostro rapporto, o pronti alle urne’
La proposta del Plr sulle imposte di circolazione non scalfisce il Ppd. Intanto l’Udc è pronta all’iniziativa per abolire la tassa di collegamento
Luganese
13 ore
Autogestione, un quarto di secolo finito in ‘Macerie’
La storia dell’esperienza raccontata dai protagonisti nel podcast coordinato da Olmo Cerri: ‘Uno spazio di libertà che si è rivelato fondamentale’
Luganese
13 ore
Il ‘risarcimento? Quegli oggetti non avrebbero dovuto esserci’
Il sindaco Michele Foletti non si scompone in attesa della decisione della Crp e riprenderebbe le stesse decisioni adottate nel maggio scorso
Locarnese
14 ore
Tegna, ladri s’intrufolano nelle case
Sottratto denaro ma nessun oggetto di valore. Alcuni tentativi sarebbero andati a vuoto. La polizia conferma l’accaduto
Ticino
14 ore
Imposte di circolazione, il Plr svela le carte e il suo rapporto
Speziali: ‘Abbassiamole, ma come dice il governo nella sua risposta a 96 milioni e con una formula diversa’. E su riforma fiscale e settimana a 32 ore...
Luganese
14 ore
Ex Macello, un anno fa la notte più lunga di Lugano
Cade domani l’anniversario della demolizione del centro sociale. Tra ruspe, glitter e scontri, l’ironico ricordo dell’evento che ha segnato la città
Luganese
22 ore
Collina d’Oro, ‘l’acqua vogliamo gestirla noi’: è referendum
Lanciata la raccolta delle firme contro il messaggio municipale sulla cessione alle Aziende industriali di Lugano della gestione globale dell’acquedotto
© Regiopress, All rights reserved