laRegione
locarno-pannelli-fotovoltaici-sulla-palestra-protetta
Ti-Press
19.01.22 - 15:55
Aggiornamento : 16:42

Locarno, pannelli fotovoltaici sulla palestra protetta

Il progetto alle scuole dei Saleggi costerà 255mila franchi. C’è già l’approvazione di principio dell’Ufficio beni culturali

Un impianto fotovoltaico verrà installato sul blocco palestra della Scuola comunale dei Saleggi a Locarno. La proposta del Municipio cittadino verrà sottoposta al Consiglio comunale, con la relativa richiesta di credito che ammonta a 255mila franchi.

Il progetto, per certi versi, è particolare. Infatti lo stabile in questione è oggetto di protezione, e prima di sviluppare qualsiasi tipo di variante possibile è stata richiesta l’approvazione di principio da parte dell’Ufficio beni culturali, che ha dato il suo assenso (in attesa del progetto definitivo) la scorsa primavera.

Finanziamento e autoconsumo

Per quanto riguarda il finanziamento, il Municipio segnala che l’opera beneficerà di sussidi cantonali e federali per circa 47mila franchi, mentre altri 125mila saranno prelevati dall’accantonamento del Fondo per le energie rinnovabili (Fer), ciò che corrisponde al 50 per cento dell’investimento, in linea con altri progetti sostenuti tramite questo stesso fondo. La spesa netta a carico della Città sarà di 83mila franchi. “L’impianto fotovoltaico può essere ammortizzato sulla base delle attuali tariffe in circa 11/12 anni, sempre che tutta la potenza prodotta possa essere trasportata e consumata su più stabili di proprietà del Comune – indica il Municipio nella sua richiesta di credito –. In caso contrario il lasso di tempo di ammortamento si allungherebbe a 14/15 anni (con una durata di vita degli impianti di circa 25/30 anni). In questo senso intendiamo discutere con la Società elettrica sopracenerina (Ses) sulla stipulazione di contratti che permettano di beneficiare in modo più marcato dell’energia prodotta, con un maggior autoconsumo anche in funzione di futuri impianti previsti nella strategia a medio-lungo termine”.

La Città punta alle fonti rinnovabili

Locarno da diversi anni sta trovando soluzioni per sfruttare l’energia solare: “Tra le azioni concrete che i Comuni possono attuare nell’ambito di una gestione intelligente delle risorse e delle scelte di politica energetica a tutela dell’ambiente, c’è sicuramente la realizzazione di impianti che sfruttano questa fonte – spiega l’esecutivo –. Il Piano energetico comunale (PECo), datato settembre 2017, detta il percorso da intraprendere per il raggiungimento degli obiettivi strategici a medio e lungo termine. Tra questi c’è la promozione e la realizzazione degli impianti fotovoltaici che permettono di rispondere in modo adeguato ai bisogni sempre importanti di energia elettrica, in questo caso assolutamente rinnovabile”.

Nell’ambito di questa strategia, negli ultimi anni a Locarno sono stati realizzati impianti su diversi edifici: spogliatoi alla Morettina, Scuola dell’infanzia dei Saleggi, Palacinema e Centro tecnico logistico. Tutti questi pannelli messi assieme hanno una potenza totale di quasi 280 kWp e fruttano un beneficio annuo di oltre 38’500 franchi. L’impianto che sarà posato sulla palestra delle scuole comunali dei Saleggi avrà una potenza fino a quasi 120 kWp, e sarà composto da un totale di 294 pannelli di ultima generazione, con un basso grado di riflessione.

Misure concrete e label

“La strategia energetica 2050, approvata dal popolo svizzero il 21 maggio 2017 con la nuova Legge sull’energia, pone degli obiettivi importanti che necessitano misure concrete per il loro raggiungimento e ognuno è chiamato a giocare un ruolo attivo in tutto ciò – conclude il Municipio –. Con la volontà ribadita in più occasioni, anche con l’ottenimento del Label “Città dell’energia”, Locarno ha deciso da tempo di voler essere protagonista attiva, con la messa in atto di misure concrete per il raggiungimento di tali obiettivi. La produzione di energia rinnovabile indigena rientra pienamente in questa strategia ed è obiettivamente un investimento redditizio a lungo termine su tutti i fronti”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
locarno pannelli fotovoltaici scuole saleggi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
55 min
Incidente con un ferito a Bioggio
Stando alle prime informazioni il conducente di una Range Rover immatricolata in Ticino, per cause da stabilire, è rimasto ferito in modo, pare, non grave
Luganese
1 ora
In sella, un anno dopo: il Molino torna in strada a Lugano
Una ‘critical mass’ in bicicletta ha preso il via oggi pomeriggio percorrendo le strade della città per concludersi nel prato dietro l’ex Macello
Mendrisiotto
6 ore
Assolti i due assistenti di cura della casa anziani di Balerna
I due ex assistenti di cura, secondo la Corte d’appello, non hanno maltrattato gli anziani ospiti. Saranno indennizzati per il torto morale subìto
Ticino
7 ore
Targhe, Dadò: ‘O con il nostro rapporto, o pronti alle urne’
La proposta del Plr sulle imposte di circolazione non scalfisce il Ppd. Intanto l’Udc è pronta all’iniziativa per abolire la tassa di collegamento
Luganese
11 ore
Autogestione, un quarto di secolo finito in ‘Macerie’
La storia dell’esperienza raccontata dai protagonisti nel podcast coordinato da Olmo Cerri: ‘Uno spazio di libertà ch si è rivelato fondamentale’
Luganese
11 ore
Il ‘risarcimento? Quegli oggetti non avrebbero dovuto esserci’
Il sindaco Michele Foletti non si scompone in attesa della decisione della Crp e riprenderebbe le stesse decisioni adottate nel maggio scorso
Locarnese
12 ore
Tegna, ladri s’intrufolano nelle case
Sottratto denaro ma nessun oggetto di valore. Alcuni tentativi sarebbero andati a vuoto. La polizia conferma l’accaduto
Ticino
13 ore
Imposte di circolazione, il Plr svela le carte e il suo rapporto
Speziali: ‘Abbassiamole, ma come dice il governo nella sua risposta a 96 milioni e con una formula diversa’. E su riforma fiscale e settimana a 32 ore...
Luganese
13 ore
Ex Macello, un anno fa la notte più lunga di Lugano
Cade domani l’anniversario della demolizione del centro sociale. Tra ruspe, glitter e scontri, l’ironico ricordo dell’evento che ha segnato la città
Luganese
20 ore
Collina d’Oro, ‘l’acqua vogliamo gestirla noi’: è referendum
Lanciata la raccolta delle firme contro il messaggio municipale sulla cessione alle Aziende industriali di Lugano della gestione globale dell’acquedotto
© Regiopress, All rights reserved